Aurelio De Laurentiis

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Aurelio De Laurentiis nel 2011

Aurelio De Laurentiis (1949 – vivente), produttore cinematografico e dirigente sportivo italiano.

Citazioni di Aurelio De Laurentiis[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • La cosa straordinaria è che dopo Calciopoli si è ritrovata la strada della serietà professionale e c'è spazio per tutti, nulla è prevedibile, e il pubblico si può veramente divertire, con un campionato che non diventa scontato dopo sette partite.[fonte 1]
  • A Castelvolturno ho fatto interventi precisi per evitare malattie: mancavano i bocchettoni alle docce, me ne sono occupato personalmente. La palestra? L'ho pagata 110 mila euro, me l'ha chiesta Donadoni, ma doveva chiedermela Marino. Pensate, ho saputo che i dipendenti nell'orario di stacco devono starsene nelle loro macchine, perché lui chiude a chiave la sede: una roba dell'altro mondo. Appena si è chiuso il mercato se n'è andato in vacanza per 12 giorni lasciando allenatore e squadra. Solo perché Donadoni l'ho preso io, lui l'ha lasciato solo.[fonte 2]
  • Caro Inler, per noi ci può essere spazio nel Napoli ma il Napoli è una fede. Il giocatore vuole una clausola rescissoria con un valore che lascia pensare che siamo una tappa di passaggio per altri lidi, e questo non va bene, Inler deve dimostrare di voler abbracciare il progetto.[fonte 3]
  • Ho chiesto ufficialmente di tutelare le squadre che devono giocare in Europa. Creare un calendario ad hoc per le squadre che sono impegnate nelle coppe europee. Altrimenti se il calcio italiano deve recuperare potenza e presenza in Europa non si può creare un campionato ad uso e consumo di nessuno o di qualcuno che ha interesse a creare ostacoli a chi potrebbe crearne a lui. In passato non si è avuto cautela, ora forse sta tornando di moda la correttezza.[fonte 4]
  • [Scappando in motorino dopo il sorteggio del calendario di serie A 2011/12] Siete delle merde, voglio tornare a fare cinema![fonte 4]
  • Napoli non è una città violenta, semmai la capitale del crimine ora è Roma. Certo, in momenti come questi chi gira con auto e orologi di lusso dimostra di non essere diventato abbastanza napoletano.[fonte 5]
  • Debbo dire come molti pontificano "È una stagione buttata nel cesso!"?! Ma chi l'ha detto?!? Ma chi si permette di dire queste idiozie?!? Ma che cazzo avete vinto a Napoli?!? Dal millenoveeee... avete vinto due scudetti, e una coppaaa Italia? Una Coppa Uefa? C'è gente che ha vinto... So' più di vent'anni che non stavate rivivendo un certo periodo di protagonismo, perché io poi me ne posso pure andare, perché uno poi si rompe i coglioni e se ne va! E io me ne ritorno a fare il cinema... Però se io devo stare qua, bisogna che tutti quanti ci rendiamo conto e armonizziamo, e i tifosi per primi per i quali io ho sempre detto che lavoro, perché per me i miei primi committenti sono loro. Però tutti quanti dobbiamo stare con i piedi per terra. Perché qui a Napoli non funziona un cazzo!! Non è che dice "Sai, a Napoli funziona tutto e poi c'è anche il calcio". No, a napoli c'è solo il calcio! E allora ringraziate![fonte 6]
  • Ho preso il Napoli quando era in bancarotta ed al mio arrivo non sapevo niente del calcio. Avevo sempre visto il calcio attraverso i media, mi occupavo di cinema ad Hollywood e venni a Napoli ad offrire 32 milioni per risollevare la situazione finanziaria del club. Allora la squadra non aveva nulla: aveva perso il suo nome, c'erano problemi coi giocatori e l'unica cosa che comprai fu la possibilità di ripartire da zero. Il cinema ha rappresentato per me una scuola importante e, anche grazie alla disciplina, in pochi anni siamo riusciti a scalare tutte le divisioni del calcio italiano, e addirittura già dalla Serie B avevamo un bilancio positivo, un vero e proprio vanto se si considera che solo società come Arsenal e Bayern Monaco potevano vantare una situazione in attivo.[fonte 7]
  • Se Cavani firma un contratto a 1,3 milioni e coi premi arriva a 2 e poi mi rompe i coglioni e io gliene do addirittura 3 l'altro anno e poi non gli bastano e mi rompe di nuovo i coglioni, io dico basta. E quindi, nell'ipotesi peggiore, Cavani rimane qua perché io lo lascio in panchina a macerare. Noi dobbiamo insegnare a questi ragazzi che a Napoli non si viene per soldi ma per amore della maglia. Se faccio guadagnare 3 milioni netti al giocatore, ovvero 6 milioni lordi ovvero 500.000 euro al mese, ma di che cazzo parliamo.....Io non faccio di mestiere il moralizzatore ma a volte me li guardo negli occhi e dico "fatte un altro tatuaggio sul pisello se hai spazio".[fonte 8]
  • Obiettivo? Non è vincere lo scudetto, quello verrà col tempo. L'obiettivo è essere una delle più grandi società in Europa. Ricordo i tempi di Maradona quando il Napoli dominava in Italia ma non in Europa e non c'è ragione per rimanere ai margini del calcio europeo e mondiale perché Napoli non è inferiore politicamente, calcisticamente e soprattutto culturalmente ad una Liverpool, ad una Manchester. Siamo virtuosi come ci dimostrano gli articoli sui giornali tedeschi, siamo sulla buona strada visto che in 8 anni siamo passati dalla Serie C alla Champions, ai vertici del calcio italiano. Per questo ringrazio Mazzarri, i calciatori, tutti quelli che hanno lavorato in passato con noi ma devo ringraziare soprattutto i tifosi perché grazie a loro faremo una lunga e gloriosa strada.[fonte 9]
  • Sono tornato in Italia, a Napoli, perché per me l'Italia è Napoli, Napoli è la cosa che più mi convince dell'Italia.[fonte 9]
  • [Su Edinson Cavani] È un guerriero. I tifosi non lo hanno ancora catturato dalla loro parte, nella sua serietà vedono una certa lontananza, un'incapacità di raggiungimento ma proprio per questo è forte! Lui è il simbolo di una riscossa della Napoletanità, di tutti coloro che hanno bisogno di un simbolo di riscossa.[fonte 9]
  • Questa storia della giustizia sportiva è di un'iniquità incredibile. Sembra fatta a posta per mettere il guinzaglio, bisogna correre ai ripari perché se uno continua a fare lo gnorri viene il dubbio che qualcosa non debba funzionare perché ne devono funzionare delle altre.[fonte 9]
  • Conte vive in maniera totalizzante la propria esperienza, è un uomo vero che indossa al meglio i colori del proprio club.[fonte 9]
  • [Su Mario Balotelli] È il prodotto gonfiato dei media e assecondato da chi lo deteneva. Ha vari problemi. Bisognerebbe andare a vedere nella sua famiglia. Poi è stato condizionato nelle squadre in cui ha giocato. Non tutti gli allenatori hanno l'umanità di Benitez. Gli altri lo hanno usato e scaricato quando non serviva più. Deve fare un bagno di umiltà. [...] Ha bisogno di ricominciare dal basso e deve isolarsi per ritrovarsi. Lui allo specchio vede l'immagine di un protagonista mediatico, non di un protagonista in campo.[fonte 10]
  • Perché vuoi avere l'antipatia dei tifosi napoletani, che sono sei milioni in Italia e tantissimi all'estero. Non so, cosa può pensare Platini? Come andrà a dormire, fai una preghiera. Ma che credibilità puoi avere? Ciao Platini, sogni d'oro.[1][fonte 11]
  • Se il signor Gonzalo Gerardo Higuaín era così indispettito dalla mia presenza, ha impiegato molti anni per capirlo, a meno che non sia una persona falsa o un ottimo attore. Ma escluderei quest'ultima possibilità: di attori me ne intendo.[2][fonte 12]
  • Cercare di spiegare che il suo passaggio nella nuova famiglia sia colpa mia, è mancare di rispetto ai napoletani. Se Híguain avesse letto la storia di Napoli, scoprirebbe che questa città è stata l'unica a liberarsi da sola dai nazisti, prima ancora dell'arrivo degli americani, che trovarono la città già liberata quando vi entrarono. Questo popolo lo si può tradire se non si ha vergogna, ma non prendere per il culo.[2][fonte 12]
  • Mi fa piacere che tutti si sono espressi sul termine cazzimma: d'altronde, la ricchezza dell'Italia è nei dialetti e nella sua regionalità. È diventato un termine recepito da tutti.[fonte 13]
  • I giornalisti del nord mi odiano, e odiano il Napoli, si sono scatenati tutti contro di noi.[fonte 14]

Citazioni su Aurelio De Laurentiis[modifica]

  • Il signor De Laurentiis, in un calcio normale, l'avrebbero già cacciato come un cialtrone. No? Qua si dice sempre "il calcio italiano...", il calcio italiano è a questi livelli, purtroppo. Ve lo immaginate in una finale di Champions, o una finale di Coppa d'Inghilterra, lo sconfitto che non si presenta alla premiazione? Gli danno 6 mesi di squalifica tutti. È una mancanza di rispetto, è un segno d'inciviltà e un'accusa gratuita di slealtà all'arbitro. E non si può sempre accusare l'arbitro. (Franco Rossi)

Note[modifica]

  1. De Laurentiis fa riferimento al gol del pareggio del Dnipro siglato in fuorigioco, accusando Platini, presidente dell'UEFA, di sfavorire il Napoli tramite gli arbitri.
  2. a b Dopo le parole rilasciate da Higuain durante la sua presentazione come nuovo giocatore della Juventus, Cfr. :«Con il presidente del Napoli non avevo più rapporti perché il suo modo di pensare non era il mio: non volevo restare un secondo di più [...]. Non andava il rapporto con lui e che qui mi ha spinto lui: per me, era tempo di cambiare.».

Fonti[modifica]

  1. Citato in "Torneo più pulito dopo Calciopoli" Ma Moggi risponde a De Laurentiis, Repubblica.it, 20 ottobre 2008.
  2. Citato in Mimmo Malfitano, Napoli bollente De Laurentis in Tv caccia Marino, la Gazzetta dello Sport, 28 settembre 2009.
  3. Citato in «A Inler e Criscito dico che il Napoli è una fede», Corriere dello Sport, 9 giugno 2011.
  4. a b Citato in Furia De Laurentiis"Siete delle m...", Gazzetta.it, 27 luglio 2011.
  5. Citato in De Laurentiis: «Napoli non è una città violenta», CorrieredelloSport.it, 27 novembre 2011.
  6. Citato in Delirio De Laurentis: ma che avete vinto a Napoli? Qui niente funziona, me ne vado!, OltreQuotidiano.com, 27 gennaio 2012. Citato poi in Tancredi Palmeri, Il blob del 2012. Tutte le frasi da ricordare, Gazzetta.it, 30 dicembre 2012.
  7. Citato in De Laurentiis: «Così ho sollevato il Napoli dalle ceneri», Intervista rilasciata a Bloomberg Television, tradotta da CalcioNapoli24, 14 marzo 2012.
  8. Da un colloquio con i tifosi del Napoli al teatro comunale di Dimaro; citato in De Laurentiis ai tifosi: "Se Cavani sbaglia marcisce in panchina. Jovetic? Lo voglio, ecco la strategia. Il San Paolo la nostra casa", il Corriere del Pallone.it, 20 luglio 2012. Citato in Tancredi Palmeri, Il blob del 2012. Tutte le frasi da ricordare, Gazzetta.it, 30 dicembre 2012.
  9. a b c d e Da un'intervista rilasciata alla trasmissione radiofonica Marte Sport Live, Radio Marte; trascritta in Gli auguri di De La: "Forti investimenti a gennaio e giugno. Rifiutati 55mln per Cavani. Scugnizzeria? Ci sono 5 campioni", Tuttonapoli.net, 25 dicembre 2012.
  10. Citato in Napoli, De Laurentiis: "Balotelli prodotto gonfiato dai media", SportMediaset.it, 22 luglio 2014.
  11. Dalla conferenza stampa post Napoli-Dnipro 1-1, andata della semifinale di Europa League del 7 maggio 2015;citato in Marco Frattino, Live Tmw - Napoli, De Laurentiis furioso: "Ho un messaggio per Platini", Tuttomercatoweb.com, 7 maggio 2015.
  12. a b Da una lettera di risposta a Gonzalo Híguain; citato in Napoli, De Laurentiis replica a Higuain: "Non prendere per il culo i napoletani", Sportmediaset.it, 29 luglio 2016.
  13. Dall'intervista dopo la partita di Champions League, Napoli – Real Madrid 1-3; citato in Napoli-Real, De Laurentiis: "Squadra esemplare. Sarri? Nessun caso", Gazzetta.it, 7 marzo 2017.
  14. Dall'intervista dopo la partita di Champions League, Napoli – Real Madrid 1-3; citato in Aurelio De Laurentiis contro tutti: prima le telecronache Rai pro Juve, poi La Gazzetta dello Sport che odia il Napoli, il Fatto Quotidiano.it, 8 marzo 2017.

Altri progetti[modifica]