Bianca Garufi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Bianca Garufi (1918 – 2006), scrittrice, poeta e psicoanalista italiana.

  • [A proposito di Maratea] – È un paese meraviglioso, – disse Giovanni guardando la valle.
    – È magnifico, – io replicai. – Non c'è nessun altro luogo che io conosca che sia valido in me come questo che vedi. I colori, l'aria di questa terra, il paesaggio cosi combinato. I colori soprattutto, sono colori primordiali.[1]
  • [A Cesare Pavese] Tu sei padronissimo di scrivermi la solita lettera cinica arcigna desesperada e angolosa.[2]

Citazioni su Bianca Garufi[modifica]

  • Crudele lo sono ancora certamente, se crudeltà si può chiamare il normale contegno di chi rispetta le donne al punto di non volerne sapere di loro. [...] Per guarire da ogni nostalgia amorosa non c' è che sperimentare d'essere amato o voluto o bramato o quello che vuoi, da una persona che ci dia ai nervi. (Cesare Pavese)
  • Io trovo molto bello questo maltrattarci insaziabile [...] siamo una bellissima coppia discorde. (Cesare Pavese)

Note[modifica]

  1. Da Fuoco grande, con Cesare Pavese, Einaudi, 1959.
  2. Dal carteggio tra Cesare Pavese e Bianca Garufi.

Altri progetti[modifica]