Derby di Genova

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sul derby di Genova.

  • A Genova conta solo il derby. Se non lo vinci è come rapinare una banca ed accorgersi di aver portato via una valigia piena di stracci. (un allenatore che ha lavorato a Genova)[1]
  • Prima della partita [un derby] la signora Mantovani spiega: "Soffrirò oggi comunque; se perde il Genoa perché sono genoana, se perde la Sampdoria perché mio marito torna a casa distrutto e lo devo consolare. Lei immagini...". (Vittorio Sirianni, da La Gazzetta del lunedì, 17 marzo 1980)
  • Se io vado a vedere Sampdoria-Genoa e c'è il derby, è normale che la scritta più feroce che mi verrà in mente, possibilmente senza insultare, la metterò su uno striscione. Per farli arrabbiare o addirittura incazzare. Ma questo è il tifo, se no sarebbe un'altra cosa. (Enzo Tirotta sampdoriano da Tifo e Super-Tifo)[1]
  • Siamo nell'era del villaggio globale. Eppure conta ancora il piccolo mondo quotidiano, il panettiere, l'amico bar, i colleghi d'ufficio. Navighiamo e chattiamo, ma è il rapporto con chi abbiamo vicino che cambia il nostro umore. Ecco perché, un derby così, nel suo piccolo, a Genova, conta di più! (Fabio Caressa)
  • Una sconfitta nel derby a Genova diventa una sciagura con conseguenze catastrofiche. (Armando De Regibus, Little Club Genoa)[1]

Note[modifica]

  1. a b c Citato in Pino Flamigni, Il derby delle parole, Erga Edizioni, Genova 1995.

Bibliografia[modifica]

  • Pino Flamigni, Il derby delle parole, Erga Edizioni, Genova 1995
  • AAVV, Quelli che il baciccia, Fratelli Frilli Editori, Genova 2002

Altri progetti[modifica]