Adele Cambria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Adele Cambria (a destra), con Franco Citti nel film Accattone (1961)

Adele Cambria (1931 – 2015), giornalista, scrittrice e attrice italiana.

Citazioni di Adele Cambria[modifica]

  • La direttrice responsabile di Effe[1] è Gabriella Parca, serissima giornalista impegnata già da decenni in una caparbia e spesso solitaria battaglia per l'emancipazione femminile [...].[2]
  • Poiché tutti i libri più significativi della Parca sono stati ripubblicati varie volte, almeno fino all'inizio degli anni Novanta, e sempre arricchiti dalle sue puntuali, nuove prefazioni, si può bene affermare che l'opera complessiva di questa ostinata, ma sempre ragionevole, "combattente" sul fronte dell'emancipazione femminile, costituisce una traccia preziosa per ripercorrere la storia delle italiane (ma anche della legge e del costume del Paese) negli ultimi cinquant'anni.[3]
  • Silvana [Mangano], fin dal primo rumoroso successo che l'aveva proclamata Diva a diciott'anni, aveva odiato il proprio corpo come segno ingovernabile di una femminilità troppo esplicita, e che la iscriveva, di diritto, tra le «maggiorate fisiche» allora in gran voga (Gina Lollobrigida, Sophia Loren, Silvana Pampanini, e le altre...).
    E, dal primo momento, si era tenacemente applicata a distruggere, innanzitutto, l'elemento materiale, naturale, per dir così, del suo stesso successo: mangiava sempre di meno (ma all'epoca il fenomeno dell'anoressia era sconosciuto anche ai medici), fumava sempre di più (e milioni di sigarette, alla fine, l'avrebbero uccisa, a 57 anni).[4]

Elsa De' Giorgi[modifica]

  • Elsa aveva la volontà e gli strumenti – e, soprattutto, la grazia espressiva indispensabile – per raccontare lei stessa, lungo le molteplici stagioni della sua esistenza, gremite di Storia e di storie, di personaggi e di persone, quasi tutte "note", di amori e di ideali, e anche di fallimenti e ferite, sessant'anni di vita italiana, e non solo...
  • [...] la lunga vitalità biologica e, soprattutto, mentale, di questa bellissima donna [...] la curiosità e generosità inesauribile verso i giovani talenti, specialmente i poeti, da Pier Paolo Pasolini a Gianni D'Elia ne fanno una testimone avvincente, e mai "datata", di circa sessant'anni di storia delle élite culturali (ed anche politiche) del nostro paese.
  • [...] nella composita società letteraria, artistica, politica della Capitale, per oltre mezzo secolo, quella donna bellissima, a cui il senso comune (o vogliamo parlare, piuttosto, di conformismo cultural-patriarcale?) non aveva mai perdonato di "sapere di greco e di latino", è stata comunque un mito. Un mito, innanzitutto, di eterna giovinezza, e perciò stesso fastidioso.

Bianca Garufi[modifica]

  • Scrittrice, letterata, poeta, saggista e psicoanalista junghiana – la sua fu la prima tesi di laurea su Carl Gustav Jung discussa, nel 1951, in un'università italiana, alla facoltà di lettere e filosofia dell'Università di Messina – Bianca Garufi è la dimostrazione esemplare del fatto che il terapeuta più vicino al modello ideale di "terapeuta dell'anima" (o, se si vuole, della psiche) non possa non essere un artista.
  • [...] nella figura di Bianca Garufi al terapeuta e all'artista si somma un elemento di fascino femminile, di seduzione governata e contraddetta, allo stesso tempo, dal «potere della mente» – «Nel pomeriggio di ieri dicevo di me: sono un po' come un uomo: ho una testa, risolvo [...]. Un uomo risponde, sistema» (Romanzo postumo).
  • [...] Bianca Garufi, alla metà degli anni Quaranta, diventa un mito, anzi «Il Mito», per Cesare Pavese. Che le consacra un amore infelice – o, più esattamente, le "strappa" dalle viscere mediterranee e vulcaniche – i suoi Dialoghi con Leucò. (Leucò, Leucotea, sono le forme greche arcaiche del nome Bianca).

Note[modifica]

  1. Periodico femminista pubblicato dal 1973 al 1982.
  2. Da Parca Gabriella, in AA.VV., Italiane. Dagli anni Cinquanta ad oggi (1951-2011), 150anni.it
  3. Da Parca Gabriella, in AA.VV., Italiane. Dagli anni Cinquanta ad oggi (1951-2011), 150anni.it
  4. Da Mangano Silvana, in AA.VV., Italiane. Dagli anni Cinquanta ad oggi (1951-2011), 150anni.it

Bibliografia[modifica]

  • Adele Cambria, De' Giorgi Elsa, in AA.VV., Italiane. Dagli anni Cinquanta ad oggi (1951-2011), 150anni.it
  • Adele Cambria, Garufi Bianca, in AA.VV., Italiane. Dagli anni Cinquanta ad oggi (1951-2011), 150anni.it

Altri progetti[modifica]

donne Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne