Victor Victoria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Victor/Victoria

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Victor/Victoria

Lingua originale inglese / francese
Paese Gran Bretagna, Stati Uniti d'America
Anno 1982
Genere commedia, musicale
Regia Blake Edwards
Soggetto

Hans Hoemburg

dalla sceneggiatura del 1933 di Reinhold Schünzel
Sceneggiatura Blake Edwards
Produttore

Tony Adams, Blake Edwards

Gerald T. Nutting (associato)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Victor Victoria, film del 1982 con Julie Andrews, regia di Blake Edwards.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • La gente crede a quello che vede. (Toddy) [a Victoria]
  • Quando balli ricordati: devi sbracciarti, darci sotto, gesticola! Ricordati, sei una checca travestita! (Toddy)
  • Non è mica la fine del mondo, sai? Guarda che capita a tutti quanti. A voi uomini, dico. Noi siamo fortunate. Noi donne, voglio dire, possiamo anche fare finta se necessario. (Norma) [a King Marchand, che soffre di impotenza]

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Norma: Tu sei veramente una checca?
    Toddy: Noi preferiamo dire "gay".
    Norma: Oh! Ma sei così... attraente. Be', io dico che è un terribile spreco! Ma... lo sai cosa ti dico?
    Toddy: Cosa?
    Norma: Io dico che la donna giusta ti potrebbe convertire.
    Toddy: Ah sì? E io credo che la donna giusta potrebbe convertire te.
  • Victoria: Lei mi crederebbe se le dicessi che siamo innamorati?
    King Marchand: No.
    Victoria: Perché l'omosessualità è innaturale e quindi peccaminosa?
    King Marchand: Chi è che lo dice?
    Victoria: Oh, i pii custodi della morale e gli eterosessuali terrorizzati.
  • King Marchand: Non m'importa se sei un uomo. [la bacia]
    Victoria: Sì, ma io non sono un uomo.
    King Marchand: Non me ne importa lo stesso. [si baciano di nuovo]
  • King Marchand: Puoi smettere di simulare, no?
    Victoria: Ed essere cosa?
    King Marchand: Essere te stessa.
    Victoria: E cioè chi sono?
    King Marchand: Ma come "chi sei"? Una donna innamorata di un uomo.
    Victoria: Sì...
    King Marchand: Ma tu mi stai ascoltando.
    Victoria: Hai detto "una donna innamorata di uomo", ma non hai finito.
    King Marchand: Ok. Qual è la fine?
    Victoria: Una donna innamorata di uomo che finge di essere un uomo che finge di essere...
    King Marchand: Ho detto che puoi smettere di fingere.
    Victoria: Ma il fatto è che io non credo di volerlo. [...] E c'è dell'altro: trovo tutto così affascinante. Insomma, ora ho a mia disposizione come uomo cose che non avrei mai potuto avere come donna. Sono emancipata.
  • King Marchand: Quanto tempo è che... Da quanto sai esattamente di essere...
    Squash: Quando ho scoperto che ero gay?
    King Marchand: Sì.
    Squash: Non mi ricordo di quando non lo ero.
    King Marchand: Ma io ti conosco da quindic'anni.
    Squash: Sapessi da quanto mi conosci e non te n'eri mai accorto.
    King Marchand: Sì, ma tu eri molto virile. Dico, io non ho mai visto un giocatore di football più brutale, violento, grintoso e figlio di puttana in tutta la mia vita!
    Squash: Se non vuoi che gli uomini ti chiamino "checca" tu ci diventi violento e grintoso e figlio di puttana.

Altri progetti[modifica]