Bartolomeo Intieri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Bartolomeo Intieri (1677 – 1757), matematico e agronomo italiano.

Citazioni di Bartolomeo Intieri[modifica]

  • Le leggi, i legali, e tutto quello ch'è foro ha da servire per la felicità dell'uomo; se non si ottiene questo, tutto è degno di biasimo e tutto deve essere abolito e scacciato. Fino ad ora qui non si termina mai mai una difficoltà delle più chiare e facili. Non sarebbe un grandissimo abuso, un veleno detestabile, se inconveniente sì pernicioso [non] nascesse da un'empia idea resa già comune ne' magistrati intieri, doversi badare a sostenere ogni picciol comodo e utile di qualsivoglia particella della Curia, a costo della total distruzione di tutto il resto del corpo della Repubblica. (da una lettera a Giovanni Bottari[1])

Note[modifica]

  1. Biblioteca Corsiniana di Roma, ms. Cors. 32. E. 29 = cod. 1608, f. 292 v., 7 gennaio 1744. Citato in Raffaele Ajello, Arcana juris, Diritto e politica nel Settecento italiano, Jovene, Napoli, 1976, pp. 387-388.

Altri progetti[modifica]