Vai al contenuto

Caterina II di Russia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Caterina nel 1745, dipinta da Louis Caravaque

Caterina II Alekseevna di Russia, nota come Caterina la Grande (1729 – 1796), imperatrice di Russia.

Citazioni di Caterina II di Russia[modifica]

Citazioni su Caterina II di Russia[modifica]

  • Caterina è entrata nella politica per mezzo dell'amore. Fu il suo destino d'unire perpetuamente questi due elementi in apparenza tanto opposti; fu arte, o fortuna sua, saper quasi sempre trar partito da una fusione a tanti altri nefasta. (Kazimierz Waliszewski)
  • Catterina Seconda, la quale non contenta di proteggere gli ingegni altrui, ha scritto per se medesima il Codice delle leggi, di cui non si può far un elogio che non sia inferiore all'opera, ed una Novella morale sapientissima diretta all'ammaestramento de' suoi nepoti; opere scritte ambedue in lingua francese con tanta leggiadria, e sì fino gusto di stile, che gli scrittori natii della stessa Francia difficilmente vi giungono. (Josefa Amar y Borbón)
  • Di sicuro Caterina è sinonimo di affermazione femminile, female empowerment. [...] Era una donna colta, vitale, curiosa, anticipatrice. (Elle Fanning)
  • Ha l'anima di Bruto e il fascino di Cleopatra. (Denis Diderot)
  • Malgrado il suo amore dell'ordine e perfino certe abitudini borghesi d'economia, Caterina fu, per tutta la sua vita, una prodiga. Il gusto per l'ostentazione la vinceva su tutto, e anche un certo modo di prospettarsi l'utilità di certe spese, che le abitudini mercenarie del suo paese nativo le avevano ficcato in testa e che l'esperienza acquisita nel nuovo ambiente in cui era destinata a vivere, non fece che sviluppare. La fede nell'onnipotenza della mancia fu una delle credenze a cui rimase più costantemente attaccata. (Kazimierz Waliszewski)

Note[modifica]

  1. Citato in Selezione dal Reader's Digest, febbraio 1976.

Altri progetti[modifica]

donne Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne