Alano di Lilla

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Beato Alano di Lilla o Alano delle Isole (1125 – 1203), filosofo, teologo e poeta francese.

Citazioni di Alano di Lilla[modifica]

  • L'autorità ha un naso di cera che può essere deformato come si vuole.[1]
  • Ogni creatura del mondo, | come un libro e una pittura, | è per noi specchio, | fedele segno della nostra vita, | della nostra sorte, | del nostro stato, | della nostra morte. | Il nostro stato dipinge la rosa, | del nostro stato glossa elegante, | commento della nostra vita, | che mentre rifiorisce nel primo mattino come fiore | sfiorisce sfiorito per la vecchiaia della sera. | Così il fiore respirando spira, | mentre delira in pallore morendo al nascere; | insieme vetusta e nuovissima, | insieme vecchia e giovane | la rosa marcisce nascendo. (da De planctu naturae, traduzione di A. Varvaro, Letterature romanze del Medioevo, Il Mulino, Bologna, 1985.[2])

Note[modifica]

  1. Citato in Umberto Eco, Dalla periferia dell'Impero, Cronache da un nuovo medioevo, Bompiani, Milano, p. 204. ISBN 88-452-2997-1
  2. Citato (più estesamente) in A. Tocco, G. Domestico, A. Maiorano e A. Palmieri, Parole nel tempo, Testi, contesti, generi e percorsi attraverso la letteratura italiana, 1A, Dalle origini al Trecento, Loffredo Editore, Napoli, p. 56. ISBN 9788875642082

Altri progetti[modifica]