Julien De Valckenaere

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Julien De Valckenaere (1898 – 1958), scrittore olandese.

Senza fonte[modifica]

  • Adulterio: incollare altrove ciò che si è rotto in casa.
  • Aforista: scrittore che con una manciata di parole vuole far concorrenza a un libro intero, e con un piccolo libro a una biblioteca.
  • Beneficenza: la sola possibilità che induce alcuni a rinunciare ai vestiti usati e alle scarpe vecchie.
  • Cinismo: nella mela più bella cercare anzitutto il baco.
  • Esame: prova mediante la quale le teste gonfiate vengono svuotate premendone una goccia.
  • Hobby: biberon per adulti.
  • Humor: il sorriso di uno che sa quanto poco ci sia da ridere.
  • Il progresso tecnico non fa in tempo a creare un bisogno che la gente ne ha già bisogno.
  • L'esperto è uno che può sbagliare nella sostanza a condizione che i dettagli siano incontestabilmente esatti.
  • La calunnia offende soprattutto quando non è completamente inventata.
  • La risata ammutolisce quando l'eco non risponde.
  • Matrimonio: nodo gordiano che, appena intrecciato, nessuna spada riesce a spezzare, ma che con un po' di pazienza si allenta da solo.
  • Non farti più amici di quanti non possa tenerne il cuore.
  • Saggezza: provare una gioia più grande nel vedere dieci uccelli nel cielo che nel tenerne uno in pugno.
  • Se il porco è uno solo si grida allo scandalo, se sono dieci non si dice più nulla, se sono venti si dubita di se stessi, se sono ancora di più si grugnisce beatamente nel coro.