Virginia Oldoini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La Contessa di Castiglione in una foto di Pierre-Louis Pierson, 1963-66 ca.

Virginia Elisabetta Luisa Carlotta Antonietta Teresa Maria Oldoini, coniugata Verasis Asinari e storiograficamente nota come Contessa di Castiglione (1837 – 1899), nobildonna e patriota italiana.

Citazioni di Virginia Oldoini[modifica]

  • [Dalla lettera di rimostranze all'editore del quotidiano parigino Le Gaulois che in una una cronaca mondana aveva pesantemente ironizzato sulla sua vecchiaia che le aveva fatto perdere ogni bellezza] Se sono vecchia e brutta non è colpa mia e fino ad oggi ho creduto che se non la bruttezza almeno la vecchiaia meritasse il rispetto delle persone perbene.[1]

Citazioni su Virginia Oldoini[modifica]

  • [In riferimento alla sua liasion con l'Imperatore Napoleone III di Francia] In quel momento – ai tempi della guerra di Crimea – per il Regno sabaudo era fondamentale stringere un'alleanza indissolubile con la Francia in funzione antiaustriaca. Con l'incoraggiamento di Vittorio Emanuele II (con il quale la contessa già nel 1885 aveva avuto un incontro amoroso fugace, ma destinato a ripetersi nel tempo, nonché, si disse, una sorta di tacito consenso del marito, Virginia Oldoini – intelligente, spregiudicata, con una qualche vocazione al mestiere dell'attrice – fu individuata come la persona adatta a saldare quell'asse. E lei si prestò. Con entusiasmo. Cavour parlò esplicitamente del suo piano in una lettera al ministro degli Esteri Luigi Cibrario: «Vi avverto che ho arruolato nelle file della diplomazia la bellissima Contessa di Castiglione, invitandola a conqueter ed a sedurre, ove d'uopo, l'Imperatore». Aggiungeva poi, l'allora presidente del Consiglio, che la dama si era già messa all'opera.(Paolo Mieli)
  • Virginia Oldoini, contessa di Castiglione, morì a Parigi allo scader dell'Ottocento, il 29 novembre del 1899, colpita da apoplessia cerebrale. Aveva 62 anni. Da tempo viveva appartata e progettava una mostra di proprie fotografie che doveva inaugurarsi, pochi mesi dopo, in occasione dell'Esposizione universale, con il titolo La più bella donna del secolo. (Paolo Mieli)

Note[modifica]

  1. Citato in Paolo Mieli, Seduzione patriottica La Contessa di Castiglione contribuì con il suo fascino all'unità italiana, Corriere della Sera, 11 ottobre 2021.

Altri progetti[modifica]