Andrea Maffei (poeta)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Maffei in un ritratto di Michele Gordigiani

Andrea Maffei (1798 – 1885), poeta, librettista e traduttore italiano.

Citazioni di Andrea Maffei[modifica]

  • I plausi nostri | t'erudir nell'agone ov'ora imprimi | solitarie vestigia e siedi in trono; | no, la Senna non fu; noi fummo i primi | a cingerti, o gran donna, il serto e gli ostri | di cui l'onda superba a te fa dono.[1][2]

Note[modifica]

  1. Rivolto ad Adelaide Ristori, in polemica con i critici francesi che menavano vanto di averla tolta dall'oscurità nella quale languiva per l'infingarda noncuranza degli Italiani.
  2. Citato in Ferdinando Martini, Al teatro, R. Bemporad & Figlio, Firenze, 1895, p. 199.

Altri progetti[modifica]