Casa

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Case di legno in Russia

Citazioni sulla casa.

Citazioni[modifica]

  • Benvenuto in mia casa. Entrate e lasciate un po' della felicità che recate. (Dracula di Bram Stoker)
  • Casa fatta di nuovo e vigna posta, non può l'uom sapere quanto gli costa. (Cristoforo Poggiali)
  • Casa non è il posto, sono le persone. (NCIS: New Orleans)
  • Casa (s.f.). 1. Costruzione cava eretta per essere abitata da uomini, topi, scarafaggi, mosche, zanzare, pulci, bacilli e microbi. (Ambrose Bierce)
  • Ci vuole una vita intera per fare di un'abitazione una casa. (Ai confini della realtà (serie televisiva 1959), quinta stagione)
  • È così stupendamente borghese l'amore per la donna massaia e riposante, per la donna che rattoppa le calze e attende tranquilla, a casa, il suo unico amore. (Mario Mariani)
  • Il posto dove si va ad abitare non è così importante... Io stesso ho vagabondato costantemente da un posto all'altro, straniero ovunque... L'ideale di un uomo come me è sentirsi a casa in qualunque posto. (Albert Einstein)
  • L'unico scopo reale di una casa è quello di essere la casa di una bambola. Non si ricorda, quando lei era un bambino, di come quelle piccole finestre fossero veramente finestre, mentre le finestre grandi non lo erano? Un bambino ha la casa di una bambola, e grida di gioia quando vede aprirsi la porticina verso l'interno. Un banchiere ha invece una vera casa, ma quanti banchieri non riescono ad emettere nemmeno un debole grido quando le loro vere porte anteriori si aprono verso l'interno! (Gilbert Keith Chesterton)
  • L'uomo ama tutto ciò che serve alla sua comodità e odia tutto ciò che lo infastidisce e vuole strapparlo dalla posizione sicura che ha raggiunto. È per questo che ama la casa e odia l'arte. (Adolf Loos)
  • La carità comincia a casa propria, e la giustizia dalla porta accanto. (Charles Dickens)
  • La casa è dove si trova il cuore. (Plinio il Vecchio)
  • Nessun posto è bello come casa mia. (Il mago di Oz)
  • Non desiderare la casa del tuo prossimo. (Libro dell'Esodo)
  • Non è necessario che tu esca di casa. Rimani al tuo tavolo e ascolta. Non ascoltare neppure, aspetta soltanto. Non aspettare neppure, resta in perfetto silenzio e solitudine. Il mondo ti si offrirà per essere smascherato, non ne può fare a meno, estasiato si torcerà davanti a te. (Franz Kafka)
  • Nulla è più triste che il trovarsi in una casa dove le persone e le cose che dovrebbero essere le più intime ci sono quasi sconosciute. (Carlo Maria Franzero)
  • Ogni casa ha il suo odore inconfondibile. Qualcosa che ti eccita e ti spaventa. Come quando torni a casa dalle vacanze e rimani sul ballatoio, con la porta aperta e le valigie a terra. Indeciso se profanare quella strana penombra. (Alfredo Accatino)
  • Poco ne so, delle case: di qualcosa | come loro allegria loro dolore, | talvolta, se mi fermo, mi ricordo. | [...] | Sai come sono, le case: se le denudi, | subito s'irrigidiscono. (Giorgos Seferis)
  • Quanti uomini che credono di aver trovato una casa scoprono invece di avere aperto una taverna per i propri amici. (Norman Douglas)
  • Questa è la vera natura della casa: il luogo della pace; il rifugio, non soltanto da ogni torto, ma anche da ogni paura, dubbio e discordia. (John Ruskin)
  • Triste è giungere alla casa paterna quando la folgore s'è abbattuta sulla quercia maggiore. (Carlo Maria Franzero)
  • Una casa è una macchina per abitare. (Le Corbusier)
  • Voglio andare a casa, | la casa dov'è? | La casa dove posso stare in pace. | Io voglio andare a casa, | la casa dov'è? | La casa dove posso stare | con pace con te. (Jovanotti)
  • Vorrei avere nella mia casa: una donna ragionevole, un gatto che passi tra i libri, degli amici in ogni stagione senza i quali non posso vivere. (Guillaume Apollinaire)

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • Abbia pur figli, abbia bicchieri assai, non ne avrà troppi la tua casa mai.
  • Buono è l'amico, buono il parente, ma triste la casa dove non si trova niente.
  • Camera adorna, donna savia.
  • Casa compita avrem nell'altra vita.
  • Casa forte ha quattro colonne: padre valente, madre prudente, figlio obbediente, fratello compiacente.
  • Casa mia, casa mia, per piccina che tu sia, tu mi sembri una badia.
  • Casa senza amministrazione, nave senza timone.
  • Casa senza inquilini, nido di topi.
  • Chi ha la sua casa, poco gli manca.
  • Chi imbianca la casa, vuole affittarla.
  • Chi non ha casa non ha contrada.
  • Chi non ha casa non può farsi la cuccia.
  • Chi vuole casa netta, gente d'altri non ci metta.
  • Ciascuno a casa sua, muove la coda e il sedere, in casa degli altri soltanto la coda.
  • Dalla casa si riconosce il padrone.
  • È buona cosa la messa udire, ma è meglio la casa custodire.
  • Giusto è la Patria amar, amano anch'esse le spelonche natie le fiere stesse.
  • Il pane fatto in casa è sempre il più saporito.
  • In casa propria si fa come si vuole; in casa altrui, come si può.
  • La bella gabbia non nutre l'uccello, sotto i suoi tetti è il viver più bello.
  • La casa e la moglie si godono più di ogni altra cosa.
  • La casa è sempre casa per umile che sia.
  • La casa va sempre male quando la donna porta i calzoni e l'uomo il grembiule.
  • Lontan da casa sua, vicino a qualche disgrazia.
  • Magari male, ma a casa sua.
  • Nella casa dove c'è un buon dottore o un ricco prete, non si sente né fame né sete.
  • Nessuno può indovinare quanto costi impiantare una casa o una vigna.
  • Niente è più bello di casa nostra.
  • Non vi è pace in quella casa dove la gallina canta e il gallo tace.
  • Per Pasqua e per Natale, nessuno lascia il suo casale.
  • Più vale il fumo di casa mia, che l'arrosto dell'altrui.
  • Quando la casa brucia, tutti si scaldano.
  • Quando uno è stato a casa del diavolo, sa ciò che vi avviene.
  • Una buona donna in casa è la miglior cassa di risparmio.
  • Una casa senza donna è come una lanterna senza lume.

Toscani[modifica]

  • A ogni uccello suo nido è bello.
  • Amico vecchio e casa nuova.
  • Beata quella casa che un battitor sol ha.
  • Casa che ha buon vicino, val più qualche fiorino.
  • Casa di terra, caval d'erba, amico di bocca, non vagliono il piede d'una mosca.
  • Casa fatta e terra sfatta.
  • Casa fatta e vigna posta, mai si paga quanto costa.
  • Casa fatta e vigna posta, non si sa quel che la costa.
  • Casa fatta, possession disfatta.
  • Casa mia, casa mia, per piccina che tu sia, tu mi sembri una badia.
  • Casa mia, donna mia, pane e aglio, vita mia.
  • Casa mia, mamma mia.
  • Casa nuova, chi non ve ne porta non ve ne trova.
  • Casa per suo abitare, vigna per suo logorare, terren quanto si può guardare.
  • Casa sua, vita sua.
  • Chi non cura sua magione, non è uomo di ragione.
  • Chi non ha casa, l'accatta.
  • Chi vuol la casa monda, non tenga mai colomba.
  • È meglio essere il primo a casa sua che il secondo a casa d'altri.
  • In casa de' ladri non ci ruba.
  • In casa de' sonatori non si balla.
  • In casa sua ciascuno è re.
  • La bella gabbia non nutre l'uccello.
  • La casa e la moglie si godono più d'ogni altra cosa.
  • La porta di dietro è quella che ruba la casa.
  • Le case grandi dal mezzo in su non s'abitano.
  • Ogni formica ama il suo buco.
  • Ogni tristo cane abbaia da casa sua.
  • Ogni uccello canta meglio nel suo nido che in quello degli altri.
  • Ogni uccello fa festa al suo nido.
  • Ogni volpe ama la sua tana.
  • Ognuno è padrone in casa sua.
  • Più ne sa un pazzo a casa sua, che un savio a casa d'altri.
  • Se vuoi guardar la casa, fai un uscio solo.
  • Va' in piazza, vedi e odi; torna a casa, bevi e godi.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]