Vai al contenuto

Crisotemi (figlia di Agamennone)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Crisotemi, figlia di Agamennone e Clitennestra.

Citazioni di Crisotemi[modifica]

  • [Rivolgendosi ad Elettra] Sorella, e perché mai novellamente | venisti in questo loco a far parole | con alta voce? E ancor non apprendesti, | per lunga esperienza, che il conforto | di vane cose non giova alla mente | turbata? Sono io pur dolente, e veggo | che n'ho ben onde, e se fosse in me forza | a costor mostrerei che non son vile. | Ma nel presente stato mi par meglio | navigar con piegate vele, e nulla | cosa tentar contra costoro. Questo | consiglio tu dèi prendere, quantunque, | più che le mie parole, sia diritto | il tuo giudicio. Se non voglio trarre | in servitù la vita, mi conviene | obbedire a coloro ciecamente, | che tengon qui l'imperio. (Sofocle)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]