Colin Kapp

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Colin Kapp (1928 – 2007), scrittore britannico.

Incipit di La galassia brucia![modifica]

La notte era spezzata da cento candele di rame: i raggi pressori si tendevano verso il basso, trasportando il grande carico di morte della nave sul centro della città, distruggendo il terreno con tremendo fragore. Verdi e violetti, i raggi Yagi squarciavano la struttura degli edifici, e i rapidi bagliori dei laser accendevano fuochi che completavano la distruzione. La città di Ashur su Onaris, martellata dall'attacco selvaggio che veniva dal cielo, agonizzava e si preparava ad arrendersi. Resistere significava il suicidio, ma nemmeno la resa poteva garantire la sopravvivenza.

Bibliografia[modifica]

  • Colin Kapp, La galassia brucia!, traduzione di Vittorio Curtoni, Mondadori, 1979.

Altri progetti[modifica]