Katie Melua

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Call Off the Search)
Jump to navigation Jump to search
Katie Melua

Katevan Melua (1984 – vivente), cantautrice georgiana-britannica.

Dall'intervista di LifeGate

Katie Melua. Una riflessione dalla Georgia al mondo, Lifegate.it, n.d.

  • Avevo solo 8 anni quando ho lasciato la Georgia per trasferirmi a Belfast; l'impatto tra est e ovest è stato molto drastico ed é quindi stato un grosso cambio culturale. La Georgia si era appena divisa dall'Unione Sovietica e il paese stava soffrendo molto sia sul piano politico che quello economico; è stato grazie a mio padre ed al suo lavoro che ci siamo trasferiti e quindi è stato un grande punto di arrivo per la nostra famiglia. Ho trovato molto stimolante poter vivere una vita completamente diversa in Irlanda; riguardo alla musica fino ad allora avevo ascoltato maggiormente musica folk georgiana e pop.
  • [Su Spider's Web] Generalmente è una canzone sulla vita e sulla società; la ragione che mi ha fatto scattare la voglia di scriverla è stata la guerra in Iraq, ma non vuole portare un messaggio politico, riguarda più come mi sentivo confusa come credo molti ragazzi della mia età riguardo a questa terribile guerra, frustata e senza la possibilità di reagire.
  • I cried for you é una canzone di una storia d’amore, forse la più importante; è cantata dal punto di vista femminile, quando lei perde l’uomo che amava e il suo rimorso non é solo perdere lui, ma perdere la loro relazione.
  • Mandela è stato così dolce e carino nonostante il fatto che sia una leggenda vivente.

Call Off the Search[modifica]

Etichetta: Dramatico, 2003, prodotto da Mike Batt.

  • Come puoi lasciare che ti guardi dormire, e poi spezzare i miei sogni come fai tu?
How can you let me watch you sleep, then break my dreams the way you do? (da The Closest Thing to Crazy, n. 3)
  • Come può la felicità sembrarmi così sbagliata? Come può la miseria sembrarmi così dolce?
How can happyness feel so wrong? How can misery feel so sweet? (da The Closest Thing to Crazy, n. 3)
  • Ho un biglietto, | Per la città veloce, | Dove le campane non suonano veramente, | Scendendo dall'aereo l'aria fredda, | corre come proiettili attraverso il mio cervello, | E sono divisa tra pinguini e gatti, | Ma non si tratta di sapere che animale hai, | Si tratta di saper volare, | Si tratta di morire nove volte.
I've got a ticket, | To the fast city, | Where the bells don't really ring, | Getting off the plane the cold air, | Rushes like bullets through my brain, | And I'm divided between penguins and cats, | But it's not about what animal you've got, | It's about being able to fly, | It's about dying nine times. (da Belfast (Penguins and Cats), n. 7)

Piece by Piece[modifica]

Etichetta: Dramatico, 2005, prodotto da Mike Batt.

  • Siamo distanti 12 miliardi di anni luce dal confine. È un'ipotesi – nessuno potrà mai dire se sia vero, ma io so che sarò sempre con te.
We are 12 billion light-years from the edge. That's a guess — no-one can ever say it's true, but I know that I will always be with you. (da Nine Million Bicycles, n. 2)
  • Perché la linea tra, | il Giusto e lo Sbagliato, | è larga come il filo, | di una ragnatela. | I tasti del pianoforte sono neri e bianchi, | ma suonano come un milione di colori nella tua mente.
Because the line between, | Wrong and right, | Is the width of a thread, | From a spider's web. | The piano keys are black and white, | But they sound like a million colours in your mind. (da Spider's Web, n. 6)

Altri progetti[modifica]