Borgo Santa Lucia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Citazioni sul Borgo Santa Lucia, rione di Napoli

  • – Addò se vere cchiù, Santa Lucia?! | Addò sentite cchiù l'addore 'e mare? | Nce hanno luvato 'o mmeglio, 'e chesta via! | N'hanno cacciato anfino 'e marenare! | E pure, te facea tant'allegria, | cu chelli bbancarelle 'e ll'ustricare! | 'O munno vota sempe e vota 'ntutto! | Se scarta 'o bello, e se ncuraggia 'o brutto! || Ah, comme tutto cagna! A tiempo 'e tata, | ccà se tuccava 'o mare cu nu rito! |ò ncopp' 'o mare passa n'ata strata, | tutto va caro, e niente è sapurito! | Santa Lucia m'ha prutiggiuto sempe! | M'ha rata 'a vista 'e ll'uocchie, pe veré | ca l'ommo cagna comme cagna 'o tiempe, | e ca chi sa che vène, appriesso a me! || Io[1], quacche vota, quanno sto nfuscato[2] | e me straporto[3] a quann'ero guaglione, | me crero ca so' muorto e sutterrato | sott' 'a muntagna 'e chisto Sciatamone[4]! | Pare n'ato paese! È n'ata cosa! | Tu nce cammine e nun te truove cchiù... | E pure, è certo, era accussì spassosa, | Santa Lucia d' 'a primma giuventù! || Arbanno juorno[5], dint' 'e vuzze, a mmare, | c'addore 'e scoglie e d'ostreche zucose! | Verive 'e bbancarelle 'e ll'ustricare | cu tutt' 'o bbene 'e Ddio, càrreche e nfose[6]! | E chelli ttarantelle int' 'a staggione! | Femmene assai cchiù belle 'e chelle 'e mo'! Uocchie 'e velluto, vocche 'e passione, | lazziette d'oro e perne, int' 'e cummò! || Tutt' 'e ccanzone t' 'e ppurtava 'o mare, | p' 'a festa r' 'a Maronna r' 'a Catena, | cu 'a bbona pesca, 'e cuoppe r' 'e renare, | e 'a cantina 'e Cient'anne sempe chiena! | Mò... che ne cacce? Cca s'è fravecato![7] | Tutto è prucresso, pe puté arrunzà![8] | Si' marenaro? E, quanno 'e faticato, | fai ll'uocchie chine... e 'a rezza nun t' 'o ddà! (Ferdinando Russo)
  • Il restaurant Astarita è abbacinato di luce elettrica e resta avvitato nel mare dai violenti riflessi di gesso elettrico liquido. Le barche da nolo nella penombra turchina si ninnano come fette di poponi. Le caldarroste scoppiettano. Una padella frigge. Un odore di olio e di pesce fritto e di mare. Seduti a riva gruppi di popolane stritolano i tarallini bagnati nell'acqua sulfurea. Il mozzo resupino nella speranza, con gli occhi e la bocca alle stelle, canta una canzone di nasse... Gli abitanti marinai del borgo luciano, sono addossati alle finestre terrene dalle quali sfolgora l'aureo salone dello chalet Savoia. A traverso quei vani dame in décolletés e cavalieri in frac. Salone, dame e cavalieri tipo Vedova allegra... A mezzanotte, poi, nei restaurants di Santa Lucia Nuova trillano tutti i mandolini dei posteggiatori della riva, che cantano alle mense delle chanteuses ancora pulsanti di canzoni cantate e ballate...
    E allora tu, nell'odor del mare, senti un odor d'amore... (Francesco Cangiullo)
  • Nella via del Pallonetto di Santa Lucia trovate qualunque cosa, tranne che un giornalaio. Perché? Non fateci ridere con queste domande. In primo luogo onorateci, favorite, allungateci un'occhiata gentile, come se fosse un barone di passaggio, o addirittura il sindaco Lauro. Ecco qua: la nostra via del Pallonetto è a «gradoni», sale con l'affanno da Santa Lucia a Monte di Dio, sale con tre quarti di lingua in gola da un «basso» a un palazzetto e da un palazzetto a un «basso», fino all'odore (sempre sia lodato) di lire e di signori della città alta. Mi spiego? Alla conformazione del suolo, aggiungete l'affollamento. Chi non è nato senza gomiti, al Pallonetto, li ha nei fianchi del prossimo; d'inverno specialmente, ce li lascia. È chiaro? (Giuseppe Marotta)

Note[modifica]

  1. A rievocare il passato è un "luciano", un abitante del Borgo Santa Lucia.
  2. Offuscato (confuso, smarrito, fuori di sé).
  3. Trasporto, ritorno a.
  4. Chiatamone.
  5. All'alba.
  6. Bagnate, umide, umorose, cariche di umori, roride.
  7. Costruito.
  8. Frare in fretta e senza accuratezza, raffazzonare, abborracciare.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]