Aldo Aniasi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Aldo Aniasi

Aldo Aniasi (1921 –2005), partigiano e politico italiano.

Citazioni di Aldo Aniasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Sul sistema sanitario italiano] Ritengo che il ticket sul ricovero ospedaliero sarebbe una imposta sulla disgrazia che colpirebbe chi non è in grado di influire sulla durata della degenza che spesso deriva anche da manchevolezze del sistema sanitario.[1]
  • Avevo proposto di eliminare, accorpandoli, i Comuni italiani con meno di 750 abitanti. Sono più di mille. Ma è difficile superare una certa mentalità.[2]
  • In Italia il concetto d'autonomia non è così popolare e assimilato.[2]

Da Aniasi Milano affoga?

Intervista di Giampaolo Pansa, La Stampa, 6 settembre 1969.

  • [Sulla burocrazia] Ho provato a contare le procedure indispensabili per costruire un asilo prefabbricato: sono 117. Quattro mesi per tirar su l'asilo e due anni per far girare tutte le carte.
  • I problemi di Milano sono di proporzioni nazionali perché discendono direttamente da scelte economiche e politiche che vengono compiute a Roma.
  • [Sulla burocrazia] Il sindaco di Milano se ha bisogno di assumere una dattilografa per tre mesi, deve chiedere l'autorizzazione al prefetto, e il prefetto deve chiederla al ministero dell'Interno che, di norma, non la concede perché vuole salvare i comuni dal deficit.
  • Non è mai facile fare il sindaco, ma a Milano, come capita nelle aziende, le dimensioni complicano le cose e rendono più difficile tutto.

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Eugenio Palmieri, Il ticket ospedaliero? Aniasi: "dirò di no", La Stampa, 3 aprile 1981.
  2. a b Citato in Paolo Lingua, Aniasi: conferenze tra Stato e Regioni, La Stampa, 14 luglio 1982.

Altri progetti[modifica]