Aldo Bernardini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Aldo Bernardini

Aldo Bernardini (1935 – vivente), giurista, accademico e politico italiano.

Citazioni di Aldo Bernardini[modifica]

  • Che dal pensiero dell'ultimo Gramsci risulti un distacco rispetto a Stalin è menzogna: Gramsci ne approvava anche i tratti che oggi vengono qualificati "autoritari", "dittatoriali" e peggio ancora. [...] Differenze possono risultare dai contesti consapevolmente diversi (occidente e oriente) e dalle diverse fasi e livelli di lotta in Unione Sovietica e, in particolare, nell'Italia fascista, cui Gramsci non poteva non pensare: ma Gramsci sarebbe stato il primo a farsi una grande risata se qualcuno gli avesse prospettato di applicare all'Unione Sovietica di Stalin le elaborazioni che egli faceva soprattutto per l'Italia di allora.[1]
  • Di Slobodan Milošević parlo con molta commozione. Lui non è stato quello dipinto dalla stampa che era al servizio di quelli che di ciò avevano bisogno. Milošević è stato un uomo dignitoso, un politico lucido, ricco di cultura umanistica. Lui ha semplicemente difeso la Jugoslavia e quelli che volevano rimanere in essa. Si scriveva che voleva la "grande Serbia". Non è vero! Lui non era un nazionalista che difendeva la Serbia ma un umanista, che difendeva quelli che volevano la Jugoslavia.[2]
  • La distruzione della Jugoslavia è un singolare fenomeno storico, un esempio drastico d'ingerenza della comunità internazionale negli affari interni di un paese.[2]

Note[modifica]

  1. Citato in Gramsci e Stalin, lavoropolitico.it.
  2. a b Citato in La Croazia è uno stato illegale, resistenze.org.

Altri progetti[modifica]