Chino Alessi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Chino Alessi (1919 – 1996), giornalista e scrittore italiano.

Un ombrello di filo spinato[modifica]

  • Io sono fortunato perché avrei potuto nascere femmina e invece sono maschio, e il mondo è degli uomini e non delle donne.
  • Sono fortunato perché sono nato bianco e avrei potuto nascere nero, e il mondo è dei bianchi.
  • Sono fortunato perché sono nato italiano e avrei potuto appartenere a qualsiasi altra nazione, ma il mondo sarà degli italiani perché solo gli italiani hanno creato il fascismo.

[Chino Alessi, Un ombrello di filo spinato, Pan, 1973]

Rino Alessi[modifica]

Incipit[modifica]

A metà strada fra Ravenna e Rimini, sulla via Emilia, si trova Cervia, "una cittadina della bassa romagnola" situata accanto al mare, al vertice meridionale di quella magnifica pineta che la fuga di Garibaldi e la morte di Anita, dopo la sfortunata fine della Repubblica Romana, resero celebre e storicamente importante.
Ai tempi dell'antica Roma, Cervia si era chiamata "Ficocle" ed era stata famosa per le saline, oggi non più attive, ma ancora perfettamente conservate come esempio raro di saline romane ed esibite alle maree di turisti che oggi invadono la riviera romagnola.

Citazioni[modifica]

  • Fra gli allievi di quegli anni Benito Mussolini gode di una reputazione molto discutibile nonostante sia entrato alla Scuola Normale già con la fama del "genio giovinetto" destinato a un grande futuro proprio in quel campo che i romagnoli di allora prediligevano sopra ogni altra cosa: la politica. (p. 7)
  • La violenza è stata in passato la cancrena della politica romagnola. (p. 11)
  • [Bologna] Il suo Teatro Comunale è fra i migliori d'Italia per le stagioni liriche di altissimo livello e per aver creato attorno a sé il primo grande pubblico wagneriano della penisola. (p. 13)
  • La "grassa" Bologna, come con vena sarcastica viene definita, è tale certamente per la ricchezza, per l'abbondanza, per lo spirito godereccio della sua gente. Ma è anche un centro di grande cultura, di eleganza, di bello stile di vita, di valore universitario mondiale. (p. 13)

Bibliografia[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]