Calcutta

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Calcutta

Citazioni su Calcutta.

  • Ci sono molti indiani che si oppongono a una certa diffusa immagine della propria società e della propria gente: ascoltando madre Teresa e i suoi sostenitori, Lei penserebbe che a Calcutta non vi sia altro che apatìa, squallore e miseria e che la gente abbia appena la forza di scacciar via le mosche dalla faccia mentre allunga la ciotola per l'elemosina. Ciò è diffamatorio nei confronti di una città sorprendentemente interessante, orgogliosa, evoluta e ricca di cultura, che ha università, scuole di cinema, teatri, librerie, caffè letterari e uno scenario politico vivace. C'è, ed è vero, un terribile problema di povertà e sovraffollamento, ma non c'è tutto questo accattonaggio. La gente non ti tira per la manica chiedendo l'elemosina, ed è fiera di non farlo. Le vere cause delle sfortune e miserie di Calcutta sono la sovrappopolazione, che per la Chiesa pare tuttavia non essere un problema, e l'afflusso in massa di rifugiati accorsi dalle regioni confinanti, devastate dai conflitti settari e religiosi scatenati in nome di Dio. Quindi, i supposti benefattori di Calcutta starebbero adoperandosi per porre rimedio a ciò di cui essi sono in realtà responsabili. Ma il dare a intendere che essi lo facciano veramente è un'impostura. (Christopher Hitchens)
  • Com'è Washington? Diciamo che assomiglia a Calcutta: sommersa di mendicanti; solo che questi mendicanti hanno abiti da millecinquecento dollari. (Traffic)
  • Kipling, con la sua solita preveggenza, la chiamava la «città delle terribili notti». Secondo lui possedeva una singolare caratteristica, il «GPC, o Grande Puzzo di Calcutta». (Paul Johnson)

Batman: Eredità[modifica]

  • Calcutta è l'ultimo baluardo della volontà umana. È la prova che la gente può adattarsi a qualsiasi situazione... e un fulgido esempio del nostro istinto di sopravvivenza.
  • Calcutta... una preda abituale delle epidemie, quindi bersaglio scelto con maggiore cinismo e crudeltà. La guida turistica dice: "densamente popolata e molto inquinata, Calcutta sembra un luogo orribile e disperato che rappresenta il peggio dell'India." Ma anche il meglio... nel senso dell'ironia contro le avversità e lo spirito contro la disperazione.
  • Il passo più inquietante della guida, cita un detto bengalese... "Calcutta è un'enorme vacca, munta da milioni di persone. E questo non è forse un simbolo di vita? E, come la vita, ti lascia delle ferite sul cuore."

Altri progetti[modifica]