300 (fumetto)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

300

Fumetto

Immagine Simple Comic.png
Titolo originale

300

Lingua originale inglese
Paese USA
Autore Frank Miller
Editore Dark Horse Comics
Pubblicazione 1998
Pubblicazione italiana 1999

300, fumetto statunitense di Frank Miller, pubblicato dalla Dark Horse Comics in cinque uscite nel 1998.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Marciamo.
    Dall'amata Laconia -
    – dalla sacra Sparta –
    – marciamo.
    Per l'onore -
    – per la gloria -
    – marciamo. (Narratore)
  • I nostri vecchi dicono che noi spartani discendiamo da Eracle stesso. L'impavido Leonida conferma la nostra discendenza. Il suo ruggito è lungo, possente e beffardo. Fissando la morte negli occhi – ride. (Narratore)
  • Mia regina. Mia compagna. Mia amata. Sii forte. Addio. (Leonida)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Leonida: Terra e acqua. Laggiù ne avrete in abbondanza. [sguainando la spada contro il messaggero, che è al vertice del pozzo]
    Messaggero di Serse: Pazzo. Sei un pazzo. Nessun uomo – persiano o greco – nessuno minaccia un messaggero! Questa è blasfemia! Questa è follia!
    Leonida: Questa è Sparta. [Con un calcio lo fa precipitare nel pozzo]
  • Leonida: Daxos. Che piacevole sorpresa.
    Daxos: Questo mattino è pieno di sorprese, Leonida! Ci avevano detto che Sparta era sul sentiero di guerra! Volevamo unirci all'esercito – ma hai portato solo questo drappello – contro Serse? Pensavamo che Sparta si sarebbe impegnata almeno quanto noi!
    Leonida: Dici di no? Tu – arcadio – qual è la tua professione?
    Arcadio: Sono ceramista, Signore.
    Leonida: E tu, arcadio, qual è la tua professione?
    Arcadio: Lo scultore, Signore.
    Leonida: E tu?
    Arcade: Il fabbro.
    Leonida: Tu.
    Arcade: Il fornaio.
    Leonida: Spartani! Qual è la vostra professione? [gli spartani alzano al cielo le lance] Vedi, vecchio amico? Ho portato più soldati di te.
  • Messaggero: Il mio braccio!
    Stelios: Non è più tuo. Nemmeno questa frusta. Corri dal tuo padrone. Digli che affronterà uomini liberi – non schiavi.
    Messaggero: Non schiavi, no. Le vostre donne saranno schiave. I vostri figli e le vostre figlie e i vostri fratelli e i vostri vecchi. Ma non voi. Entro oggi... sarete morti! Cento nazioni stanno per travolgervi. Le nostre frecce oscureranno il sole!
    Stelios: Allora combatteremo all'ombra.

Bibliografia[modifica]

  • Frank Miller (testi e disegni) e Lynn Varley (colori), 300 nn. 1-5, Dark Horse Comics, maggio-ottobre 1998; ed. it. su 300, trad. Claudio Bispuri e Francesca Rampin, ed. Play Press, novembre 1999

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]