Wolf Children - Ame e Yuki i bambini lupo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Wolf Children - Ame e Yuki i bambini lupo

Immagine Okami Kodomo no Ame to Yuki (Logo).svg.
Titolo originale

おおかみこどもの雨と雪
Ōkami Kodomo no Ame to Yuki

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Anno 2012
Genere animazione
Regia Mamoru Hosoda
Soggetto Mamoru Hosoda
Sceneggiatura Mamoru Hosoda, Satoko Okudera
Produttore Yuichiro Saito
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Wolf Children – Ame e Yuki i bambini lupo, film d'animazione giapponese del 2012, regia di Mamoru Hosoda.

Incipit[modifica]

Potrebbe sembrarvi una favola, potreste persino riderne, o dirmi che al mondo non possono accadere cose così strane. Eppure questa, senza alcun dubbio, è la vera storia di mia madre. La persona di cui mia madre s'innamorò era un uomo lupo. (Yuki)

Frasi[modifica]

  • Che si trasformassero nelle notti di luna piena o che aggredissero gli esseri umani, mia madre scoprì che erano solo leggende. "Il mondo è pieno di cose che non conosco". Questo fu quello che mia madre pensò. [...] Mio padre discendeva dalla stirpe dei lupi giapponesi, considerata estinta da un secolo. L'ultimo esemplare vivente di una razza dal sangue per metà umano e per metà lupo. (Yuki)

Dialoghi[modifica]

  • Uomo lupo [dopo aver mostrato il suo aspetto di lupo]: Sei sorpresa? [Hana fa cenno di sì] Vuoi smettere di vedermi? [Hana fa cenno di no] Però stai tremando. Hai paura?
    Hana: Non ho paura. Perché sei sempre tu.
  • Uomo lupo: Sarebbe bello avere una casa. Rientrando la sera direi: "Eccomi, sono tornato". Poi mi laverei il viso e le mani e sprofonderei su una poltrona. Sarebbe bello, non trovi? Costruirei una libreria, la riempirei di libri e poi inizierei subito a costruirne un'altra. Potrei fare ciò che voglio, perché sarei a casa mia.
    Hana: Già, e al tuo rientro potrei dirti: "Ben tornato a casa".
  • Hana: Sono felice che [Yuki] sia nata senza problemi.
    Uomo lupo: Siamo... solo all'inizio, vedrai quante cose succederanno.
    Hana: Sarà una ragazza gentile?
    Uomo lupo: Secondo me sarà intelligente.
    Hana: Che cosa diventerà da adulta?
    Uomo lupo: Che diventi un'infermiera, un'insegnante, o una fornaia, vorrei che facesse quello che le piace.
    Hana: Speriamo che cresca in salute... e che non debba mai soffrire.
    Uomo lupo: Ci prenderemo cura di lei, finché non sarà grande.
    Hana: Hmm...

Explicit[modifica]

Più tardi, mia madre mi disse che non avrebbe mai dimenticato quella mattina. Le foglie di faggio appena lavate, le ragnatele impregnate d'acqua, il cielo terso... ogni cosa brillava illuminata dal sole. Per mia madre, fu proprio come se il mondo fosse rinato in una sola notte.
L'anno successivo, andai via da casa, e mi stabilii nel dormitorio scolastico delle medie. Quando parliamo di quei dodici anni in cui ci ha cresciuto, mia madre sorride, e dice che per lei sono passati in un attimo... giusto il tempo di una favola. Il suo sorriso pieno, soddisfatto, come di chi ha lo sguardo rivolto verso una vetta lontana, quel sorriso, riesce sempre a scaldarmi il cuore.
Ancora oggi, mia madre, continua a vivere serena in quella casa vicino alle montagne. (Yuki)

Altri progetti[modifica]