Paperon de' Paperoni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Zio Paperone)

Paperon de' Paperoni, "il papero più ricco del mondo", personaggio Disney noto anche con il diminutivo di Paperone o con il nome Zio Paperone.

Citazioni di Paperon de' Paperoni[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Frase celebre] 500 triplitrilioni multipludilioni quadricatilioni centrifugatilioni di dollari e 16 centesimi valgon bene una battaglia, o io non son più Paperon de' Paperoni! (da La grande dinastia dei paperi – 1)
  • Che gusto c'è a possedere undici ottilioni di dollari, se non ci faccio un po' di chiasso attorno? (da Paperino e la scavatrice, 1949, testo e disegni di Carl Barks)
  • "Cogito ergo sum" é del filosofo Cartesio il seguente pensiero: È pertanto evidente che chi non pensa non esiste, ma chi non esiste non paga le tasse e chi non paga le tasse non ha pensieri! (da " I pensieri di Paperone " 1973).
  • Dannazione delle dannazioni! Non esiste impresa in cui non abbia lo zampino! Io non sono un uomo! Sono una piovra che stende i tentacoli ovunque! (da Zio Paperone e le sette città di Cibola, 1954, testo e disegni di Carl Barks)
  • Ecco qui un buono a nulla che mi deve dieci miserabili cent... fin dal 1950! È scandaloso! Chiunque mi deve meno di due milioni di dollari è un morto di fame! (da Zio paperone pesca lo skirillione, 1954, testo e disegni di Carl Barks)
  • [Prima apparizione] Eccomi qua, nella mia comoda dimora, aspettando che passi il Natale! Bah! Che stupida festa, in cui tutti si vogliono bene! Ma per me è diverso! Tutti mi odiano e io odio tutti! E tutti a comprare regali... Pare che si divertano! Non mi sono mai divertito, io! (da Paperino e il Natale su Monte Orso, in Four Color Comics n. 178 del dicembre del 1947, testo e disegni di Carl Barks)
  • Ho finito proprio adesso di contare il mio denaro e non ricordo più il totale! Ci ho messo tredici anni a contarlo, ed è stato tempo sprecato! Sprecato! (da Zio Paperone e la Stella del polo, 1953, testo e disegni di Carl Barks)
  • Ho imparato la lingua quando vendevo falciatrici nel Sahara! (da Zio Paperone e le miniere di Re Salomone, 1957, testo e disegni di Carl Barks)
  • Il mio socio Jacob Marley, morto sette anni fa esatti. Eh, era bravo lui: rubava alle vedove, e truffava i poveri! Eheheheheheh! Nel testamento mi aveva lasciato i soldi per una lapide. Ah! Io l'ho fatto seppellire in mare![1] (Canto di Natale di Topolino)
  • Nessuno è povero, quando può fare ciò che gli piace quando gli piace!... A me piace tuffarmi nel denaro, come un pesce baleno, e scavarci gallerie, come una talpa, e gettarlo in aria e farmelo ricadere sulla testa! (da Zio Paperone e la disfida dei dollari, 1952, testo e disegni di Carl Barks)
  • Non posso continuare a perdere un miliardo al minuto! Continuando così fra seicento anni sarò rovinato! (da Paperino e la clessidra magica, 1950, testo e disegni di Carl Barks)
  • Quando vedo qualcuno alla mia mercé, non c'è motivo per non approfittarne! (da Paperino e la clessidra magica, 1950, testo e disegni di Carl Barks)
  • Sì! Doretta Doremì, la stella del polo! Aveva gli occhi splendenti come stelle, e il suo cuore era freddo come il ghiaccio della tundra, il solo ghiaccio vivo che abbia mai visto! (da Zio Paperone e la Stella del polo, 1953, testo e disegni di Carl Barks)
  • Siccome io possiedo sette chilometri cubici d'oro, la gente crede che io possa comprare ogni cosa! (da Paperino e i doni inattesi, 1950, testo e disegni di Carl Barks)
  • Un pianoforte suonava laggiù e, sul palcoscenico entrava Doretta Doremì, la Stella del polo! Cantava "son fili d'oro" con la sua voce dolce e soave, come il fruscio di un biglietto da mille! (da Zio Paperone e la Stella del polo, 1953, testo e disegni di Carl Barks)

Saga di Paperon de' Paperoni[modifica]

  • Che mi serva di lezione! La vita è piena di lavori duri e ci saranno sempre dei furbi pronti a imbrogliarmi! Beh, sarò più duro dei duri e più furbo dei furbi... e farò quadrare i miei conti!
  • Il talento non esiste! Esistono soltanto l'ispirazione e l'ambizione, e le mie sono roventi!
  • ...Non finisce qui, il mondo è pieno di opportunità per un papero che può pensare un po' di più e saltare un po' più in fretta degli altri! E io sto accumulando Esperienza!
  • Questo paesaggio non è dissimile dagli altri che ho visto! Così pulito e orgoglioso nella sua integrità! Qui è possibile affrontare il mondo a modo proprio! Si possono godere i frutti della propria fatica, circondati da un paradiso di rara bellezza... Bah! Ma che razza di discorsi faccio! Quando troverò l'oro, prosciugherò il torrente, farò saltare le montagne e darò gli alberi alle segherie! È questo il progresso!!
  • Fatevi sotto! Sarà un gran butto giorno, quando io mi arrenderò a una semplice superpotenza!
  • Ehi! L'importante è che non avvizzisca il cervello! Molti grandi uomini erano ancora attivi a novant'anni! E sapete perché erano rimasti giovani? Perché avevano dei sogni da realizzare! Voi giovani "zucchevuote", dovreste vergognarvi! La qualità della vostra vita dipende da ciò che farete! Gli unici limiti alle avventure sono i limiti della vostra immaginazione!

Dialoghi[modifica]

  • Paperone [Rivolto ad un giudice]: Io sono Paperon de Paperoni e se fai qualcosa che non mi piace, compero la città intera e ti licenzio!
    Giudice [pestando con il martelletto così forte da spezzarne il manico]: Vi infliggo una multa da un milione di dollari
    Paperone [voltandosi per andarsene insieme a Paperino, nel contempo lancia dietro alle spalle una mazzetta di banconote]: Ecco due milioni! Tenete il resto nel caso che ci riportassero qui! (da Paperino e la scavatrice, 1949, testo e disegni di Carl Barks [in grassetto come da testo originale])
  • Paperone: Oggigiorno ci vuole cervello per gabbare i ladri.
    Paperino: Quale è il tuo sistema?
    Paperone: Anzitutto tengo il portafogli nella tuba, in secondo luogo il mio portafogli ha una tasca segreta, terzo io non porto mai denaro contante uso solo la carta di credito.
    Paperino: Ah-aah e se ti rubano quella?
    Paperone: IMPOSSIBILE! È tatuata! (da La carta di credito, racconto di Dollari e spiccioli, 1972)
  • Paperone: Quaranta quintali d'oro scomparsi! E voi, prima di venirmelo a raccontare, non vi siete nemmeno ucciso?
    Dipendente: Ho moglie e figli, mister de' Paperoni! (Topolino)
  • Cuordipietra Famedoro: Un "cowboy"? E che cos'è? Un piazzista di cacao?
    Paperone: [irrompendo nel bar] No! Sono il tuo peggiore incubo, forma sfatta di un fannullone, furfante, fuorilegge! Pensavi di depistarmi, eh? Difenditi! (Saga di Paperon de' Paperoni)

Citazioni su Paperon de' Paperoni[modifica]

  • Eh eh, il nome dello zione apre tutte le porte, ma la sua pessima fama le sfonda! (Paperino, PKNA - Paperinik New Adventures)
  • Paperone e Paperino sono parte di tutta la mia vita. (Don Rosa)
  • Paperone è stato a lungo uno dei miei personaggi preferiti, soprattutto all'inizio della mia attività. Forse perché ero un po' squattrinato e quindi, frequentandolo, speravo mi restasse attaccato qualche dollaro. Impossibile, direte voi... ma io so che Paperone, in realtà, è più generoso di quanto si pensi.
    Attaccato al denaro, è vero, ma non per taccagneria, quanto piuttosto con l'amore del collezionista che conosce ogni moneta una ad una e sa che dietro ad ognuna di esse c'è tanto lavoro e passione. Passione che lo ha fatto sempre pensare più lontano degli altri, e anche fatto agire con una certa "etica" negli affari. (Giorgio Pezzin)

Note[modifica]

  1. nei panni di Ebenezer Scrooge

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]