Charles Fourier

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Charles Fourier

François Marie Charles Fourier (1772 – 1837), filosofo francese.

Teoria dei quattro movimenti[modifica]

  • Il cambiamento di un'epoca storica si può definire sempre dal progresso femminile verso la libertà perché qui, nel rapporto della donna con l'uomo, del debole col forte, appare nel modo più evidente la vittoria della natura umana sulla brutalità. Il grado dell'emancipazione femminile è la misura naturale dell'emancipazione universale.[1]
  • L'estensione dei diritti delle donne è il principio fondamentale di tutto il progresso sociale.[2]
  • Un ricco matrimonio è paragonabile al battesimo per la prontezza con cui cancella ogni macchia precedente.[2]

Citazioni su Charles Fourier[modifica]

  • Anche Fourier [come Saint-Simon] è un geniale stravagante della storia dello spirito, e soggetto a strani destini. Rampollo d'una vecchia famiglia di commercianti e destinato anch'egli al commercio, prova un risentimento profondo contro gli agenti di cambio, il sistema commerciale, lo spirito del commerciante e dell'usuraio, allorché sente che alcune navi hanno gettato in mare i carichi di riso per farne aumentare il prezzo. Questo risentimento diviene determinante per la sua carriera. Odio e irritazione lo rendono acuto e perspicace nei confronti dei controsensi, degli sconci e dei mali del mondo capitalistico. (Otto Rühle)
  • L'emancipazione della donna, non sarebbe stata solamente, come la vedeva il Fourier, preoccupato soprattutto della libertà sessuale, un indice di umanizzazione nel senso civico di vittoria della natura umana sulla brutalità, ma nel senso più fondamentale di progresso dell'uomo nei confronti dell'animale, del fatto culturale su quello naturale [...]. (Juliet Mitchell)
  • Le idee di Fourier rimasero al livello di monito utopistico e morale. Marx ne fece uso e le trasformò, inserendole in una critica filosofica della storia dell'uomo, ma anche lui mantenne l'astrattezza della concezione di Fourier sulla posizione femminile, intesa come indice del progresso generale della società. (Juliet Mitchell)

Note[modifica]

  1. Citato in Karl Marx, La Sacra Famiglia, Rinascita, Roma, 1954; citato in Juliet Mitchell, La condizione della donna.
  2. a b Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Ettore Barelli e Sergio Pennacchietti, BUR, 2013.

Bibliografia[modifica]

  • Juliet Mitchell, La condizione della donna (Woman's Estate), trad. di Giovanna Stefancich, Einaudi, Torino, 1972.

Altri progetti[modifica]