William C. Dietz

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
William C. Dietz, 2008

William Corey Dietz (1945 — vivente), scrittore statunitense.

Incipit di Mass Effect. Deception[modifica]

Erano state necessarie molte settimane di sforzi per rintracciare l'oggetto, da dov'era stato rubato fino alla patria dei Batarian e all'antica città di Thondu. C'erano molte cose in quel luogo che a Kai Leng non piacevano, incluse le strade gremite, l'architettura asimmetrica e il cibo. Ma più di tutto, non gli piacevano i Batarian. Non perché molti di loro fossero pirati e schiavisti, ma perché si trattava di alieni e pertanto di una minaccia per la specie umana. La cosa lo rendeva un estremista, per non dire un razzista, e a Leng andava bene così.

Bibliografia[modifica]

  • William C. Dietz, Mass Effect. Deception, traduzione di Virginia Petrarca, Multiplayer.it edizoni, 2012. ISBN 9788863551648

Altri progetti[modifica]