Dean Ornish

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Dean Ornish

Dean Ornish (1953 – vivente), medico e saggista statunitense.

Citazioni di Dean Ornish[modifica]

  • Cambiare stile di vita modifica di fatto i nostri geni, attivando quelli che ci mantengono in salute e disattivando quelli che favoriscono cardiopatia, tumore alla prostata, cancro al seno e diabete: più di cinquecento geni in soli tre mesi! Spesso la gente dice: «È una predisposizione genetica: non c'è molto che io possa fare». E invece c'è. Sapere che, mutando stile di vita, si modifica l'attivazione dei geni è spesso fonte di grande motivazione... motivazione ad assumere il controllo della propria salute, anziché commiserarsi.[1]
  • Nel primo mese [sottoponendo i malati cardiaci a una dieta a base vegetale] abbiamo notato un miglioramento nel flusso sanguigno e il cuore iniziava a pompare sangue normalmente. Dopo un anno, anche le coronarie gravemente ostruite si sono liberate considerevolmente, con ulteriori miglioramenti dopo cinque anni. Ma nel gruppo di controllo randomizzato, che seguiva le indicazioni dei dottori riguardo a meno carni rosse, più pesce e pollo, un po' di esercizio e via dicendo, le arterie si sono intasate dopo un anno e ancor di più dopo cinque anni.[2]
  • Non capisco perché chiedere alla gente di seguire una dieta vegetariana ben bilanciata sia considerato drastico, mentre è accettabile da un punto di vista medico aprire in due una persona o riempirla di farmaci potenti per ridurre il colesterolo.[3]
  • [Il nostro approccio] non presuppone l'esistenza di una serie di regole alimentari per far regredire le cardiopatie, un'altra, differente, contro il diabete, un'altra ancora per intervenire a livello genico allungando i telomeri... In tutti i nostri studi, invitavamo i partecipanti a seguire una dieta basata su alimenti vegetali al 100% [...] ed era come se l'organismo sapesse personalizzare la medicina di cui avevano bisogno, purché gli si fornissero le materie prime. [...] E quel che fa bene a noi, fa bene al pianeta. Se ci orientiamo a una dieta basata su alimenti vegetali al 100%, non apportiamo miglioramenti solo nella nostra vita, ma anche in quella di molti altri in tutto il mondo.[1]
  • Oltre a prevenire numerose patologie croniche, un sostanziale mutamento dello stile di vita [...] è spesso in grado di invertirne il decorso.[1]
  • Una dieta vegetariana sana a base di cibi integrali cambia l'espressione dei geni. Attiva quelli buoni, e disattiva quelli cattivi. I geni sono una predisposizione, non sono il nostro destino. E anche se i nostri genitori e i nostri zii sono tutti morti di diabete, cancro o persino infarto, non significa che avremo la stessa sorte.[2]

Note[modifica]

  1. a b c Dall'introduzione a Marco Borges, La dieta dei 22 giorni, traduzione di Irene Annoni e Cristiana Latini, Sperling & Kupfer, 2016.
  2. a b Dall'intervista nel documentario The Game Changers, 2018.
  3. Citato in Jeffrey Moussaieff Masson, Chi c'è nel tuo piatto? Tutta la verità su quello che mangi, traduzione di Nello Giugliano, Cairo editore, Milano, 2009, p. 177. ISBN 978-88-6052-218-4

Altri progetti[modifica]