Ultime parole da Le bizzarre avventure di JoJo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raccolta delle ultime parole pronunciate in punto di morte dai personaggi del manga Le bizzarre avventure di JoJo e delle opere ad essa correlate.

Parti[modifica]

Phantom Blood[modifica]

  • Ho sete...Non capisco...Ho tanta sete...Una sete che mi divora! (Vagabondo Vampiro)
Vagando per le strade di Londra, il giovane Dio Brando cerca un modo per uccidere il suo rivale Jonathan Joestar, in modo da poter assassinare suo padre George e intascare la sua eredità senza suscitare sospetti: provocato da due vagabondi, egli ne approfitta e dopo averne ucciso uno infila all'altro la Maschera di Pietra, potente artefatto che una volta bagnato col sangue colpisce chi la indossa con particolari aghi nel cervello. Con sua grande sorpresa, il vagabondo non muore ma si trasforma in un vampiro dotato di forza erculea e assetato di sangue: proprio quando Dio sta per essere ucciso, la luce del sole illumina la strada in cui si trovano e polverizza immediatamente il vampiro.
  • JoJo...Non serbare rancore nei confronti di Dio...La colpa è stata mia...Ti ho educato con più severità perché sei il mio vero figlio...E forse lui ne ha sofferto...Per questo ho agito così...Seppelliscilo...Accanto a suo padre. È dolce, JoJo, morire tra le braccia del proprio...Figlio... (Lord George Joestar)
Con l'aiuto del teppista Speedwagon, Jonathan smaschera i complotti di Dio davanti alla polizia e a suo padre, Lord George: mentre quest'ultimo se ne va deluso per il figlio adottivo, Jonathan si appresta ad ammanettare personalmente Dio. Apparentemente remissivo, Dio estrae un pugnale e la Maschera di Pietra e si prepara a colpire il rivale per trasformarsi in un vampiro col suo sangue: in difesa del figlio arriva Lord George, che si frappone tra i due venendo pugnalato alla schiena. Mentre Dio indossa la maschera e viene crivellato di colpi dalla polizia, George chiede a Jonathan di non provare rancore per Dio, definendo la sua malvagità un suo errore personale: l'istante successivo il nobiluomo muore tra le braccia del figlio, dimostrando un'ultima volta la propria rettitudine.
  • Ho sbagliato, ma ormai lui è morto...E ciò che è fatto è fatto! (Ispettore Capo)
Dopo la morte di Lord George, l'ispettore capo della polizia si commuove e rivela come Diego Brando, padre di Dio, non avesse salvato realmente Lord George ma si fosse limitato ad estrarlo da una carrozza per derubarlo. Mentre l'ispettore indietreggia piangendo fino alla finestra, Speedwagon nota che il cadavere di Dio è sparito e allerta il poliziotto: in quell'istante il cranio dell'ispettore viene spappolato con una manata da Dio, ormai divenuto un vampiro con i poteri della Maschera di Pietra.
  • Mh? Come osi interrompere il mio past... (Poliziotto zombie)
Nonostante Jonathan provi a sparargli in testa Dio è invulnerabile grazie ai suoi poteri e si arrampica sul tetto del salone: afferrato un poliziotto, egli gli succhia il sangue e poi scaglia il suo corpo sui suoi colleghi uccidendoli all'istante. Sconvolto dalla situazione, Speedwagon viene improvvisamente attaccato dal poliziotto, trasformato da Dio in uno zombie assetato di sangue: prima che il mostro possa ucciderlo tuttavia sopraggiunge Jonathan che impala il poliziotto in testa con una lancia, procedendo poi a decapitarlo uccidendolo.
  • Quel mostro uccide donno indifese con un bisturi da chirurgo! Ho sentito che di recente hanno addirittura trovato delle interiora appese a un cornicione...Che orrore! (Vittima di Jack lo squartatore)
Mentre vagano per una strada notturna di Londra, una giovane donna parla con l'uomo con cui ha un appuntamento del famigerato "Jack Lo Squartatore", di cui è terrorizzata: sfortunatamente per lei l'uomo è proprio Jack che procede subito a tagliarle la gola con un rasoio.
  • Vieni, da bravo! Ti succhierò anche l'anima! (Jack Lo Squartatore)
Mentre viaggia per il paese di Wind Knights Lot insieme al suo maestro Will Zeppeli e a Speedwagon Jonathan viene attaccato in una galleria da Jack Lo Squartatore, divenuto un vampiro seguace di Dio: dopo aver messo in fuga il folle utilizzando la tecnica delle Onde Concentriche, Zeppeli ordina a Jonathan di sistemarlo, ordinandogli inoltre di portarsi un bicchiere di vino e di non farne cadere il contenuto. Inizialmente confuso, il ragazzo capisce ben presto che le Onde trasmesse dal bicchiere possono servirgli da guida per individuare il nemico: scoperta la locazione di Jack, Joanthan utilizza l'Overdrive dell'Eremita per trasmettere le onde attraverso il muro dietro cui si trova il vampiro, incenerendolo prima che possa fargli alcunché.
  • Tarkus:Elisabetta ci ha ingannato! Che sia dannata!
    Bruford il cavaliere nero:Per questo affronto io ti maledico, e che siano maledetti anche i tuoi figli e i loro discendenti!
    Boia:Addio! Crepate!
Mentre i cavalieri Tarkus e Bruford affrontano Jonathan, Dio narra la loro storia: per sconfiggere la rivale scozzese Mary Stuart, la regina Elisabetta I la accussò di aver ucciso il marito e la fece imprigionare. Fedeli alla loro sovrana, Tarkus e Bruford rifiutarono strenuamente la resa contro i nemici, accettandolo sola con la promessa della liberazione di Mary: una volta sul patibolo tuttavia i due scoprirono che la loro sovrana era stata già decapitata in precedenza per ordine di Elisabetta. Disperati e corrosi dall'odio, i due cavalieri maledirono la regina poco prima di essere decapitati: con le sue ultime forze Bruford utilizzò i suoi capelli per uccidere il Boia strappandogli di netto la gamba. Tarkus e Bruford verrano in seguito resuscitati da Dio e trasformati in vampiri.
  • Johnathan...Voglio donarti la parola incisa sulla mia spada! "Luck", ovvero la fortuna! E in futuro porterai anche questo con te! "Pluck", ossa coraggio! (Bruford Il Cavaliere Nero)
Scontrandosi con Bruford Il Cavaliere Nero Jonathan è in difficoltà per via della sua straordinaria abilità con la spada, dei suoi capelli prensili e della sua strategia di combatterlo sott'acqua per impedirgli di respirare e usare le onde: grazie agli insegnamenti di Zeppeli e alla propria abilità con le Onde Concentriche il ragazzo riesce comunque a prevalere sull'avversario, ferendolo a morte con il Sunlight Overdrive. Ritornato in sè, Bruford riconosce il valore dell'avversario e gli dona la propria spada Luck (fortuna), aggiungendovi col sangue la lettera P per formare la parola Pluck (coraggio): l'istante successivo il nobile cavaliere si polverizza davanti agli occhi del commosso Jonathan.
  • Non mi fai paura, pidocchio! (Tarkus)
Dopo aver insultato Bruford, il colossale Tarkus sfida Jonathan ad una sfida letale: i due infatti dovranno rimanere incatenati per il collo con la stessa catena, in modo che l'unico modo per liberarsi sia spezzare il collo all'avversario. A causa della forza dell'avversario e della difficoltà di respirare e usare le onde Jonathan è presto sopraffatto e si ritrova con il collo spezzato: disperato per il suo allievo, Zeppeli corre in suo soccorso ma viene tranciato a metà con una catena da Tarkus sotto gli occhi dell'allievo. Avvicinatosi gemente a Jonathan, Zeppeli riesce a trasmettergli tutte le sue energie, curandolo e rendendolo più forte: deciso a vendicare il maestro, JoJo afferra la catena e, sollevato di peso il bestiale Tarkus, trasmette le onde attraverso il metallo bruciando il malefico cavaliere.
  • Per me tu sei come un figlio...E sei anche il mio migliore amico...Da oggi in poi vivrò con te! (Will Antonio Zeppeli)
Circondato dai commossi Speedwagon, Poko e Jonathan, il morente Zeppeli racconta loro di come il suo maestro Tonpetty gli avesse rivelato che sarebbe morto in quel modo, ma di non avere alcun rimpianto per aver scelto di sacrificarsi per JoJo: promettendo all'allievo di vivere sempre con lui attraverso il loro legame e i suoi insegnamenti, il maestro spira in pace circondato dagli amici.
  • Non riuscirai a sfuggirmi! Sono troppo veloce! (Adams)
Mentre si dirigono verso il villaggio, Jonathan, Poko e Speedwagon si imbattono in un conoscente del ragazzino, mister Adams: quando Poko gli chiede informazioni su sua sorella, misteriosamente scomparsa, egli rivela seccato di non saperne niente e rimprovera il ragazzo per la sua scelta di circolare a tarda notte. Appena il trio gli dà le spalle tuttavia Adams prova ad attaccarli con la propria lingua, rivelandosi un vampiro: Jonathan tuttavia prevede la mossa e dopo aver strappato la lingua al vampiro gli schiaccia il cranio con un pestone.
  • Che giovinetta florida! Dev'essere deliziosa...Che ne dite, mio signore? (Chimera Zombie)
Mentre si trova nel suo castello, Dio provoca la terorizzata sorella di Poko invitandola a diventare una vampira: assetatata di sangue, una chimera creata da Dio con il corpo di un cane e la testa di un uomo terrorizza la ragazza, ma viene immediatamente calpestata da uno stizzito Dio.
  • Ma cosa fate?! M-Mi stanno divorando! (Doobie Lo Spettro)
Dato che la sorella di Poko rifiuta le sue avances Dio la lascia nelle fameliche mani di un suo zombie, Doobie Lo Spettro: in soccorso della ragazza arriva fortunatamente Jonathan accompagnato da suo fratello, Speedwagon, Tonpetty e i suoi allievi Dire e Straizo. Rivelando di avere la testa piena di serpenti Doobie attacca JoJo e riesce ad avvelenarlo: il ragazzo tuttavia usa il potere delle Onde Concentriche per rimuoversi il veleno dal corpo per poi colpire i serpenti, facendoli impazzire e costringendoli a divorare il terrorizzato Doobie.
  • Uh uh...Le spine caricate di Onde Concentriche fanno male, eh? (Dire)
Ritrovatosi finalmente faccia a faccia con Dio, Jonathan si prepara a fare i conti una volta per tutte con l'odiato rivale: egli tuttavia viene trattenuto da Dire, deciso ad affrontare personalmente il vampiro per vendicare il suo vecchio amico Zeppeli. Colpito il vampiro con il letale Thunder Cross Split Attack, Dire si ritrova improvvisamente paralizzato e non può completare l'attacco: Dio infatti ha fatto evaporare l'acqua presente nel suo corpo, impedendogli di utilizzare le onde e congelandolo, e con una mossa fulminea lo fa rapidamente a pezzi. Pronto ad attaccare Jonathan, Dio viene colpito all'occhio destro da una rosa infusa di Onde Concentriche dalla testa di Dire, rimasta intatta: conscio di aver fatto capire a JoJo il metodo giusto per attaccare il vampiro, ovvero utilizzare armi infuse di Onde Concentriche, Dire spira mentre la sua testa si frantuma come il resto del suo corpo.
  • Page:Il mio nome è Page!
    Jones:Io sono Jones!
    Plant:Mi chiamo Plant!
    Bornham:E io Bornham!
    Page, Jones, Plant e Bornham[In coro] Attacco degli Aculei Succhiasangue!
Mentre Jonathan affronta Dio in uno scontro mortale, i quattro zombie Page, Jones, Plant e Bornham provano ad attaccare con un colpo combinato Poko e la sorellina: in difesa dei due tuttavia interviene Straizo, che facendo cadere sopra i quattro un lampadario infonde nel metallo le Onde Concentriche vaporizzandoli.
  • Ma...Il lucchetto è aperto...Dalla fessura s'intravede un luccichio...Eppure...Sembra chiuso dall'interno! (Padre Styx)
Mentre Jonathan festeggia con la moglie Erina la luna di miele con una crociera in America, l'ubriaco Padre Styx, un disilluso missionario, vaga per la stiva imbattendosi in una bara: stupito di trovarla semi aperta, egli prova ad aprirla del tutto, ma in questo modo attiva un meccanismo di difesa che fa partire un bottone di ferro che spappola il cranio di Styx.
  • Ti farò schizzare il cervello fuori dalla testa, figlio di un cane! (Wang Chan)
Attirato nella stiva dal vampiro Wang Chan, JoJo scopre con orrore che la testa di Dio è riuscita sopravvivere: deciso a rubare il corpo dell'odiato rivale per sopravvivere, Dio lo trafigge mortalmente al collo impedendogli di utilizzare le Onde Concentriche.Memore di una sconfitta subita in precedenza, Wang Chan insulta sprezzantemente Jonathan ma viene fermato da Dio, che avendo maturato un forte rispetto per il rivale ordina al suo servitore di decapitarlo in fretta senza farlo soffrire: stizzito, Wang Chan si prepara ad eseguire l'ordine, ma con la sua ultima Onda Concentrica JoJo lo colpisce con il Sunlight Overdrive uccidendolo all'istante.
  • Sii... felice... Erina... (Jonathan Joestar)
Vedendo che la nave è ormai piena di zombie, Jonathan utilizza le Onde nel corpo di Wang Chan per scagliarlo contro il motore della nave e farlo esplodere: dopo un ultimo bacio d'addio all'amata Erina, il ragazzo la esorta a fuggire insieme ad una neonata, unica altra superstite del disastro. Non volendo finire in fondo al mare, Dio prova a ripararsi nella sua bara, ma viene bloccato da Jonathan che afferra la sua testa con le ultime forze che gli restano: infuriato, Dio insulta per un'ultima volta Jojo, ma questi ormai non lo ascolta più e, augurando tutta la fortuna del mondo alla moglie, spira in pace, ironicamente abbracciato alla testa della sua nemesi.

Battle Tendency[modifica]

  • Addio, JoJo! (Straizo)
.Mentre si trova con l'amico Smokey Brown in un ristorante, Joseph Joestar si ritrova ad affrontare un'inattesa minaccia: si tratta infatti di Straizo, vecchio alleato di suo nonno Jonathan che ha tradito Speedwagon e si è trasformato in un vampiro per riottenere la giovinezza. Dopo un feroce scontro, Straizo arriva addirittura a prendere in ostaggio una donna portandola sul ponte di Brooklyn: per niente intimorito, JoJo riesce a sconfiggerlo con le Onde Concentriche. Non pentitosi di quanto fatto, il vampiro dichiara di essere pronto ad accettare l'inferno dopo essere potuto tornare nel fiore degli anni: dopo aver rivelato a Joseph che Speedwagon è ancora vivo e che insieme hanno trovato una strana figura intrappolata in un pilastro, Straizo si suicida colpendosi con le sue stesse Onde Concentriche, vaporizzandosi sotto lo sguardo dell'avversario.
  • Dove siete, non lasciatemi qui da solo! (Soldato Nazista)
Nella base nazista gestita dal maggiore Rudolf Von Stroheim l'anziano Speedwagon è costretto ad assistere al risveglio del misterioso uomo del pilastro, ribattezzato Santana dai militari: messo a contatto con un'altro vampiro, l'essere lo divora all'istante e dimostra inoltre di capire i discorsi degli sconcertati spettatori. Improvvisamente scomparso, l'essere riesce a raggiungere Von Stroheim e i suoi uomini nel loro ufficio, distruggendo gli occhi di un soldato: accecato, il poveretto non capisce la sua situazione e chiede aiuto ai compagni, ma Santana finisce per gonfiare il suo corpo facendolo esplodere e uccidendo numerosi soldati.
  • Hai capito con chi hai a che fare? Ah! (Santana)
Infiltratosi nella base dei nazisti, JoJo affronta Santana insieme a Von Stroheim: il duo riesce, con estrema fatica, a trascinarlo fuori dalla base, sperando che la luce del sole possa danneggiarlo. L'uomo del pilastro tuttavia utilizza il suo potere di intangibilità e riesce ad entrare nel corpo di Von Stroheim da una sua ferita: deciso a fermare il mostro, il nazista rivela a Joseph che a Roma sono stati trovati altri esseri simili a Santana, per poi farsi esplodere nel tentativo di uccidere la creatura. Santana tuttavia è ancora vivo e si getta in un pozzo insieme a JoJo per ucciderlo e rifugiarsi dal sole: intuendo il piano del nemico, Joseph fa in modo che venga colpito dal riflesso del sole presente nell'acqua in fondo al pozzo, riuscendo a pietrificarlo una volta per tutte.
  • È latino! Parla la lingua dell'antica Roma! (Ufficiale SS)
Mentre studia in una cripta romana gli Uomini del pilastro, un ufficiale delle SS si accorge che uno degli esseri si sta risvegliando. Dopo pochi istanti l'essere, Whamoo, inizia a parlare latino, stupendo l'ufficiale: uno dei soldati prova allora ad ucciderlo, ma Whamoo utilizza i suoi poteri di intangibilità per fondere le mani dei soldati e, afferrato l'ufficiale per la testa, succhia l'intera energia del battaglione.
  • G-Grazie, Caesar...Sei un vero amico... (Mark)
Recatosi nelle cripte insieme a Speedwagon, il suo contatto Caesar Zeppeli e l'autista fascista Mark, amico di Caesar che si sposerà a breve, JoJo scopre l'intero gruppo di soldati massacrato: il quartetto nota poi Whamuu insieme ai suoi due capi, Kars ed Eisidesi, che iniziano ad uscire dalla stanza ignorandoli completamente. Deciso a fare il suo dovere, Mark punta la sua pistola contro il trio, ma Whamoo gli divora metà del corpo semplicemente passandogli accanto: ormai agonizzante, il giovane soldato chiede al commosso Caesar di porre fine alle sue sofferenze, ringraziandolo quando l'amico gli allevia il dolore con le Onde Concentriche.
  • Ora...Raccoglierò le forze rimaste e vi mostrerò di cosa sono capace! Farò esplodere il corpo di Suzie Q e vi colpirò con il mio sangue ardente come lava! (Eisidesi)
.Per sconfiggere gli uomini del pilastro, che gli hanno inserito nel corpo due anelli pieni di veleno, Joseph si allena insieme a Caesar con la maestra Lisa Lisa: la prova finale dovrebbe essere uno scontro con Loggins, aiutante di Lisa Lisa, ma Joseph scopre che egli è stato ucciso da Eisidesi, venuto per annientarlo. Grazie al proprio addestramento e a svariati trucchetti, JoJo riesce a sconfiggere il pericoloso avversario distruggendone il corpo: il cervello di Eisidesi tuttavia riesce a sopravvivere e, possedendo la cameriera Suzie Q, spedisce ai suoi compagni la Pietra Rossa dell'Asia, artefatto necessario per i loro piani. Al cospetto di Lisa Lisa e dei suoi allievi Eisidesi li minaccia dichiarandosi pronto a farsi esplodere per uccidere Suzie Q: Caesar e Joseph tuttavia colpiscono il corpo della ragazza e, trasmettendole contemporaneamente onde positive e negative, riescono a distruggere il cervello dell'uomo del pilastro liberando la cameriera dal suo influsso.
  • R-Ragazzo...Devo chiederti un favore...Devi riferire la notizia della mia morte a una donna di nome Lisa Lisa, che vive a Venezia...Gli esseri scolpiti in questa roccia sono vivi...E un giorno si risveglieranno...Non c'è tempo...Da perdere...Lei è l'unica in grado di sconfiggerli! Devi far presto! Ti prego... (Mario Zeppeli)
Mentre Caesar si prepara ad affrontare Whamoo e Kars nel loro palazzo, Lisa Lisa rivela a JoJo la storia del giovane: abbandonato insieme alla sua famiglia dal padre Mario, figlio del famoso Will Antonio Zeppeli, Caesar si imbatte una sera proprio nel padre. Non riconosciuto, il giovane lo seguì nelle cripte di Roma, in cui Mario stava studiando gli Uomini del Pilastro, ancora nel loro stadio dormiente: deciso ad affrontare il padre, Caesar attivò inavvertitamente una trappola, rischiando di essere assorbito nel pilastro. Pur non riconoscendo in lui il proprio figlio, Mario si frappose, venendo catturato dalla trappola: chiedendo a Caesar di riportare le sue scoperte a Lisa Lisa e di portare sue notizie alla famiglia, Mario viene assorbito nel pilastro sotto gli occhi sconcertati del figlio.
  • Osserva attentamente ciò che ci tramandiamo da generazioni! La fiducia nel futuro è lo spirito di noi Zeppeli...Lo spirito dell'umanità intera! Questa sarà la mia ultima onda, JoJo, e io la dono a te! È tua! (Caesar Antonio Zeppeli)
Deciso a vendicare il padre e gli amici uccisi, Caesar sfida Whamoo riuscendo a metterlo in difficoltà e arrivando ad un passo dal finirlo: egli tuttavia commette l'errore di coprire il nemico con la propria ombra, permettendo all'avversario di travolgere con la sua Tempesta di Sabbia ferendolo mortalmente. Riconoscendo il valore dell'avversario, il ferito Whamoo fa per andarsene quando Caesar si rialza e, pur ferito e zoppicante, si avvicina provando a colpirlo: l'uomo del pilastro si chiede il perché di tale atteggiamento, ma il giovane riesce approfittando della sua distrazione a prendere l'anello in cui è custodito l'antidoto al veleno nel corpo di Joseph. Con il suo sangue, Caesar crea un ultima bolla con le onde concentriche con all'interno la propria fascia e l'anello: dichiarandosi fiducioso verso il futuro e contento di potersi sacrificare per il suo migliore amico, Caesar sorride mentre viene schiacciato da un pezzo di muro, morendo sotto lo sguardo di Whamoo che per rispetto nei suoi confronti non distruggerà la bolla.
  • Tu fatto arrabbiare! Io prende te...E uccide! (Wired Beck)
Sconvolti per la morte di Caesar, Lisa Lisa e Joseph proseguono nel castello degli Uomini del Pilastro: all'ingresso del salone principale, i due si trovano davanti Wired Beck, rozzo maniaco sessuale trasformato da Kars in un vampiro. Noncurante di lui, Lisa Lisa gli avvolge la propria sciarpa carica di Onde Concentriche attorno al corpo: incredulo per essere stato colpito da una femmina, Beck prova ad aggredirla dissolvendosi all'istante per le Onde.
  • Non ho rimpianti...È stato un piacere e un privilegio osservarti maturare come combattente....Tu sei la persona che in migliaia di anni di vagabondaggio ho sperato di incontrare....Bene...È il...Momento...Addio...JoJo. (Whamoo)
Deciso a vendicare Caesar, Joseph sfida Whamoo in una gara di corsa con le bighe: dopo un feroce duello in cui i due dimostrano straordinarie doti combattive e strategiche è JoJo a prevalere, facendo esplodere il nemico grazie a dell'olio bruciato e alla bandana di Caesar. Avendo maturato un grande rispetto verso l'avversario, Joseph gli dona parte del proprio sangue per alleviargli il dolore: per ricambiare, Whamoo uccide utilizzando la propria testa e una balestra alcuni zombie che volevano attaccare il giovane. Prima di morire, il guerriero chiede a Joseph di bere l'antidoto al veleno in modo da essere sicuro della sua sopravvivenza alla sfida, dichiarandosi fiero di aver potuto combattere con un giovane valoroso come lui: mentre Joseph fa un saluto militare in segno di rispetto, la testa di Whamoo si dissolve facendolo spirare in pace.
  • E-Eccellenza... (Sosia di Kars)
Decisa a difendere la Pietra Rossa dell'Asia, Lisa Lisa affronta Kars a duello: dimostrando una straordinaria forza e abilità, la donna riesce a ferire mortalmente il nemico, stupendo JoJo stesso. Inaspettatamente però Lisa Lisa viene colpita alle spalle da Kars: l'avversario della donna infatti non era altro che un sosia vampiro usato come controfigura dal perfido uomo del pilastro.
  • Ho freddo! l'aria...Si congela subito dopo essere stata emessa! Non riesco a invertire la direzione! Mi sto allontanando sempre di più! Nooo! (Kars)
Nonostante l'intervento di JoJo, degli uomini della fondazione Speedwagon e dei nazisti guidati da Von Stroheim, Kars riesce ad usare la Pietra Rossa dell'Asia e una maschera di pietra per farsi colpire dal sole: divenuto ormai immune al sole e alle Onde Concentriche, egli diventa l'Essere Supremo e si prepara ad uccidere tutti. Fuggendo con un aeroplano, JoJo si fa inseguire appositamente per gettare il nemico in un vulcano: Kars tuttavia non si fa fregare e riesce addirittura a tagliare una mano a Joseph. Approfittando della potenza dell'avversario, JoJo riesce tuttavia ad attivare il vulcano facendolo eruttare contro di loro: mentre Joseph si protegge con una pietra e finisce in mare, Kars viene scagliato nello spazio paralizzandosi per il vuoto siderale. Non riuscendo più a raggiungere la Terra il suo corpo si cristallizzerà diventando simile ad un meteorite mentre la sua mente cesserà di pensare, rendendolo di fatto cerebralmente morto.

Stardust Crusaders[modifica]

  • Cos'è successo? (Grey Fly)
Deciso a salvare la figlia Holly, in balia del proprio Stand che rischia di ucciderla, Joseph prende un volo insieme al nipote Jotaro Kujo, all'amico Muhammad Abdul e all'ex nemico Noriaki Kakyoin alla volta del Cairo con l'obbiettivo di uccidere il redivivo Dio Brando, responsabile della comparsa dello Stand. Durante il volo il gruppetto è costretto ad affrontare un primo seguace di Dio: si tratta di Tower of Grey, stand del sanguinario e spietato Grey Fly, uomo ossessionato dal tranciare le lingue delle vittime e responsabile di numerosi disastri aerei. L'avversario è abbastanza veloce da sfuggire ai rapidi attacchi dello Star Platinum, ma usando l'Emerald Splash del suo Hierophant Green Kakyoin lo sconfigge distruggendogli la testa: contemporaneamente Grey Fly, in realtà un vecchietto apparentemente innocuo che aveva interagito col gruppo in precedenza, crolla a terra con il cervello scoppiato.
  • Dato che ti stavo succhiando l'energia...Hai smesso di dibatterti per concentrare tutta la forza nelle dita! Allora era questo il tuo piano! (Falso capitano Tenille)
Imbarcati su una nave della fondazione Speedwagon dopo lo sontro con l'ex seguace di Dio Jean Pierre Polnareff, Jotaro e i suoi compagni si rendono conto che a bordo si trova un altro portatore di Stand: con un astuto trucco Jotaro capisce che il nemico è il capitano Tenille, in realtà un impostore che ha ucciso il vero capitano. Vistosi scoperto, l'impostore si getta in mare con una ragazzina diventata amica del gruppo: Jotaro si getta al salvataggio, ma qui è costretto ad affrontare Dark Blue Moon, lo Stand del nemico che riesce a metterlo in difficoltà creando un mulinello con cui risucchiarlo. Vedendo l'avversario immobile l'impostore esulta convinto di essere riuscito a far annegare Jotaro, ma questi approfitta del mulinello per avvicinarsi al nemico in modo da colpirlo alla testa con tutte le sue forze: ferito alla testa e resosi conto della strategia dell'avversario, l'impostore annega mentre Jotaro si mette in salvo con la ragazzina.
  • Cosa credi?! Un killer professionista non mostra in giro il suo stand! E se ti capita di vederlo...È perché sta per ammazzarti! Solo i portatori di stand dilettanti come voi esibiscono il proprio dono a destra e a manca...Rivelandone anche i punti deboli! Se non fosse stato per lo specchio ti avrei fatto fuori! (Devo Il Maledetto)
Mentre i suoi compagni si organizzano per proseguire nel viaggio, Polnareff trova nella propria stanza d'albergo un nuovo sicario, Devo Il Maledetto: egli riesce apparentemente a sconfiggerlo, ma viene attaccato dal suo Stand, il bambolotto Ebony Devil, che uccide un cameriere e mette alle strette il francese. Riuscito a vincere grazie ad uno specchio, Polnareff chiede al sicario informazioni su un sicario di Dio dotato di due mani destre, stupratore e assassino di sua sorella Cherry: rifiutandosi di parlare e definendo il francese e i suoi amici degli inetti, Ebony Devil viene ripetutamente trafitto da Polnareff con il suo Stand Silver Chariot mentre Devo muore in bagno per le ferite.
  • No... (J. Geil)
Rintracciato l'assassino di Cherry, il sicario J Geil , Polnareff lo attacca da solo ma è in difficoltà per via del suo Stand l'Impiccato, in grado di muoversi negli specchi, e del suo alleato, il pistolero Hal Horse: il francese viene salvato da Abdul, che tuttavia viene apparentemente ucciso dai due. Fuggito insieme a Kakyoin, Polnareff viene braccato da Geil, che usa gli occhi di una folla numerosa come specchio per attaccare il duo: utilizzando una monetina su cui attirare gli sguardi della folla, Polnareff riesce ad individuare l'avversario e, deciso a vendicare Cherry e Abdul, lo trafigge alla testa scagliandolo poi contro un cancello impalandolo sulle sbarre di ferro.
  • No, non farlo! (Nena)
Rimasto isolato dagli altri Joseph viene attaccato da un nuovo nemico: si tratta di Empress, uno Stand che cresce sul suo braccio e ne prende il controllo. Lo Stand mette il vecchio nei guai e si prepara ad ucciderlo, ma utilizzando il suo Stand Hermit Purple e le Onde Concentriche Joseph lo stritola fino ad ucciderlo: contemporaneamente la portatrice Nena, che sotto le sembianze di una bella giovane stava per baciare e infettare Polnareff, muore stritolata sotto gli occhi inorriditi del francese.
  • Sua...Eccellenza...D-Dio...Si fida di me! Non parlerò! (Enya Geil)
Dopo aver catturato la vecchia Enya, consigliera di Dio nonché madre di J Geil catturata in precedenza, il gruppo si ferma in città: mentre Joseph compra del kebab per tutti, la vecchia si risveglia e, per lo sconcerto dei suoi carcerieri, chiede terrorizzata pietà. Il venditore di kebab infatti è in realtà il mercenario Steely Dan che utilizzando il suo Stand Lovers attiva un germoglio di carne che Dio le ha impiantato nel cervello: il germoglio cresce presto nel corpo di Enya divorandole il cervello e distruggendole la faccia. Vedendola morente, Joseph chiede alla vecchia di rivelarle il potere dello Stand di Dio, in modo da sconfiggerlo e poterla vendicare: fedele fino all'ultimo al suo signore, Enya si rifiuta di parlare e si lascia morire senza rivelare nulla.
  • Pietà! Perdonatemi, vi prego! (Cameo)
Mentre i compagni riferiscono al padre di Abdul la morte del figlio, Polnareff vaga pieno di rimorsi nella sua isola fino a trovare una misteriosa lampada: dopo averla sfregata da essa esce un genio che esaudisce i desideri del francese riportando in vita sua fratella e Abdul. Il genio però è in realtà lo Stand Judgement, che usa i desideri di Polnareff contro di lui: a risolvere la situazione è inaspettatamente Abdul, che aveva solo simulato la morte coi compagni e che sconfigge Judgement e individua il suo portatore, Cameo. Terrorizzato, il sicario di Dio chiede pietà al duo, ma Abdul è inamovibile e col suo Stand Magician Red brucia il nemico.
  • Ah ah...T-Ti ho rivelato il suo nome...Solamente perché hai battuto il mio stand! Era giusto...Dirti qualcosa di me... (N'Doul)
Arrivato in Egitto, il gruppo viene raggiunto da due piloti della fondazione Speedwagon che consegnano loro il cane portatore di Stand Iggy: il gruppo prosegue, ma presto trovano il relitto dell'elicottero e i cadaveri dei due sfortunati piloti. La squadra è quindi attaccata dal cieco N'Doul, dotato del pericoloso Stand acquatico Geb: dopo un arduo scontro Jotaro riesce a sconfiggerlo, anche grazie all'aiuto di Iggy e del suo Stand The Fool. Non volendo farsi prendere vivo N'Doul si colpisce col suo stesso Stand alla testa, ma per rispetto verso l'avversario sceglie di raccontargli il nome del proprio Stand e di quelli che restano da affrontare: rifiutando comunque di specificare il potere di Dio, egli spira in pace.
  • M-Ma che...D-Diavolo...Combini? (Padre di Chaka)
Mentre porta al pascolo le vacche insieme a due amici e al timido figlio Chaka, un contadino si imbatte in una misteriosa spada: provando ad estrarla dal fodero, egli non riesce nel suo intento e pertanto sfida gli amici a farlo. Presa la spada, Chacka riesce miracolosamente ad estrarla: invidioso, il padre inizia a rimproverarlo, ma la spada prende inaspettatamente vita propria e costringe Chacka a pugnalare il padre al petto.
  • Oh mio Dio! Chacka, che cos'hai fatto?! Portiamolo dal dottore, presto! (Amico del padre di Chaka)
Sconvolto per la morte del padre di Chaka, uno dei suoi amici chiede spiegazioni al ragazzo e lo esorta a portare l'uomo all'ospedale: la spada tuttavia si muove da sola e colpisce il poveretto alla testa uccidendolo.
  • Ma come...Perché il vitello...Non si è fatto niente...? (Secondo amico del padre di Chaka)
Afferrata nuovamente da Chaka, la spada, in realtà lo Stand Anubi, inizia a parlare al ragazzo manipolandolo e convincendolo di aver fatto bene ad uccidere il padre: inizialmente terrorizzato, il giovane si lascia presto possedere dall'arma. Terrorizzato, l'amico superstite del padre del ragazzo prova a rifugiarsi dietro ad un bue: grazie al potere di Anubi tuttavia Chaka riesce a tagliarlo a metà senza colpire l'animale.
  • Signor Granchio la prego mi aiuti... mi arrugginirò...Non lasciatemi quaggiù! Mi sento solo! (Anubi)
Dopo Chaka e un barbiere, Anubi arriva addirittura a controllare Polnareff e il suo Silver Chariot: lo scontro si rivela arduo, ma Jotaro riesce infine a prevalaere spezzando l'arma. preso il controllo di un bambino, quello che resta della lama si fa lanciare contro di Jotaro, ma il lancio viene deviato da Iggy e la spada finisce per infilzare un bue: non avendo il tempo di controllare l'animale, Anubi finisce con lui in fondo al fiume e si dispera, consapevole di essere destinata alla ruggine.
  • Non c'è dubbio...È questo. Eh eh eh! Trovato in sole due ore...Questa città non ha segreti, per me! (Ricco mendicante)
Mentre Iggy affronta in duello Pet Shop, il falco custode del palazzo di Dio, un ricco mendicante a cui il gruppo aveva chiesto informazioni trova il palazzo: soddisfatto per il guadagno che otterrà grazie alla soffiata, il pover'uomo non fa in tempo ad andarsene che viene fatto a pezzi da uno dei blocchi di ghiaccio creati dallo Stand di Pet Shop, Horus.
  • È tutto vostro! (Vanilla Ice)
Mentre i servitori di Dio Kenny G e Terence D'Arby vengono sconfitti, il braccio destro di Dio, Vanilla Ice, si reca nella stanza del suo padrone per riferirgli la notizia. Affermando che gli altri sono stati sconfitti perché non gli erano sufficientemente fedeli, Dio chiede al suo servitore di riempire un otre col suo sangue: totalmente fedele al suo signore, Vanilla Ice si fa decapitare dal suo Stand Cream. Pochi istanti dopo Vanilla Ice torna in vita, trasformato da Dio in un vampiro.
  • Polnareff, Iggy! State attenti! (Muhammad Abdul)
Dopo aver aspettato per un pò i loro compagni, Abdul, Iggy e Polnareff entrano nel palazzo di Dio per dargli fuoco: mentre proseguono in un corridoio Abdul nota delle scritte su una colonna e si ferma a guardarle. Le incisioni sono una minaccia che invita i lettori a voltarsi e a morire: girando la testa, un terrorizzato Abdul nota Cream di Vanilla Ice pronto ad attaccare i suoi amici. Deciso a salvarli, lo sciamano li mette in guardia e li sposta via bruscamente: l'istante successivo il povero Abdul viene disintegrato sotto gli occhi sconvolti dei due amici dallo Stand, dotato del potere di cancellare la materia che attraversa.
  • M-Maledetto! C-Cosa mi hai fatto?! (Vanilla Ice)
Lo scontro col letale Vanilla Ice è particolarmente arduo e Polnareff rischia di morire: a salvarlo è il coraggioso Iggy, che muore per le ferite riportare nel duello. Deciso a vendicare gli amici, Polnareff attacca Ice nel momento in cui appare da dentro Cream per vedere quello che sta succedendo, riuscendo a trafiggerlo alla testa: il nemico tuttavia non muore e Polnareff constata che si tratta di un vampiro. Deciso a proteggere il suo signore Ice prova di nuovo ad attaccare, ma Polnareff apre diversi buchi nel muro facendo penetrare la luce del sole: non accortosi di quanto sta succedendo, Ice viene spinto contro la luce da Silver Chariot, che vendica così Iggy e Abdul vaporizzando il malefico vampiro.
  • Io ho aperto la bara...Non posso esserci dentro! (Nukesaku)
Guidati dal vampiro Nukesaku, i superstiti del gruppo riescono finalmente ad arrivare nella stanza di Dio: al centro di essa vi è la bara del vampiro e i Joestar ordinano al viscido Nukesaku di aprirla. Il vampiro esegue, ma sorprendentemente è lui a ritrovarsi nella bara, sconvolgendo tutti i presenti: mentre il gruppo fugge via dalla stanza, Nukesaku viene fatto a pezzi da Dio per il tradimento involontario che ha commesso.
  • M-Ma...Cos'è stato?! (Senatore Wilson Phillips)
Mentre fa per salire nella sua automobile, il senatore americano Wilson Phillips viene preso in ostaggio da Dio, che lo usa come autista: inizialmente incredulo, il terrorizzato senatore viene costretto ad investire numerose persone sul marciapiede pur di passare. Mentre Dio usa il suo stand The World per affrontare Hierophant Green di Kakyoin, Phillips gli chiede sconvolto cosa stia succedendo: per tutta risposta il malvagio vampiro afferra il senatore e lo scaglia con ferocia contro la macchina dei suoi avversari per fermarli.
  • È un...Messaggio...Amici...Vi dono...I miei ultimi istanti di vita...Signor Joestar...Ne faccia tesoro...E lo dica...Agli altri... (Noriaki Kakyoin)
Utilizzando Hierophant Green , Kakyoin crea una trappola letale in grado di annientare Dio: per tutta risposta il vampiro utilizza il suo Stand The World, in grado di fermare il tempo, per superare la trappola e trafiggere mortalmente al petto il ragazzo giapponese. Mentre uno sconvolto Joseph affronta Dio, Kakyoin ripensa con rammarico alla sua famiglia e appare dispiaciuto per la sua fine: durante i suoi ragionamenti tuttavia riesce ad intuire improvvisamente il vero potere dello Stand del nemico. Mentre Dio si prepara ad eliminare Joseph, l'ultimo Emerald Splash di Hierophant Green distrugge l'orologio del campanile vicino a loro: conscio di aver lasciato ai compagni un prezioso indizio, Kakyoin può spirare in pace.
  • Sai, Jotaro...Mi sono davvero divertito durante questo viaggio...Ne sono capitate di tutti i colori...Già, ah ah...Sono stati cinquanta giorni davvero...Bizzarri! (Joseph Joestar)
Utilizzando The World, Dio ferisce mortalmente Joseph con un coltello: prima di potergli dare il colpo di grazia tuttavia viene raggiunto da Jotaro, che ingaggia battaglia con lui. Grazie ai poteri di Star Platinum, a sua volta in grado di bloccare il tempo per pochi istanti, JoJo riesce a ferire mortalmente l'avversario: incapace di continuare lo scontro, Dio tenta la fuga ma viene colpito ripetutamente da Star Platinum. Il pestaggio tuttavia era stato calcolato dal vampiro, che lo ha sfruttato per farsi lanciare vicino a Joseph in modo da succhiargli tutte le sue energie: mentre Dio si potenzia, lo spirito di Joseph esce dal proprio corpo e, ringraziando il nipote per l'esperienza che hanno condiviso, lo sprona ad annientare il vampiro. Joseph tornerà in seguito in vita quando Jotaro gli farà una trasfusione utilizzando il sangue di Dio.
  • N-No...No! I-Io...Sono Dio...Non posso...Perdereee! (Dio Brando)
Grazie al sangue di Joseph, Dio diventa capace di fermare il tempo per ben nove secondi e con quest'abilità si prepara ad annientare Jotaro: il ragazzo tuttavia ha calcolato tutto e blocca il tempo con Star Platinum al nono secondo, paralizzando l'avversario e ferendolo gravemente. Deciso a chiudere i conti una volta per tutte, Jotaro sfida Dio ad un duello di pura forza tra i loro Stand: il vampiro accetta, ma utilizzando il proprio sangue acceca subdolamente il giovane in modo da ottenere un vantaggio. The World tenta pertanto un calcio, ma il colpo è parato da un pugno di Star Platinum: dopo alcuni istanti di incertezza è lo Stand di uno sconvolto Dio a disintegrarsi, provocando una volta per tutte la morte del malvagio nemico della stirpe dei Joestar.

Diamond is Unbreakable[modifica]

  • Ancora? Ma quanta ne fai? (Vicino degli Higashikata)
  • Queste notizie...Sento puzza di crimine. Temo che nella nostra tranquilla cittadina si annidi un serial killer della peggior specie. (Ryohei Higashikata)
  • Ma che accidenti fai, idiota?! Non è il momento di pensare ai tuoi ridicoli capelli! Fammi uscire immediatamente, o sparpaglierò il cervello del nanerottolo per tutta la città! Muoviti! (Anjuro "Angelo" Katagiri)
  • Okuyasu...Sei sempre stato...Un peso...Per me... (Keicho Nijimura)
  • Josuke...! (Shigekiyo "Shigechi" Yangu)
  • Tro...Va...To... (Harvest)
  • L-La mia mano! Ma cos'è successo?! (Proprietario della sartoria Centipede)
  • Ora...Lui...Ha il viso di... (Aya Tsuji)
  • Che diavolo vai cercando, mentecatto?! Vattene a casa tua! (Satoru Nakae)
  • A-Aiuto...L-La prego, non mi faccia del male...M-Mi perdoni... (Minako Okura)
  • Ormai sono finito, lo vuoi capire?! (Masazo Kinoto)
  • Nooo! Lasciatemi! Lasciatemi! Dove volete portarmi?! Eh?! (Cheap Trick)
  • I-Io...L'ho trovato...Finalmente...Yoshikage Kira è Kosaku Kawajiri! L'ha scoperto il mio Heaven's Door...D-Devo dirlo...A Koichi... (Rohan Kishibe)
  • Jotaro Kujo:Ma quello...!
    Josuke Higashikata:Quello Stand...
    Okuyasu Nijimura:Il demonio che sta attaccato alla gola del moccioso...È lui! Non potrei mai dimenticarlo!
    Koichi Hirose:È Killer Queen!
  • Oh, si! Che bello! (Vicino di Rio)
  • Nooo! Fermati, figliolo! (Fantasma di Yoshihiro Kira)
  • I-Il detonatore...Lo premo...Lo premo...Adesso...Premo...Il deton... (Yoshikage Kira)
  • M-Ma...Dove mi...Stanno portando?! Aaah! (Fantasma di Yoshikage Kira)
  • Grazie...A tutti voi...E addio... (Fantasma di Reimi Sugimoto)

Vento Aureo[modifica]

  • Adesso basta! Sei finito! (Luca Il Lacrimoso)
  • C-Che strano...C-Cosa mi sta succedendo? N-Non riesco più a muovermi...C-Chiama qualcuno...U-Un dottore...Ti prego... (Bidello)
  • ...Cos'è stato? (Polpo)
  • C-Che stress...Fare la spesa...Non è stato...Tanto facile...Vero, Narancia? Ma d'ora in poi...Sarà sempre peggio...Per voi... (Formaggio)
  • Magnaccia:Le pistole sono pericolose...Potresti metterla via?
    Partner di Abbacchio: Ma che fai, Abbacchio?! Quello è armato!
  • Ci ero riuscito...Ho parato il colpo...Ho sacrificato una mano per uscire da guai...E invece... (Illuso)
  • P-Per favore...V-Vacci tu...Và...A fermare...Il treno... (passeggero del treno)
  • La gloria...È tua...! Fallo fuori...Ammazzalo, Pesci...Ti...Proteggo...Io... (Prosciutto)
  • Vi ho presi tutti! Così imparate, stronzetti! (Pesci)
  • Mi...Serve...Un...Testi...Mone... (Madre di Baby Face)
  • B-Brucio...Vado a fuoco...Brucio! Ah! (Baby Face)
  • L-Lo Stand di quel novellino...! Ha trasformato i resti di Baby Face in un...Ah! (Melone)
  • Prego per la vostra incolumità dal profondo del cuore. Grazie al boss ho vissuto una vita sontuosa e ricca di soddisfazioni. Devo tutto a lui. Non rimarrà nessuna traccia. A ripulire ci penseranno i miei uomini. Loro sono all'oscuro di tutto... (Pericolo)
  • Cos'hai detto?! (Ghiaccio)
  • Primo spacciatore:Un ragazzino? Che ci facevi sotto il letto?! Sta attento con quell'arnese! Mollalo!
    Secondo spacciatore: È soltanto un moccioso! Strappagli il coltello!
  • Prova...A prevedere cosa farò adesso...Boss! Come mi comporterò nei prossimi secondi?Dà un'occhiata a cosa succederà dopo...Vedrai me e Trish già di sopra! Che sorpresa, eh? (Bruno Bucciarati)
  • Squalo...Non è andata...Proprio secondo i piani...Ma il risultato finale non cambia...La vittoria...Rimane nostra...Giusto? (Tiziano)
  • Che spirito indomito...Nonostante siano traditori...E siano destinati ad essere eliminati dal boss...Qual è...L'ideale che li spinge...Che gli dà la forza?(Squalo)
  • Ma certo! Ah ah ah ah ah ah ah ah! Questa è la mia mano! Ma quando mi è stata tranciata?! Io non capi... (Indovino)
  • Stavolta...Sarò io a sfruttare Aerosmith! Beccati questa! (Risotto Nero)
  • Santa pazienza...Via dai piedi! (Leone Abbacchio)
  • M-ma tu...Ma certo! Tu sei il collega che venne ucciso perché io mi lasciai corrompere! (Spirito di Leone Abbacchio)
  • Dannato bastard...! (Cioccolato)
  • Devo disattivarlo! Argh! (Secco)
  • Questa è una scommessa...Una scommessa che avrà, se non altro, lo scopo di non lasciare la freccia nelle mani di Diavolo...La Freccia è la speranza...Non volevo mostrarglielo, però...Non potendo più combattere, non ho nemmeno la possibilità di controllarne appieno il potere...La persona che riuscirà a controllare questa Freccia...Potrà dominare il mondo intero... (Jean Pierre Polnareff)
  • È fatta... (Narancia Ghirga)
  • Mi sento così solo...Capo...Mi telefoni...Come sempre...Aspetto...La sua...Telefonata... (Aceto Doppio)
  • Non temere, Giorno...Tutto è semplicemente di nuovo...Come doveva essere. Siamo solo tornati all'inizio... (Spirito di Bruno Bucciarati)
  • L-La mia previsione...È la realtà assoluta che sta per compiersi! Il mio invincibile King Crimson si sta avvicinando alla vittoria! (Diavolo)
  • Questo dolore...In un posto simile...! I-Io sono Diavolo! Un tipo del genere non può...Uh! Sto perdendo conoscenza! (Diavolo)
  • Non riesco a muovermi...L-Le mie dita...Il mio corpo! Ma che razza di...? (Diavolo)
  • Ma che accidenti sta succedendo?! Continua ad esserci qualcosa di strano...Questi modi assurdi di...Possibile che sia colpa...Di quel dannato Gold Experience Requiem?! (Diavolo)