Guerre stellari - L'Impero colpisce ancora

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Guerre stellari
L'Impero colpisce ancora

Immagine Empirestrikesback2.png.
Titolo originale Star Wars: Episode V – The Empire Strikes Back
Paese USA
Anno 1980
Genere fantascienza
Regia Irvin Kershner
Sceneggiatura George Lucas, Leigh Brackett, Lawrence Kasdan
Produttore Gary Kurtz
Attori
Note

Novellizzato da Donald F. Glut.

  • Vincitore di 2 premi Oscar (1981):
    • Miglior sonoro
    • Oscar Speciale migliori effetti speciali visivi

Guerre stellari – L'Impero colpisce ancora, film statunitense del 1980, il secondo della saga fantascientifica di Guerre stellari, ideata da George Lucas.

Incipit[modifica]

  • Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana...
Long time ago, in a galaxy far, far away...
  • Sono tempi duri per la ribellione. Nonostante la Morte Nera sia stata distrutta, le truppe imperiali hanno stanato le forze ribelli dalle loro basi nascoste e le hanno inseguite attraverso la galassia. Dopo essere sfuggito alla temibile flotta stellare dell'Impero, un gruppo di combattenti per la libertà guidato da Luke Skywalker ha stabilito una base segreta sul lontano mondo di ghiaccio del pianeta Hoth. Il malvagio Lord Dart Fener, ossessionato dall'idea di trovare il giovane Skywalker, ha inviato migliaia di sonde fino ai più lontani confini dello spazio...

Frasi[modifica]

  • Un giorno ti sbaglierai anche tu e spero solo di essere lì. (Leila Organa)
  • Volevi esserci quando facevo uno sbaglio? Be', forse ci siamo, tesoro. (Ian Solo)
  • Ti piaccio perché sono una canaglia: non ci sono canaglie nella tua vita. (Ian Solo)
  • Non incolparmi, non ti ho chiesto di accendere il riscaldamento. Ho solo detto che nella stanza della principessa si congelava. (D3-BO)
  • Ah, spegniti! [Rivolto a C1-P8] (D3-BO)
  • Signorino Luke, che piacere vederla di nuovo perfettamente funzionante! (D3-BO)
  • Grande guerriero? Guerra non fa nessuno grande. (Yoda)
  • Questo qui per lungo tempo ho osservato. Durante tutta la sua vita lui guardato lontano, al futuro, all'orizzonte; mai la sua mente su dove lui era, su ciò che faceva. Avventura. Puah! Emozioni. Puah! Un Jedi queste cose non ambisce. Tu sei avventato! (Yoda)
  • Ah, padre... potente Jedi era lui! [Parlando di Anakin] (Yoda)
  • [Al cadavere del comandante] Scuse accettate, comandante Needa. (Dart Fener)
  • Saremmo onorati se vi uniste a noi! [Riferito a Ian Solo e Leila.] (Dart Fener)
  • La forza è con te, giovane Skywalker, ma tu non sei ancora un Jedi! (Dart Fener)
  • Il tuo destino è con me, Skywalker. (Dart Fener)
  • Tu puoi sconfiggere l'imperatore, lui l'ha previsto! (Dart Fener a Luke)
  • Lei mi ha deluso per l'ultima volta, ammiraglio. (Dart Fener)
  • Unisciti a me, e insieme potremo governare la galassia, come padre e figlio. (Dart Fener)
  • Tu l'avrai... Tu l'avrai! [Rispondendo all'affermazione di Luke: "Io non ho paura."] (Yoda)
  • Ben... Perché non me l'hai detto? (Luke Skywalker)
  • Questo puzzava già fuori... dentro poi è una fogna! (Ian Solo parlando del Tauntaun sventrato per scaldarsi)

Dialoghi[modifica]

  • Luke Skywalker: Eco 3 a Eco 7... Ian, vecchio mio, mi ricevi?
    Ian Solo: Forte e chiaro piccolo! Cosa c'è?
    Luke Skywalker: Ho finito ora il mio giro. Letture di vita negativo.
    Ian Solo: Non c'è vita nemmeno da riempire un incrociatore spaziale su questo cubo di ghiaccio. Ho disposto i sensori. Io rientro!
  • Ian Solo: Vostra Signoria, questo è un addio.
    Leila Organa Sì, e allora?
    Ian Solo Be'... allora niente smancerie: addio, Principessa!
  • D3-BO: Signore, posso chiederle cosa succede?
    Ian Solo: Perché no?
    D3-BO: Che uomo impossibile!
  • Comandante Ribelle: La temperatura sta scendendo rapidamente.
    Ian Solo: Esatto, e il mio amico è là fuori [...]
    Comandante Ribelle: Il suo tauntaun si congelerà non appena uscito dagli sbarramenti!
    Ian Solo: Allora ci vediamo all'inferno! Yah!
  • Leila Organa: Brutto idiota, presuntuoso, strapezzente e cafone!
    Ian Solo: Chi è strapezzente?
  • [Yoda ha rubato la pila di Luke e il ragazzo cerca di riprenderla]
    Luke Skywalker: Mi serve per uscire da questa pozzanghera melmosa.
    Yoda : Melmosa? Pozzanghera? Mia casa questa è!
  • [La navetta spaziale di Luke è sprofondata nella melma]
    Luke Skywalker: Oh, no! Ora non la tireremo più fuori!
    Yoda: Così sicuro sei tu. Sempre per te non può essere fatto. Tu non senti ciò che dico!
    Luke Skywalker: Maestro, spostare delle pietre è una cosa: questo è del tutto diverso!
    Yoda: No! Non diverso! Solo diverso in tua mente. Devi disimparare ciò che hai imparato.
    Luke Skywalker: D'accordo, ci proverò.
    Yoda: No! Provare no. Fare! O non fare. Non c'è provare!
    [Luke cerca di tirar fuori la navicella dalla melma, ma senza successo]
    Luke Skywalker: Non ci riesco, è troppo grossa!
    Yoda: La grandezza non conta. Guarda me, giudichi forse me dalla grandezza? Non dovresti farlo infatti, perché mio alleato è la Forza, ed un potente alleato essa è! La vita essa crea ed accresce, la sua energia ci circonda e ci lega; illuminati noi siamo, non questa materia grezza! Tu devi sentire la Forza intorno a te, qui, tra te, me, l'albero, la pietra, dovunque! Sì, anche tra la terra e la nave.
    Luke Skywalker: Tu vuoi l'impossibile! [Yoda riesce a tirare fuori la navetta] Non posso crederci!
    Yoda: Ecco perché hai fallito.
  • Lando Calrissian: Sono arrivati poco prima di voi. Mi dispiace.
    Ian Solo: Dispiace anche a noi.
  • Leila Organa: Ti amo!
    Ian Solo: Lo so.
  • Yoda: Corri! Si! Si! Il vigore di un Jedi scaturisce dalla Forza, ma attento al Lato Oscuro! Rabbia, paura, violenza: sono loro il Lato Oscuro! Veloci ti raggiungono quando combatti! Se anche una sola volta la strada buia tu prendi, per sempre essa dominerà il tuo destino! Consumerà te, come ha consumò l'apprendista di Obi-Wan!.
    Luke: Fener...! Il Lato Oscuro è più forte?
    Yoda: No! No! No... più rapido... più facile... più seducente...
    Luke: Ma come distinguo quello cattivo dal buono?
    Yoda: Lo imparerai! Quando sei calmo, in pace! Passivo... un Jedi usa la Forza per saggezza e difesa, mai per attaccare!
    Luke: Ma dimmi perché non pos...
    Yoda: No. No. Non c'è perché! Niente più ti insegnerò, io, oggi. Pulisci la mente da domande. Uhm...
  • Dart Fener: Quali sono i tuoi comandi, mio padrone?
    Palpatine: C'è una grossa interferenza nella Forza.
    Darth Fener: L'ho avvertita.
    Palpatine: Abbiamo un nuovo nemico: il giovane ribelle che ha distrutto la Morte Nera. E io sono assolutamente convinto che questo ragazzo è figlio di Anakin Skywalker.
    Dart Fener: Come è possibile?
    Palpatine: Cerca dentro di te Lord Fener. Cerca, e saprai che è vero. Egli può distruggerci.
    Dart Fener: È solo un ragazzo. Obi-Wan non può più aiutarlo.
    Palpatine: La Forza è vigorosa in lui. Il figlio di Skywalker non dovrà mai diventare un Jedi.
    Dart Fener: Se potesse essere portato a noi diventerebbe un potente alleato.
    Palpatine: Sì sì... sarebbe una grande risorsa. Può essere fatto?
    Dart Fener: Verrà con noi o morirà, mio padrone.
  • Dart Fener: Sei battuto. È inutile resistere. Non lasciarti distruggere come fece Obi-Wan. Non hai scampo. Non lasciare che ti distrugga. Luke, tu non ti rendi ancora conto della tua importanza. Hai solo cominciato a scoprire il tuo potere. Vieni con me e io completerò il tuo addestramento. Unendo le nostre forze possiamo mettere fine a questo conflitto distruttivo e riportare l'ordine nella galassia.
    Luke Skywalker: Non verrò mai con te!
    Dart Fener: Se tu solo conoscessi il potere del lato oscuro. Obi-Wan non ti ha mai detto cosa accadde a tuo padre!
    Luke: Mi ha detto abbastanza: che sei stato tu ad ucciderlo!
    Dart Fener: No, io sono tuo padre![1]
    Luke: No! Non è vero! NON È POSSIBILE!
    Darth Fener: Cerca dentro di te! Tu sai che è vero!
    Luke: NOOOOOOOO! NOOO!
    Dart Fener: Luke, tu puoi distruggere l'Imperatore. Lui lo ha previsto. Questo è il tuo destino. Unisciti a me e insieme potremo governare la galassia, come padre e figlio. Vieni con me. È l'unica strada.

Note[modifica]

  1. La battuta è spesso citata erroneamente nella forma "Luke, io sono tuo padre", priva del cambio di tono su "io".

Altri progetti[modifica]

Guerre stellari di George Lucas
Nuova trilogia: Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma · Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni · Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith
Trilogia originale: Guerre stellari - Una nuova speranza · Guerre stellari - L'Impero colpisce ancora · Guerre stellari - Il ritorno dello Jedi