Irshad Manji

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Irshad Manji

Irshad Manji (1968 – vivente), scrittrice e giornalista canadese di origine ugandese.

Citazioni di Irshad Manji[modifica]

  • Dopo che fui cacciata da scuola, ho imparato da sola sull'islam molto più di tutti quei musulmani che frequentano le scuole. Se più musulmani lo facessero, riflettessero da soli, la nostra religione sarebbe molto diversa. Ho notato che molti giovani lo desiderano. Quando parlo alle università, gli studenti poi vengono da me. «Aiutaci», dicono. «Abbiamo bisogno d'aria in questa religione soffocante». (citato in Ayaan Hirsi Ali, Non sottomessa)
  • In teoria l'islam è una religione meravigliosamente tollerante. Il problema è che questa religione meravigliosamente tollerante è piegata sotto il giogo dell'imperialismo culturale arabo, che costringe le donne a rinunciare al loro individualismo per l'onore della famiglia, diventando così una proprietà comune. A una ragazza violentata vengono inflitti centottanta colpi di frusta per aver avuto rapporti sessuali prima del matrimonio. È contro questo che dobbiamo batterci. (ibidem)
  • Le persone, musulmane e non, hanno il diritto di essere rispettate solo e unicamente se a loro volta rispettano gli altri. (ibidem)
  • Non ci sono mai stati genitori che abbiano diseredato la figlia perché non voleva farsi ingrandire il seno. Se non voleva essere infibulata o data in sposa a un uomo invece sì. Il fatto più grave è che questa paura di discriminare spinge le donne musulmane in un abisso ancora più profondo. A chi facciamo un favore, non parlandone? Non voler essere razzisti è segno di egoismo. (ibidem)

Bibliografia[modifica]

  • Ayaan Hirsi Ali, Non sottomessa, traduzione di Asia Lamberti, Einaudi, 2005. ISBN 88-06-17650-1

Altri progetti[modifica]