Will Self

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Will Self, 2002

Will Self, all'anagrafe William Woodard Self (1961 — vivente), scrittore, giornalista e personaggio televisivo britannico.

Incipit di alcune opere[modifica]

Grandi scimmie[modifica]

Simon Dykes, l'artista, si fermò con un bicchiere a noleggio in mano a guardare un otto-con sbucare dietro il muro di mattoni marrone di un palazzo, scivolare attraverso una striscia di acqua grigioverde per poi scomparire nel cemento grigio di un altro edificio.[1]

Una sfortunata mattina di mezza estate[modifica]

Affacciato a una delle balconate del residence Mimosa, Tom Brodzinski ciucciava il filtro umidiccio della sua sigaretta e intanto giurava a sé stesso che sarebbe stata l'ultima.
Ma del resto, si rammentò a un tratto, se l'era giurato già un mucchio di volte. Questa volta, però, sarebbe andata diversamente.

Note[modifica]

  1. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

Bibliografia[modifica]

  • Will Self, Una sfortunata mattina di mezza estate, traduzione di Olivia Crosio, Fanucci Editore, 2011. ISBN 9788834717752

Altri progetti[modifica]