Vai al contenuto

Troll

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Famiglia di troll illustrata da John Bauer (1915)

Citazioni sui troll.

Citazioni[modifica]

  • Gli uomini non possiedono né il respiro infuocato né le ali dei draghi, e non hanno la forza dei troll. Sono gelosi di queste cose e le temono. (Caitlín R. Kiernan)
  • Mi auguro che non stiamo dando la caccia a un drago. [...] La seccatura di un normale troll marino basterebbe per un giorno. (Caitlín R. Kiernan)

Troll Hunter[modifica]

  • Il problema principale dei troll è che il loro sistema non riesce a convertire la vitamina D della luce solare in calcio. Quindi, quando vengono esposti alla luce solare, i loro copri ovviamente reagiscono di conseguenza. Lo stomaco si espande, il gas invade l'intestino e subito dopo tutte quante le vene. Devono provare un dolore davvero insopportabile. [...] I troll più anziani esplodono. Le vene dei più anziani sono troppo strette, quindi l'espansione accade direttamente nelle ossa. In una manciata di secondi, si calcifica tutto, e così praticamente diventano di pietra. Vorrei che non provassero tutto questo dolore. Per loro è molto traumatico, anche se ci vogliono pochi secondi. Preferiremo fargli una semplice... Sì, una semplice vera e propria iniezione.
  • – Nelle favole di Asbjørnsen e Moe, i troll indossano vestiti e parlano con le persone, come se fossero degli... degli esseri umani.
    – Ah, le favole! Quelle sono favole per bambini. I troll sono animali, predatori. Mangiano, cacciano, si accoppiano. Mangiano quello che trovano.
    – Vivono a lungo? Quanto possono vivere?
    – Mille, milleduecento anni.
    – E sono intelligenti?
    – Assolutamente no. Non sono intelligenti, anzi, sono molto stupidi. Soppravvivono mangiando di tutto, mangiano anche le rocce. Una volta ho visto un troll che provava a mangiarsi la sua coda. La testa fra le gambe, il grosso naso che sporgeva, provava a ingoiare la sua stessa coda. E dopo averla ingoiata quasi tutta, ha cominciato a strozzarsi, è caduto sul fianco e poi è rotolato giù per la collina come una ruota.
  • – Perché diavolo avete detto che nessuno di voi era cristiano?
    – È vero...
    – Il modo in cui quel troll annusava l'aria. Uno di voi è credente.
  • – Quanti tipi di troll ci sono?
    – Ci sono due gruppi principali, di montagna e di foresta. E poi ci sono dei sottogruppi, per esempio i Ringlefinch, i Tosserlad, i Rimetosser. Poi c'è il Re della Montagna e l'Harding a verso i confini più a ovest.
    – Ma quel troll che abbiamo visto, quello era... Cioè, hanno tutti tre teste?
    – No, no. Ci sono molte varianti. Le teste sviluppano con l'età. Non nascono con tre teste. Di solito nascono con al massimo due, le altre spuntano dopo. Avete notato che la testa centrale aveva soltanto un occhio? Quella è la testa originale dei troll.
    – Capito.
    – Le teste non sono vere. Assomigliano a delle teste, ma non lo sono. Sono solo delle protuberanze, delle teste fittizie per spaventare gli animali e altri troll. Oppure per far colpo sulle femmine.

Altri progetti[modifica]