Carlo Tognoli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Tognoli

Carlo Tognoli (1938 – vivente), politico e giornalista italiano.

Citazioni di Carlo Tognoli[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Alla piovra a Milano io non ci credo. Il sindaco può effettuare un controllo generico, nulla più.[1]
  • Non mi rimprovero di non avere fatto il controllore. No, non era un compito mio.[1]
  • Dopo l'inizio delle ostilità Caldara [sindaco di Milano], che era contro la guerra [prima guerra mondiale], allestì un gigantesco sforzo di assistenza ai militari e ai civili, tanto da destare anche l'ammirazione di Luigi Albertini, direttore del "Corriere della Sera", che in occasione delle elezioni aveva avversato l'esponente del Psi, paragonandolo a Barbarossa: nel suo libro di memorie Vent'anni di vita politica, riconobbe che Milano, governata dalla giunta socialista, aveva dato un esempio straordinario di volontà, forza e generosità[2]
  • Il 7 giugno 1918 [...] ci fu un grosso incidente alla fabbrica di esplosivi Sutter & Thévenot, situata a Castellazzo di Bollate, dove lavoravano quasi solo donne. In Italia non se ne parlò molto, ma Ernest Hemingway, che all'epoca si trovava a Milano, ne scrisse in un racconto intitolato Una storia naturale dei morti. Morirono dilaniate, secondo i dati ufficiale, 58 operaie. Ma probabilmente il bilancio fu ancora più tragico.[2]

Note[modifica]

  1. a b Dall'intervista di Ugo Bertone, Intervista con Tognoli "Ho fatto l'esame di coscienza. La piovra non controlla la città", La Stampa, 5 maggio 1992.
  2. a b Citato in Antonio Carioti, La Madonnina sulla linea del Piave Così Milano vinse la sua guerra, Corriere della Sera, 23 marzo 2018, p. 49.

Altri progetti[modifica]