Vigdís Finnbogadóttir

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Vigdis Finnbogadóttir)
Jump to navigation Jump to search
Vigdís Finnbogadóttir, 1985

Vigdís Finnbogadóttir (1930 – vivente), politica islandese.

Citazioni di Vigdís Finnbogadóttirn[modifica]

  • I vichinghi nostri antenati sono arrivati in America prima di Cristoforo Colombo, ma se ne sono andati subito. Per fortuna di tutti: sennò oggi il mondo intero parlerebbe islandese, che è una lingua molto complicata e molto difficile. (da un discorso pronunciato a New York, 1992)[1]
  • Le lingue minoritarie stanno scomparendo perché le nuove generazioni vengono mandate in scuole dove imparano solo la lingua ufficiale e questo accade ovunque. E i genitori hanno spesso paura che i loro figli non avranno successo nella vita se prima non parlano la lingua ufficiale. Questo è successo con il popolo Sami della Finlandia, ed è successo in Bretagna, dove i francesi hanno soffocato la loro vecchia lingua.
Minority languages are disappearing because new generations are sent to schools where they only learn the official language and this happens widely. And parents are often afraid that their children will not succeed in life unless they first and foremost speak the official language. This has happened with the Sami people of Finland, and it happened in Bretagne where the French suffocated the old language.[2]
  • Una donna vive la vita in modo diverso da un uomo. Il miglior risultato si ottiene lasciando che di un problema siano le esperienze delle donne e degli uomini ad influenzare il risultato.
A woman experiences life in a different way than a man. The best result is achieved by letting both women's and men's experiences of an issue affect the outcome.[3]

Note[modifica]

  1. Come riportato nel libro "Il Citanazioni – Giro del mondo in 365 battute", di Furio Lettich e Massimo Morello, edizioni A. Vallardi, 1993
  2. (EN) Dall'intervista di Edda Jóhannsdóttir Vigdís Finnbogadóttir: Our Language Is What We Are, jonaa.org, ottobre 2017.
  3. Come riportato nel libro Women of Power Half a Century of Female Presidents and Prime Ministers Worldwide, di Torild Skard, Policy Press, 2014, ISBN 978-1447315780.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]