La guerra lampo dei Fratelli Marx

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Zuppa d'anitra)
Jump to navigation Jump to search

La guerra lampo dei Fratelli Marx

Immagine Duck Soup 3.jpg.
Titolo originale

Duck Soup

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1933
Genere comico
Regia Leo McCarey
Sceneggiatura Bert Kalmar, Harry Ruby
Produttore Herman J. Mankiewicz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Titolo alternativo: Zuppa d'anatra

La guerra lampo dei Fratelli Marx, film statunitense del 1933 con Groucho Marx, regia di Leo McCarey.

Frasi[modifica]

  • Faccia finta di niente, ma penso che ci sia un uomo in più in questa stanza e penso che sia lei! (Rufus T. Firefly)
  • Potrei ballare con lei finché non si svegliano le galline, anzi ballerò con le galline fin quando non si sveglierà lei. (Rufus T. Firefly)
  • I miei antenati si rivolterebbero nella tomba e dovrei rimboccare la lapide a tutti. (Rufus T. Firefly)
  • Mah, forse sono un po' testuto. Si vede che siamo tutti così in famiglia. Mio padre era un po' testardo, mia madre era un po' cocciuta e così sono venuti fuori i testuti e i cocci sono suoi. (Rufus T. Firefly)
  • Signori della corte, può essere che Chicolini parli come un idiota e abbia una faccia da idiota ma non lasciatevi ingannare, è veramente idiota. (Rufus T. Firefly)
  • Ci vediamo stasera al teatro. Le guarderò il posto finché non arriva. Quando sarà arrivata, se lo guarderà da sé. (Rufus T. Firefly)
  • Siamo nei pasticci amici, correte a Freedonia: tre uomini e una donna sono bloccati in un palazzo. Mandate aiuto! Se non potete mandare aiuto, mandate altre due donne! (Rufus T. Firefly)
  • Tieni cinque dollari e non dirlo a nessuno. Anzi, no, è troppo: ridammeli e dillo pure a chi vuoi. (Rufus T. Firefly)
  • Queste regole sono semplicissime, le capirebbe un bambino di quattro anni, Chico, vammi a trovare un bambino di quattro anni, perché io non ci capisco niente! (Rufus T. Firefly)
  • Tu credi che ti voglia sposare per i tuoi otto milioni di dollari di dote? Come ti sbagli! Se tu ne avessi nove milioni ti sposerei lo stesso. (Rufus T. Firefly)
  • Vada, e non sporchi mai più i miei asciugamani. (Rufus T. Firefly)

Dialoghi[modifica]

  • Mrs. Teasdale: Oh, vostra eccellenza! Mi permetta di fare gli onori di casa e di presentarle i migliori auguri da parte di ogni uomo, donna e bambino di Freedonia.
    Rufus T. Firefly: Niente formalità, scelga una carta.
    Mrs. Teasdale: Scegliere una carta? per farne cosa?
    Rufus T. Firefly: La può tenere, me ne rimangono 51. Che cosa stava dicendo?
    Mrs. Teasdale: Nella mia qualità di organizzatrice del ricevimento le do il benvenuto a braccia aperte.
    Rufus T. Firefly: Davvero? fino a quando sono aperte?
    Mrs. Teasdale: Ho appoggiato la sua nomina perché penso che lei sia il più abile uomo di stato della grande Freedonia.
    Rufus T. Firefly: Oh, sì, è abbastanza grande. Però debbo dire che anche lei non scherza, e fa bene a non scherzare, sembra infatti che vogliano abbatterla per erigere al posto suo un grattacielo. Le consiglio al posto suo di uscire con un mezzo, o se non le basta prenda un tassì. In un tassì e mezzo ci dovrebbe stare. Ma lo sa che lei non ha ancora smesso di parlare? Devono averla vaccinata con una puntina di grammofono.
    Mrs. Teasdale: Il futuro dell'amata Freedonia dipende solo da lei, mi deve promettere che proseguirà l'opera iniziata dal mio povero marito.
    Rufus T. Firefly: Ma sentite che roba, ho cominciato a lavorare da 5 minuti e questa già si è messa a farmi la corte. Non che mi interessi, ma dov'è suo marito?
    Mrs. Teasdale: Se n'è andato.
    Rufus T. Firefly: Scommetto che cerca di giustificarsi.
    Mrs. Teasdale: Sono stata con lui fino alla fine.
    Rufus T. Firefly: E poi si meraviglia che è morto.
    Mrs. Teasdale: L'ho tenuto tra le mie braccia e l'ho baciato.
    Rufus T. Firefly: Capisco, allora è uxoricidio! Mi vuole sposare? Quanto le ha lasciato? Risponda prima alla seconda domanda.
    Mrs. Teasdale: Ho ereditato tutte le sue sostanze.
    Rufus T. Firefly: Davvero? non ha capito che cosa cerco di dirle? io la amo!
  • Trentino: Ora signori per piacere, mi volete dire una volta per tutte cosa avete scoperto di Firefly?
    Chicolini: Ti ricordi che ci hai dato una fotografia di un uomo per seguirlo?
    Trentino: Sì.
    Chicolini: Noi abbiamo cominciato subito questo lavoro e in una sola ora, ma che dico, anche in meno di un'ora abbiamo perso la foto. Siamo stati bravi?
    [...]
    Trentino: Ora Chicolini, voglio subito un rapporto dettagliato sulla vostra indagine!
    Chicolini: Siamo qui per questo. Lunedì ci appostiamo davanti alla casa di Firefly ma lui non esce, non era a casa. Martedì andiamo alla partita ma lui ci inganna, non viene. Mercoledì lui va alla partita e l'inganniamo noi, non ci andiamo. Giovedì c'erano due partite, non ci va nessuno. Venerdì è piovuto tutto il giorno, non c'è stata partita allora lo abbiamo seguito a casa per radio.
    Trentino: E quindi non avete pedinato Firefly.
    Chicolini: Oh sì, l'abbiamo pedinato come due pedine.
    Trentino: E dove è andato?
    Chicolini: A dama.
  • Rufus T. Firefly: Ecco i piani di guerra. Sono preziosi quanto la sua vita che è piuttosto a buon mercato. Li custodisca come una gatta sorveglia i suoi gattini. Ha mai avuto gattini? No, certo no, lei è troppo occupata con le sue partite di bridge. Non capisce cosa cerco di dirle? Io l'amo, perché non mi sposa?
    Mrs. Teasdale: Come? Sposarla?
    Rufus T. Firefly: Lei prende me e io prendo una vacanza. Avrò bisogno di una vacanza se ci sposiamo. Sposati... la vedo già in cucina piegata sul forno, ma non riesco a vedere il forno.

Altri progetti[modifica]