Carlo Conti (conduttore televisivo)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Conti

Carlo Conti, all'anagrafe Carlo Natale Marino Conti (1961 – vivente), autore televisivo e conduttore televisivo italiano.

Citazioni di Carlo Conti[modifica]

  • Il messaggio di San Francesco è un messaggio universale. Ne rimani affascinato, non c'è niente da fare! Ma sono un peccatore come gli altri. Faccio attenzione alla natura e do tanta importanza agli altri. L'altro va rispettato sempre ed è questo aspetto del messaggio di San Francesco che provo in particolar modo a mettere in pratica con umiltà.[1]
  • [...] la televisione ricopre un ruolo di esempio di non poco conto. E proprio in virtù del rispetto nei confronti degli altri credo che in questo lavoro ci voglia tanta onestà soprattutto nei confronti delle persone che ci seguono da casa.[1]
  • Mi ha colpito tantissimo, fin dal primo momento in cui era stato nominato, il fatto che Papa Bergoglio avesse scelto come nome Francesco. Un nome dai grandi significati cui nessuno prima aveva fatto ricorso. Lui è una persona piena di energia che riesce ad entrare dritto nostri cuori. È una forza della natura che trasmette l'amore di Dio a tutti noi. Ma mi ha colpito anche la forza di Ratzinger nel fare una scelta così clamorosa di lasciare il suo incarico. Una scelta che non capì nessuno all'inizio, ma che adesso rivela il disegno forte dello spirito Santo.[1]
  • Se chiudo gli occhi mi viene in mente un Sanremo 1971. Mi viene in mente un signore con la barba, ovvero Lucio Dalla, che canta "4 marzo 1943". Mi colpì molto quel brano, anche perché io sono nato in marzo, quindi la canzone esercitava in me, bambino, un grande fascino. Una canzone poi che mi ha dato un grande brivido e non a caso l'ho voluta nei promo del Festival [...].[2]
  • Un segreto non ce l'ho, o almeno penso di non averlo. È sicuramente tutta questione di alchimia. La cosa difficile è riuscirla a trovare questa alchimia. Cerco di fare qualcosa per la famiglia, in modo trasversale, che possa piacere sia alla nonna che al nipote che sono davanti lo schermo.[1]
  • Ho una fortuna incredibile, ho il dovere di aiutare chi è sfortunato, questo è il netto di quello che ho guadagnato per il Festival, centomila euro alla protezione civile. Non dovete applaudire, questo è normale. È bello quando fai del bene e non lo dici, doverlo dire mi ha fatto perdere un po' di questa forza, ma dovevo farlo perché all'inizio è mancato un po' di rispetto.[3]

Note[modifica]

  1. a b c d Da Luigi Carnevale, Intervista a Carlo Conti: "Il messaggio di San Francesco è un messaggio universale", Sanfrancescopatronoditalia.it.
  2. Dall'intervista di Hit, Carlo Conti a Blogo: Sanremo è un Gran premio della montagna (Speriamo che non nevichi troppo!!!), Tvblog.it, 4 febbraio 2015.
  3. Citato in Anna Lupini, Sanremo 2017, Carlo Conti: "Centomila euro ai terremotati", Repubblica.it, 12 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica]