Antonio, guerriero di Dio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Antonio, guerriero di Dio

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Antonio guerriero di Dio

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 2006
Genere drammatico, biografico
Regia Antonello Belluco
Soggetto Antonello Belluco, Giovanna Caico
Sceneggiatura Antonello Belluco, Giovanna Caico, Angelo Grasso
Interpreti e personaggi

Antonio, guerriero di Dio, film italiano del 2006 con Jordi Mollà, regia di Antonello Belluco.

Incipit[modifica]

La vita è come l'acqua impetuosa di un torrente, che sgorga dalla roccia, s'infrange su di essa, scivola dagli angusti argini, travolge tutto ciò che trova, e si placa, morendo, nello stagno della valle. Vita, impeto e morte. Ma tutto è inutile, se quello stagno non è la pace e l'amore della casa di Dio. (Folco)

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Siete come lo scarabeo, che raccoglie molto sterco e con grande lavoro lo appallottola. Ma d'un tratto passa un asino che mette lo zoccolo sopra lo scarabeo, spiaccicando l'uno e l'altro in un attimo. Pensate di portare la vostra ricchezza nell'angusto ingresso che è la porta della morte, che a stento potrà attraversare l'anima sola e nuda. (Antonio)
  • La misericordia di Dio è infinita. Nessuno la conosce. Francesco ha detto: "Vi voglio tutti in paradiso!" (Antonio)
  • Immagino che l'inferno sia l'impossibilità di vedere la luce di Dio. (Folco)

Citazioni su Antonio, guerriero di Dio[modifica]

  • Nonostante la biografia del Santo sia circoscritta agli ultimi anni della sua vita e alcuni elementi della trattazione siano dichiaratamente inventati, piace l'approccio scelto dal regista: invece di cedere alla facile tentazione di spettacolarizzare la figura, proponendolo come mero "miracle maker", con tutto quello che avrebbe potuto conseguirne, Belluco sceglie di focalizzare l'attenzione sull'umanità, i sentimenti, le paure e le emozioni provate dal protagonista, che appare assai fragile, tormentato e realistico. (il Farinotti)

Altri progetti[modifica]