Utente:Spinoziano/Sandbox

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


Non nobis solum, sed toti mundo nati

Final Fantasy XIII, videogioco di ruolo del 2009.

Tagline
Hai il coraggio di affrontare il tuo destino?

Incipit[modifica]

I tredici giorni dopo il nostro risveglio sono stati l'inizio della fine. (Vanille)

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Vostra Eminenza! (Jihl Nabaat) [ultime parole]
  • Se non affrontate la verità, almeno affrontate il pericolo in cui vi trovate. (Dysley)
  • Sono qui di mia iniziativa, non per ordine dei fal'Cie. Vedervi combattere mi ha fatto ricordare. Ha rievocato il futuro per cui lottavo. Sfiderò anch'io il mio destino. (Cid Raines)
  • È ironico. Quello che cercavo era solo un istante di trionfo. Non importa come finirà. Fate ciò che ritenete giusto. Fidatevi di voi stessi. (Cid Raines) [ultime parole]
  • Ragnarok. | Nel giorno dell'ira, oh l'Cie di Pulse, | asseconda il tuo fato, brucia la tua dimora. | Le anime estinte accolgano la nostra supplica, | affrettino il ritorno del divino. | Oh miserevole errante, Ragnarok. | Fa' che questo giorno inauguri un'epoca mirabile. | Conduci il divino. | Ragnarok. (Dysley) [con le sembianze di Serah]
  • O forse alimenterò la paura verso i lupi di Pulse e lascerò che le pecore si massacrino a vicenda. (Dysley)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sazh: Vogliono combattere tutti.
    Lightning: Buon per loro.
  • Snow: Il nostro motto?
    Yuj: L'esercito non è niente per il NORA!
  • Gadot: Allora, capo. Qual è il piano?
    Snow: Assalto e fuoco a manetta.
    Maqui: Ehi, quello non è un piano!
    Lebreau: I veri eroi non ne hanno bisogno!
  • Serah: Voi potete salvarci.
    Lightning: Serah?
    Serah: Potete salvarci. Difendere tutti noi. Salvare... Cocoon.
    Lightning: Salvare Cocoon? Serah, era questa la tua missione?
    Snow: Qualsiasi cosa. Farò qualsiasi cosa. Ci penso io, vedrai. Difenderò Cocoon! Salverò tutti!
    Lightning: Sistemerò io le cose, in un modo o nell'altro.
    Snow: Stai tranquilla.
    Serah [ultime parole]: Grazie.
  • Lightning: Non prendo ordini dai fal'Cie. Come vivere lo decido io.
    Sazh: Vuoi forse dire "come morire"?
  • Serah: Quando avremo finito, diventerò un cristallo.
    Snow: Non preoccuparti. Quando un l'Cie compie la propria missione, ottiene in dono l'eternità. Non la chiamerebbero eternità se morissi.
  • Hope: Perché hanno scelto NORA come nome?
    Lightning: È uno stupido acronimo. Il loro piccolo codice. Sta per "niente obblighi, regole o autorità".
  • Hope: Non c'è speranza. Non per i l'Cie.
    Lightning: Abbiamo te.
    Hope: Hope è solo il mio nome.
    Lightning: Anch'io ero come te. I miei genitori sono morti. Dovevo essere forte per Serah, e dimenticare il mio passato. E così sono diventata "Lightning". Con un nome diverso credevo di poter diventare un'altra. Ero solo una ragazzina. Lightning. Un bagliore che brilla e svanisce. Non protegge nulla. Distrugge solamente.
  • Fang: Ci vuole un piano.
    Snow: Da quando gli eroi hanno bisogno di piani?
  • Snow: Anche se siamo l'Cie, dobbiamo continuare a lottare.
    Hope: Sì, ma se altre persone vengono coinvolte? Cosa succede quando quello che fai distrugge la vita di qualcuno? Che senso ha se la gente muore, Snow?
    Snow: Io...
    Hope: Come rimedi a ciò che hai fatto?
    Snow: Non posso. Va bene? Cose del genere non si possono aggiustare. Davanti alla morte, quando qualcuno non c'è più, le parole sono inutili.
    Hope: Ah sì? La gente muore e tu fuggi via?
    Snow: Lo so! È tutta colpa mia! Ma non so come rimediare! Da dove si comincia? Cosa si può dire? Posso solo andare avanti.
  • Sazh: È sempre bello essere tra amici.
    Vanille: Il divertimento raddoppia e le preoccupazioni si allontanano.
    Sazh: E niente può far paura, basta avere qualcuno accanto.
  • Snow: Non puoi usare così le persone!
    Dysley: Cos'altro si può fare con degli strumenti?
  • Lightning: Non è da te avere ripensamenti.
    Snow: Beh, anche gli eroi sbagliano.
    Lightning: E il tuo piano di proteggere Cocoon? In ogni caso, la tua fiducia in Serah era forte. Quella forza ti ha portato fin qui.
    Snow: Era tutto sbagliato.
    Lightning: Ok. Hai provato così tanto a convincerci che hai ingannato persino te stesso. Sei stato un perfetto idiota. Però questo... mi ha salvata. Hai avuto fiducia in Serah. Lasciati guidare da quella fede. Ha dato la voglia di credere persino a me.
  • Snow: Se siamo fortunati, potremmo anche trovare il modo di liberarci di questi stupidi tatuaggi.
    Vanille: Ma non c'è un modo.
    Fang: Non si sa mai. Forse non l'abbiamo cercato abbastanza.
  • Vanille [a Hope]: Su Gran Pulse siamo tutti una famiglia. Che ti piaccia o no, ci devi sopportare.
    Sazh: All'inferno non si è mai soli.

Altri progetti[modifica]

Note[modifica]


  • [...] Steins; Gate è uno degli spettacoli più intelligenti dell'anno, molto probabilmente del decennio. [...] Il modo sottile e subdolo in cui il protagonista si rivela essere ciò che più disprezza – il tipo di scienziato che rimodellerà il mondo secondo il proprio volere, senza preoccuparsi delle conseguenze – ci prepara a un epilogo da brivido per come egli cerca di riparare al danno. Accumulando i riferimenti di genere in una grotta di Aladino di sogni e desideri e impostare il tutto in Akihabara Dreamland otaku sono colpi maestri, ma impostare solo la scena per i colpi di scena a venire.
    In un certo senso, si tratta di un buona cosa per il resto del anime che lo stile non corrisponde al tracciato. Ciò avrebbe reso imbattibile. Così com'è, il design e l'animazione fare il lavoro, ma non di più.
[...] Steins;Gate is one of the cleverest shows of its year, quite possibly of its decade. [...] The sly, subtle way that the protagonist turns out to be the very thing he most despises—the kind of scientist who'll reshape the world to his will without a thought for the consequences—sets us up for a thrill-ride denouement as he tries to undo the damage. Piling up the genre references into an Aladdin's cave of dreams and wishes and setting the whole thing in otaku dreamland Akihabara are master strokes, but they only set the scene for the twists and turns to come.
In a way, it's a good thing for the rest of anime that the style doesn't match the plotting. That would have made it unbeatable. As it is, the design and animation do the job, but no more.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]