Costanza Miriano

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Costanza Miriano

Costanza Miriano (1970 – vivente), giornalista, scrittrice e blogger italiana.

Citazioni di Costanza Miriano[modifica]

  • [...] l'aborto è una morte doppia, di una mamma e di un bambino. (da La vita dopo l'aborto, Il blog di Costanza Miriano, 15 maggio 2013)
  • Madre surrogata. Utero in affitto. Parole tirate per i capelli, per dire una realtà che non è umana. [...] Nessuno qui condanna il desiderio di maternità o paternità, ci mancherebbe. Ma i figli non sono un diritto, sono un dono, e se la scienza ci può aiutare è chiaro che deve avere dei limiti. I figli devono avere un solo padre e una sola madre (un aggravante per l'orribile spettacolo degli omosessuali che abbracciano il loro figlio peluche), e dover dimostrare la cosa è talmente ridicolo che davvero sembra siano arrivati i tempi – direbbe Chesterton – in cui "tutto diventerà un credo... fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro, spade sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate"... (da I figli peluche, CostanzaMiriano.com, 6 maggio 2011)
Da Se essere mamme fosse una pratica agonistica, la Messa sarebbe senz'altro doping, Credere, n. 19 2015
  • Credo che a volte scattino delle forme ansiogene di competizione che non ci servono a guardare i nostri figli con la libertà e la serenità che meritano.
  • I figli vogliono due cose soprattutto. Vogliono sapere che la vita è una cosa buona, e questo credo che glielo stiamo testimoniando
  • La Messa secondo me si chiama così perché mette a punto le giornate e le priorità.

Sposati e sii sottomessa[modifica]

  • Avere amici è necessario principalmente perché mi permette di distribuire consigli, attività massimamente gratificante.
  • La donna ha l'istinto di tenere accesa la luce, di non perdere lo sguardo di speranza su di lui.
  • Le amiche servono perché noi donne non abbiamo, come invece è stato per tante generazioni precedenti, una strada segnata davanti a noi.
  • Se la donna rinuncia alla sua tentazione – il controllo – l'uomo abbandona la sua (di tentazione) l'egoismo.
  • Se una donna decide di essere accogliente, di stare lealmente dalla parte di suo marito, di avere un pregiudizio positivo nei suoi confronti, guardandolo con gli occhi di chi vuol vedere il buono, l'uomo non le resiste, si trasforma.

Bibliografia[modifica]

  • Costanza Miriano, Sposati e sii sottomessa, Sonzogno, 2013.

Altri progetti[modifica]