Trotula de Ruggiero

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Trotula de Ruggiero (1050 – 1097), medico italiano.

Citazioni di Trotula de Ruggiero[modifica]

  • [...] a causa delle difficoltà del parto, si lacerano gli organi genitali. Si prendano allora radici secche di erba consolida, comino e cinnamomo; se ne faccia una polvere che si introdurrà nella vulva, ed essa si cicatrizzerà. Ad alcune donne poi durante il parto accadono complicazioni per mancanza di assistenza, e ad alcune succede che vulva e ano diventino un unico foro e un unico orifizio attraverso il quale l'utero fuoriesce, indurendosi. E si può rimediare in questo modo: si ponga vicino all'utero del vino caldo, nel quale sia stato sciolto del burro; con questo liquido si facciano fomenti, fino a quando l'utero ritorna morbido, e quindi con mano dolce ed esperta lo si ricollochi a posto. Quindi si cucia con tre o quattro punti la lacerazione tra ano e vulva, usando filo di seta, poi si ponga sulla vulva un panno di lino grande tanto quanto la vulva stessa, quindi vi si sparga sopra della pece liquida: in tal modo l'intero utero si ritirerà per il fetore della pece stessa […] Per evitare alle donne il rischio sopraddetto è necessario provvedere in questo modo: si prepari un panno simile a una palla oblunga, e lo si introduca nell'ano ogni volta che viene compiuto uno sforzo per far uscire il bambino e lo si tenga compresso contro l'ano in modo saldo e continuo.[1]

Note[modifica]

  1. Da De mulierum passionibus, XX, pp. 36-37. Citato in Salvatore Tramontana Il regno di Sicilia, Einaudi, Torino, 2015, p. 119. ISBN 978-88-06-22552-0

Altri progetti[modifica]