Veganismo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Alcuni ingredienti di una dieta vegana

Citazioni sul veganismo.

Citazioni[modifica]

  • Anche la dieta vegana, ossia una dieta vegetariana più rigida (anche se definirla vegetariana è riduttivo, essendo più una filosofia che uno stile di vita), può rappresentare una buona scelta, sebbene la sua applicabilità dipenda da caso a caso. (Mario Pappagallo)
  • Allevare bovini, maiali e galline all'aperto e non in batteria migliora indubbiamente la loro condizione, ma gran parte dei vegani diventa tale perché non desidera sentirsi colpevole di neppure una delle fasi dell'allevamento e dell'uccisione di questi animali. (Michael F. Jacobson)
  • Come possono dunque coloro che esercitano la grande compassione nutrirsi della carne e del sangue degli esseri viventi? Se i bhikṣu si asterranno dall'indossare abiti di seta, sandali di cuoio e pellicce, e dal consumare latte, panna e burro, saranno veramente liberati da ciò che è mondano; dopo aver pagato i loro antichi debiti, non rinasceranno più nei tre regni dell'esistenza. (Gautama Buddha, Śūraṃgama sūtra)
  • Credo si possa essere sicuri che una dieta vegetariana sia molto migliore di una dieta che preveda il consumo di carne, soprattutto per quel che riguarda il rischio di cancro e malattie cardiovascolari, e che una dieta vegana sia un buon modo di ridurre, tra le altre cose, il rischio di cancro alla prostata. (Neal Barnard)
  • Da circa 20 anni sono vegano e impegnato nella difesa dei diritti degli animali; le argomentazioni etiche o "intrinseche" sono per me di assoluta importanza, ma non disdegno quelle secondarie, pragmatiche o "estrinseche", quali quelle che sostengono che la dieta carnea sia poco salutare, dannosa per l'ambiente e per i Paesi poveri. (David Sztybel)
  • Dieci anni fa mi ritrovai per caso a pranzare con un'amica in un ristorante macrobiotico [...]. La proprietaria si sedette con noi e ci parlò della filosofia vegana: mi aprì gli occhi, fino ad allora non mi ero mai chiesta da dove venisse la carne che mangiavo. [...] non sapevo nulla della realtà dei macelli. Uscita di lì sono entrata in libreria e mi sono documentata. [...] oggi non mangio nulla che abbia sofferto. (Claudia Zanella)
  • Diventare vegani ci fa diventare più buoni, più belli e più sani. [...] Questa scelta alimentare e di vita è un quotidiano, rivoluzionario atto d'amore che spinge verso un mondo diverso. Non mangiare quanto deriva dal martirio di creature sensibilissime, vittime di terribili sevizie, è una cura concreta e potente per noi stessi e l'intera umanità. (Loredana Cannata)
  • Diventare vegani è un processo molto lungo e va ben oltre l'alimentazione, ben oltre le cose materiali e tangibili, fino a essere una vera e propria scelta di vita. Il vegano ha compassione di tutto ciò che vive. Molti diventano attivisti e propugnatori dell'idea vegana, e si impegnano nel volontariato, nella difesa degli animali, della giustizia sociale, della pace e dell'ambiente. Molti adottano bambini e animali. In pratica si diventa vegani per ridurre la sofferenza del mondo, che sia degli uomini o degli animali, e il vero vegano non fa differenza di chi sia la sofferenza. (Edoardo Nesi)
  • Dopo la nascita della mia bambina, mi sono sforzata di riprendere il controllo del mio corpo e della mia salute, ma non volevo accontentarmi di una dieta lampo: ero una madre, ormai, dovevo cambiare le mie abitudini in modo più radicale e costituire un esempio per mia figlia [...]. La decisione è maturata un anno dopo [...] quando io e mio marito abbiamo deciso di tentare una dieta del tutto vegetale [...]. Così ha avuto inizio il viaggio che mi ha permesso di conquistare la migliore forma fisica della mia vita. Certo, in principio non mi aspettavo che avrebbe portato tali e tanti frutti a lungo termine; credevo che [...] sarebbe stato un percorso irto di privazioni, [...] che avrei sofferto di cefalee e sbalzi d'umore... Mi sbagliavo su tutta la linea! Ho impiegato qualche giorno a adattarmi, sì, ma ho ottenuto calo di peso, aumento dei livelli d'energia, miglioramento del sonno e della digestione, lucidità mentale, oltre a una sensazione incredibilmente positiva che accompagnava ogni mia azione e i suoi effetti sui miei cari e sull'ambiente. (Beyoncé)
  • È che i vegani sono così, magari eccessivi nei toni, e forse è il loro limite. Potrebbero limitarsi a dire "guarda, mangiare carne fa male alla salute" e non, come fanno, "se mangi carne sei un assassino". Ma alla fine, e questo posso dirlo con certezza, forse hanno ragione loro. [...] sono diventato a modo mio vegano, non mangio carne, non mangio derivati animali, se non raramente. La mia salute è migliorata, ho smesso di avere mal di testa al mattino, ho avuto la sensazione di rimettermi in carreggiata. (Fausto Brizzi)
  • Essere vegan è una delle cose di cui vado più orgogliosa. La gente pensa che siamo hippy malnutriti ma non è così: io sono diventata più forte e resistente alla fatica. (Meagan Duhamel)
  • Essere vegani è una cosa molto diversa dall'ultima moda, come invece molti pensano per esempio sulle riviste femminili perché qualche stupido attore o attrice dice di essere vegano. (Edoardo Nesi)
  • Fino a non molto tempo fa, il mito delle proteine (bisogna mangiar carne per assumere proteine a sufficienza) era molto popolare, ma ora la situazione è cambiata. Oggi sempre più persone cominciano a capire che le proteine di cui abbiamo bisogno per godere di buona salute possono essere assunte [...] senza mangiar carne né altri cibi di derivazione animale, compresi latte, formaggi e uova (ovverosia, con una dieta vegana). Persino la Food and Drug Administration (Fda), istituzione tutt'altro che favorevole al vegetarianesimo fino a non molto tempo fa, si è dovuta arrendere all'evidenza. Nei suoi documenti più recenti, la Fda riconosce infatti che il vegetarianesimo e il veganesimo costituiscono delle scelte alimentari consigliabili e salutari. (Tom Regan)
  • Gli estimatori di frutta e verdura sono dotati di un sistema fibrinolitico veramente invidiabile; il contrario di quanto avviene nelle persone che ne mangiano poca. [...] Non a caso, i più bassi livelli di fibrinogeno, proteina che partecipa alla formazione dei coaguli, si trovano proprio nei vegetariani, specie nei veganisti che eliminano del tutto gli alimenti di derivazione animale, inclusi uova e latte. Questi soggetti, inoltre, hanno il sangue più fluido rispetto a chi mangia carne e ciò comporta anche livelli pressori più bassi. (Jean Carper)
  • [«Quando sei diventato vegano?»] Ho cambiato alimentazione per motivi di salute; nel 2006 ho conosciuto Michelangelo Chiecchi ed è stato grazie al suo sistema di salute naturale che sono riuscito a guarire i dolori che avevo a ginocchio, caviglie e schiena. Il regime alimentare proposto da Michelangelo mi ha cambiato la vita perché finalmente posso fare a meno delle medicine. [...] Essenzialmente si basa sul rispetto della vita di tutti gli esseri che abitano questo pianeta. L'uomo deve aspirare a un sistema di vita armonico con le leggi che governano la natura e l'alimentazione vegetale è tra le vie maestre da percorrere [...]. La gente purtroppo conosce poco la ricchezza della cucina vegetale e fa fatica ad abbandonare l'idea di eliminare la carne. C'è chi dice che questo tipo di dieta faccia perdere la convivialità ma non è vero. Se mangio fuori mi accontento di un piatto di pasta in bianco o di verdure, se non c'è nient'altro di più appetitoso. La mia priorità è la salute, se devo stare a digiuno, non importa, anche quello non fa mica male! (Dino Baggio)
  • Ho letto un paio di buoni libri e ho compreso le implicazioni etiche del mangiare carne e gli innumerevoli altri modi con cui si abusa degli animali e della natura. Mi ha fatto piangere. Semplicemente non c'è necessità per noi di consumare prodotti di origine animale e causiamo molti danni in questo modo; ciò equivale a un crimine. Non posso essere altro che vegano dopo aver compreso questo. (Alexander Dargatz)
  • Ho passato molti anni in tournée per il mondo [...]. Canti, balli, reciti, dormi poco [...], cambi fuso orario da un giorno all'altro... insomma, mica una passeggiata. E lì ho messo veramente il mio stile di vita alla prova: se, malgrado quelle circostanze, il mio corpo continuava a darmi la forza di vivere e lavorare come dicevo io, allora, era veramente una scelta valida. I momenti più difficili in tournée sono i weekend perché di solito fai cinque repliche in tre giorni [...]. E indovina chi era l'unica del cast in piedi domenica sera, dopo la quinta? La vegana! Prova riuscita. (Jessica Polsky)
  • Il vegetariano ha un grande difetto alimentare: se non sta attento, si rimpinza di formaggi e si ritrova in un amen sovrappeso e con colesterolo e trigliceridi a mille. È per questo che ho cominciato a comprare prodotti per vegetariani e vegani. Li si trova anche all'ipermercato, ormai. Dalla cotoletta di soia surgelata ai burger di miglio, di soia, di farro, di spinaci. Fino alle (mini)cotolette alla milanese di seitan o al tofu classico o aromatizzato, passando per il seitan fresco o alla piastra. I carnivori, che hanno sempre questo atteggiamento da bulli quando si trovano davanti un vegano, sono convinti che queste pietanze facciano schifo e rispondono col sempiterno "fatti una fiorentina": al contrario, sono prodotti quasi sempre buonissimi. Ho capito perché i vegani stanno bene: perché mangiano sano, sì, ma pure perché mangiano bene. (Andrea Scanzi)
  • Io ho smesso di mangiare animali nel 1987, ma sono diventato vegano solo il primo gennaio 2011, eppure non ho cambiato le mie motivazioni: quando decisi di passare al vegetarismo, lo feci perché non volevo contribuire all'uccisione di animali. [...] fingevo di non sapere che la produzione di latte e uova è parte della stessa catena di sfruttamento e morte che produce la carne. Non andavo fino in fondo nei miei pensieri e nelle mie scelte [...]. Quando diventi vegetariano, i familiari e gli amici si preoccupano per la tua salute e tu cominci a sentirti diverso; sai che ogni invito a pranzo comporterà la necessità di spiegare i motivi per cui non mangi carne e così via. Alla fine i più si fermano lì e non osano andare oltre: dire no a tutto ciò che comporta sfruttamento e morte per gli animali, quindi latte, uova, lana eccetera. Sembra impossibile, una cosa da estremisti e asociali. Ma bisogna ricordare che estremisti e asociali erano definiti i vegetariani fino a poco tempo fa; ora che il vegetarismo è più diffuso e accettato, quest'etichetta è passata a stigmatizzare i vegani. [...] In realtà credo che l'unico modo per essere davvero vegetariani, cioè rispettosi degli animali, sia la scelta vegan e spero che presto il termine vegetariano torni ad indicare un'alimentazione a base vegetale e non lacto-ovo-vegetariana come avviene ora. (Lorenzo Guadagnucci)
  • In verità l'alimentazione vegana è un'esplorazione continua. A me ha dato la spinta a sperimentare cose nuove in cucina, a curiosare nei libri di ricette e a mettermi ai fornelli [...]. La cucina tradizionale italiana, a ben vedere, è ricchissima di specialità vegane de facto e molte altre pietanze sono "veganizzabili" usando un po' di fantasia: è una specie di gioco che sta diventando appassionante. (Lorenzo Guadagnucci)
  • Io non riesco a concepire i vegani. Non mangiano niente. Io ce l'ho con loro, non con i vegetariani. Anche Pitagora era vegetariano e mangiava uova e formaggio [...]. Sono una setta. Sono uguali ai testimoni di Geova. Cosa farei ai vegani? Li ammazzerei tutti [...]. Se hanno deciso di non mangiare niente allora dovrebbero sapere che quando vanno a comprare il pane dentro c'è il miglioratore che è un estratto del pancreas del maiale. Dovrebbero saperlo. (Gianfranco Vissani)
  • L'anno migliore nella mia carriera sportiva è stato quando mi sono convertito al veganismo. (Carl Lewis)
  • L'approccio abolizionista [...] rifiuta le riforme welfariste e di regolazione come strategie, promuovendo e sostenendo invece il veganismo come un approccio creativo e nonviolento per la liberazione animale. (Gary Lawrence Francione)
  • [Con riferimento alle sue due figlie, cresciute con un'alimentazione vegana] L'unico problema che hanno i bambini vegani è che non si ammalano e questo è un dramma per le industrie farmaceutiche. Mia madre mi criticava ma loro non si ammalavano mai, a differenza delle figlie di mio fratello. (Red Ronnie)
  • La cosa migliore è evitare del tutto i prodotti animali. Come ormai ben saprai, contengono grassi saturi e colesterolo, aumentano quindi i tuoi livelli di colesterolo e il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer o di soffrire di ictus. Alcune persone sono tentate di includere, qua e là, modeste quantità di carne, latticini e uova, eppure anche quantità piccole sono sufficienti per frenare i tuoi progressi se conti di perdere peso, controllare il colesterolo e migliorare la salute del cervello. [...] Nel 2009, l'American Diabetes Association ha pubblicato un confronto tra cinque diversi regimi dietetici ottenuti in uno studio su 60.903 adulti. Alcuni di loro mangiavano carne tutti i giorni, altri ne stavano completamente alla larga. Alcuni mangiavano latticini e uova, o magari pesce, mentre altri ancora evitavano anche tali prodotti. [...] L'unico gruppo che centrava in pieno il valore del peso sano, però, era quello dei vegani, che evitano del tutto i prodotti animali. Grazie alla loro dieta, avevano un indice di massa corporea di 23,6. E lo stesso trend valeva anche per il rischio di diabete. In altre parole, più la gente sta alla larga dai prodotti animali, più rimane in salute. (Neal Barnard)
  • La galassia vegana è variegata e sconfinata. In rete si trova di tutto. È un bel cercare e un bel mangiare, sano e leggero ma senza soffrire (io no, almeno). Purtroppo la stragrande maggioranza dei ristoranti non è minimamente attrezzata. (Andrea Scanzi)
  • La gente suppone sempre che se sei vegetariano puoi vivere di solo formaggio, e intanto il formaggio è terribile per il tuo corpo, anche se il gusto è così buono. Io sono anche una grandissima amante degli animali. Diventare vegana è stato un gran bene per me. Non mi sono mai sentita meglio. (Kate Mara)
  • La necessità è madre dell'invenzione e l'essere vegano apre ai cibi (vegani) di tutto il mondo. (Moby)
  • La salvaguardia degli animali, le questioni ambientaliste, la salute... La scelta vegan mi ha convinto da tutti e tre questi punti di vista. (Emily Deschanel)
  • La scelta di abbracciare uno stile di vita da vegana è partita da motivazioni salutistiche, all'inizio. Migliorare la mia salute era la spinta per la decisione. E lo ha fatto, più che potessi mai immaginare. Però, più mi informavo e studiavo e ricercavo, più vedevo che era una filosofia che mi piaceva a molti livelli, compresi quelli etici, e le informazioni che scoprivo rinforzavano la mia certezza che stavo facendo la cosa giusta. Libri [...] e diversi maestri e studi scientifici, mi hanno aperto gli occhi ai tantissimi motivi per cambiare il mio modo di mangiare. Non solo per noi stessi, ma anche come parte di una comunità. Il dovere e la responsabilità che abbiamo, l'impatto che ha sulla terra il nostro cibo e come lo produciamo. (Jessica Polsky)
  • La setta più agguerrita in questo periodo è sicuramente quella dei vegani, quelli che non mangiano animali né derivati. Sono dappertutto, si mimetizzano fra gli esseri umani e hanno un'unica missione nella vita: cagarti il cazzo mentre mangi. Hanno sempre questo approccio aggressivo: non ti dicono come fa bene quello che mangiano loro, ti dicono quanto fa male quello che mangi tu. Se ne porti uno a pranzo, belìn, ti guarda come se, belìn, fossi Hannibal Lecter! Cioè lo capisci che ti odia. Che tra l'altro l'aggressività dovrebbe essere tipica dei cannibali, non di chi mangia erba, giusto? Ti viene anche il dubbio che ti detesti perché sei fatto di carne. Se fossi fatto di seitan ci sarebbe più empatia. Lui mangia tofu, ma in realtà quello che lo nutre davvero è l'odio verso di te: è un odiariano. Ho detto "lui", ma in realtà il veganesimo è più diffuso nel genere femminile. E lì, se trovi il combinato "donna+vegana" ti conviene veramente diventare respiriano. Ecco chi sono i respiriani: sono i fidanzati delle vegane che si sono rotti i coglioni. Preferiscono lasciarsi morire pur di non discutere. (Maurizio Crozza)
  • [«Fra gli attori essere vegani è una moda?»] Le mode vanno e vengono, sono transitorie. Qui c'è di mezzo un discorso salutistico ed etico. (Tullio Solenghi)
  • Le persone si sentono a disagio con un vegano al loro tavolo, più di quanto non lo siano con una lesbica. È come se si suggerisse che ciò che qualcun altro sta facendo è cattivo o sbagliato, e li colpisce su un livello più personale. (Portia de Rossi)
  • Lo spettro alimentare va dal carnismo al veganismo. Propendo per quest'ultimo poiché ho consapevolezza che l'industria dei latticini e delle uova non è meno crudele rispetto a quella della carne. (Melanie Joy)
  • Lo vedo come uno stile di vita a lungo termine. Si vedono un sacco di maratoneti che hanno molti problemi di salute, quando sono più avanti negli anni; [con la dieta vegan] ho veramente notato la differenza in termini di ripresa – la capacità di tornare in forma in fretta. (Scott Jurek)
  • Mangiando datteri, zuppa di legumi, seitan, noodles e riso nero, ho sconfitto il mio senso di colpa di non poter guardare negli occhi gli animali: perché io stessa li uccidevo per il mio palato. [...] Per me è una filosofia di vita, prendere coscienza di chi sei e cosa vuoi, guardare ciò che vive accanto e difenderlo, prendere un tempo per fermarsi e capire i bisogni degli altri, animali inclusi. Leggere la provenienza dei cibi, scegliere. [...] Peso da anni sempre uguale: tra i 54 e i 55 kg, nonostante la menopausa! La mia pelle è luminosa, la notte dormo e mi sento leggera e piena di energia come una ragazzina. (Daniela Poggi)
  • Molti pensano che noi [vegani] siamo ipocriti e detestabili. Lo capisco. Io stessa ho incontrato molti carnivori ipocriti e detestabili. Sono davvero sorpresa di come la gente veda nei vegani una minaccia per il proprio diritto a consumare carne in ogni quantità, e tratti l'esistenza dei vegani come un affronto ai loro diritti civili, [...] seguire una dieta vegetale non è una moda. Né qualcosa che facciamo per infastidire i mangiatori di hamburger. [...] I costi per l'ambiente derivanti dal consumo di carne, latticini e uova sono costi reali. Come quelli richiesti dal cercare di curare malattie associate – come dimostrato da tempo – al consumo di prodotti di origine animale, e che riguardano tutti noi. È parte del motivo per cui l'assistenza sanitaria è così incasinata in questo Paese. Curare le malattie cardiache, il diabete e l'obesità è molto costoso. I Paesi che non mangiano come noi non hanno i problemi di salute che abbiamo noi. E anche questo è un dato di fatto. Ci sarà sempre chi continuerà a sostenere che il veganesimo sia una fastidiosa tendenza elitaria di liberali fanatici, ma io preferisco vedere la "tendenza" verso un maggiore diffusione della dieta a base vegetale come qualcosa che può aiutare il nostro ambiente, la nostra economia, la nostra salute e il nostro benessere generale. (Mayim Bialik)
  • Negli ultimi tempi sono diventato vegano [...]. Anche in questo caso rimangono a disposizione tantissime ricette a base vegetale che soddisfano tutte le necessità. Ho deciso di fare questo passo perché qualcosa in me lo diceva. Alcuni ritengono che i piatti vegani siano monotoni, ma non è vero, possono essere molto vari. (Janez Drnovšek)
  • Non mangerai carne, uova, formaggio, né altra cosa se non d'acqua e di legno [frutta, ortaggi]. Non mentirai, non ammazzerai nemmeno vitelli. (Formula di iniziazione dei catari)
  • [Il nostro approccio] non presuppone l'esistenza di una serie di regole alimentari per far regredire le cardiopatie, un'altra, differente, contro il diabete, un'altra ancora per intervenire a livello genico allungando i telomeri... In tutti i nostri studi, invitavamo i partecipanti a seguire una dieta basata su alimenti vegetali al 100% [...] ed era come se l'organismo sapesse personalizzare la medicina di cui avevano bisogno, purché gli si fornissero le materie prime. [...] E quel che fa bene a noi, fa bene al pianeta. Se ci orientiamo a una dieta basata su alimenti vegetali al 100%, non apportiamo miglioramenti solo nella nostra vita, ma anche in quella di molti altri in tutto il mondo. (Dean Ornish)
  • Non solo mi sento più felice con questa dieta, ma anche mille volte più in forma. (Olivia Wilde)
  • Non voglio partecipare ad alcuna tortura. Si tratta di provare a vivere una vita in cui non sto contribuendo alla crudeltà nel mondo... Mentre sono su questo pianeta, voglio che tutti quelli che incontro sappiano che sono grata della loro esistenza. (Jessica Chastain)
  • Per un anno e mezzo [...] ho seguito una rigidissima dieta vegana: frutta e verdura e niente pane, zucchero o caffè. Ma mi aveva fatto perdere troppo peso. (Megan Fox)
  • [«Perché essere vegan?»] Perché è la cosa più naturale che possiamo fare come esseri umani, perché siamo nati vegan, perché da bambini istintivamente non avremmo mai ucciso un animale per mangiarlo a morsi, perché gli allevamenti intensivi emettono nell'atmosfera più CO2 dell'intero sistema di trasporti mondiale, perché abbiamo tutti gli stessi diritti in questo mondo, perché non abbiamo bisogno di uccidere per essere in salute né di indossare le pelli di poveri animali per proteggerci dal freddo, perché non nutrirsi di sofferenza è bellissimo. (Alice Taticchi)
  • Quando c'è un vegano a cena mi vorrei ammazzare. (Alba Parietti)
  • Quando comunicai a mia madre questa mia scelta, lei si preoccupò molto per la mia salute credendo che mi sarei indebolita troppo mettendo da parte alimenti tradizionali come la carne. La prima volta che mi rivide in un lavoro televisivo, invece, mi chiamò immediatamente per dirmi quanto più bella fosse la mia pelle. [...] È chiaro che il risultato più immediato e più riscontrabile è che ti senti più leggero, meno bloccato [...]. Andando più a fondo, però, i sensi, tutti i sensi, funzionano meglio e questo si rispecchia ampiamente in ogni aspetto della giornata. (Loredana Cannata)
  • Quando pensi a un domani migliore, pensi al veganismo nel mondo. (RZA)
  • Quando sono diventata vegetariana all'età di undici anni, è stata una transizione decisamente facile. Un ragazzo della mia scuola stava tentando di uccidere delle creature nello stagno. Quando provai a fermarlo, mi disse: "Tu mangi gli animali", come a dire che non avevo il diritto di provare a salvare qualcosa che poi sarebbe potuta finire sul mio piatto. L'ipocrisia delle mie azioni divenne cristallina in quel momento. Così decisi: niente più carne. [...] Quando ho iniziato a lavorare per due organizzazioni che si battono contro l'allevamento intensivo [...] mi sono resa conto che il veganismo è l'unica dieta che può cambiare il mondo. [...] Ti puoi aspettare un corpo più sano, e il sentimento di orgoglio che va di pari passo con una vita coerente con i propri valori. Questo è qualcosa a cui molte persone aspirano, ma che poche raggiungono. (Alicia Silverstone)
  • Quello che ho capito dei vegani in questi anni è che la loro missione è giusta, condivisibile, socialmente ed economicamente vincente. È la modalità con la quale la propagandano che è imperfetta. Non si può cambiare l'alimentazione di qualcuno in maniera violenta e drastica. Ma cominciando a diffondere i perché e i percome dell'efficacia della dieta vegana, la rivoluzione avverrà da sola. (Fausto Brizzi)
  • Queste due cose, culturismo e veganismo, sono le migliori della mia vita. Definiscono chi sono, nel corpo e nello spirito. Ciò non vuol dire che la mia vita sia solo allenarmi e mangiare, ma nella vita trovo la mia forza in questi due aspetti. Il veganismo significa amore e rispetto per il mondo in cui vivi, e il culturismo significa amore e rispetto per te stesso. (Alexander Dargatz)
  • Ricordo che nell'agosto 2003 presi la decisione di diventare (quasi) vegano, e fu allora che avvertii dentro di me un profondo allineamento emozionale. Capii che avevo scelto di fare la cosa giusta, e che mi sarei impegnato a rispettare quella decisione per il resto della vita. Le mie convinzioni e la mia morale avevano finalmente trovato il perfetto allineamento. (John Mackey)
  • Ridurre la quantità di carne e di latticini nella nostra dieta è un ottimo modo per tenere sotto controllo il nostro peso, migliorare la salute nel suo complesso e fare passi concreti verso un miglioramento della salute del pianeta. [...] I vegani e i vegetariani tendono a pesare meno delle persone che consumano cibi di origine animale; tendono anche ad avere un minore tasso di rischio di malattie cardiovascolari, diabete e di alcuni tipi di cancro. (Mangiare zen)
  • Si diventa più sani, si vive di più, si ha un aspetto migliore, molta meno acne. Si dimagrisce e si inizia a sprigionare salute da tutti i pori. Persino la tua vita sessuale ne risente in maniera positiva. È questo ciò a cui si va incontro quando si eliminano carne e prodotti caseari dalla propria dieta. (James Cameron)
  • Sono sensibile su tutto quello che riguarda la salute degli animali e la tutela dell'ambiente: essere vegano non interessa solo l'alimentazione, ma riguarda il rispetto che ho verso me stesso. (Mirco Bergamasco)
  • Spesso mi domandano perché sono vegan. Ecco le mie ragioni. 1) Amo gli animali e una dieta vegan causa molto meno sofferenza di una dieta basata sui prodotti animali. 2) Gli animali sono creature senzienti con una volontà propria e mi sembra sbagliato imporgli la nostra solo perché possiamo farlo. 3) Un gran numero di studi medici dimostra che una dieta basata sui prodotti animali è terribile per la salute [...]. 4) La dieta vegan è di gran lunga più redditizia. Si possono nutrire molte più persone direttamente con i cereali piuttosto che nutrire le mucche con i cereali per poi ucciderle. In un mondo dove le persone muoiono di fame mi sembra criminale nutrire mucche con cereali che potrebbero tenere in vita degli esseri umani. 5) Gli allevamenti sono disastrosi per l'ambiente. Tutti i rifiuti che producono si riversano nelle acque. (Moby)
  • [Dopo due anni di dieta vegana] sto alla grande. Mi sento come se avessi riportato indietro l'orologio di quindici anni. (James Cameron)
  • Un contadino mi dice: «Non si può vivere solo a dieta vegetale, poiché essa non fornisce le sostanze per formare le ossa». [...] e mentre parla, cammina dietro ai suoi buoi, che, con le ossa fatte di sostanze vegetali, si trascinano appresso lui e il suo pesante aratro, per quanti ostacoli abbiano davanti. (Henry David Thoreau)
  • Vegano è sexy. Abbiamo il paradiso sotto i nostri piedi. Dobbiamo vivere un'economia verde e le cose andranno meglio. Dobbiamo protestare, agire, non cadere nel lavaggio del cervello e, da consumatori, cercare la verità. Se non riuscite a diventare vegani, almeno mangiate meno carne. (Pamela Anderson)
  • Vi consiglio la dieta vegana, perché ti svegli e ti senti grande! (Jennifer Lopez)

Red Canzian[modifica]

  • Andate al supermercato con gli occhiali per leggere con attenzione le etichette. Vegani o non vegani, la cosa importante è salvaguardare la nostra salute. Il vegano è facilitato in questo: allorché compra pomodori, carote, finocchi, broccoli o fagioli, la sua unica preoccupazione è rinvenire la tracciabilità, capire cioè da dove vengono i prodotti e cercare, nei limiti del possibile, frutta e verdure stagionali e a chilometro zero.
  • Io sono nato ignorante, come tutti, del resto il grande Totò diceva: "Nessuno nasce imparato". Ma per crescere, per capire e migliorarmi, per appagare la mia continua curiosità, ho studiato e mi sono posto mille domande e mille obiettivi. E ci si migliora pure passando attraverso gli errori: per cui, anch'io, come tanti, ho mangiato carne, pesce, uova e formaggi "perché così cresci forte" mi dicevano... Poi, piano piano, ho cominciato a informarmi e soprattutto a seguire il mio istinto. C'era qualcosa che non mi tornava, e il cambiamento è avvenuto spontaneo, graduale, ma convinto e definitivo. Vent'anni fa ho smesso di consumare carne e tutti i suoi derivati e nel 2009 sono diventato totalmente vegano.
  • Un giorno, sempre per via di quelle voci da dentro e certamente non per moda, ributtai in acqua i pesci che avevo catturato. Ero diventato vegano. Decisi di rinunciare anche al miele del quale pure ero golosissimo.

Come mangiamo[modifica]

  • Immaginiamo però che non siate d'accordo con la scelta di uccidere un animale giovane e in salute per mangiarlo. Questo è l'approccio morale che porta molta gente a diventare vegetariana pur continuando a mangiare uova e latticini. Ma non è possibile produrre galline ovaiole senza produrre anche pulcini maschi e, dal momento che questi ultimi non hanno valore commerciale, vengono uccisi non appena se n'è stabilito il sesso. Per quanto riguarda le galline ovaiole, esse vengono uccise non appena il tasso di deposizione comincia a diminuire. Nell'industria casearia le cose non vanno diversamente: i vitellini maschi si macellano subito o si allevano per produrre carne bianca e le mucche sono trasformate in hamburger assai prima di giungere alla vecchiaia. Dunque chi non è d'accordo con l'uccisione degli animali dovrebbe indirizzarsi a una dieta vegana, più che a quella vegetariana.
    Diventare vegani è un modo sicuro per evitare completamente di partecipare alle violenze sugli animali d'allevamento. I vegani sono la dimostrazione vivente che non è necessario sfruttare gli animali per la produzione di cibo. [...] Mai come oggi poi, data la grande disponibilità di alimenti sostitutivi, è stato semplice diventare vegani.
  • Molti attivisti del movimento per i diritti animali sono vegani più che vegetariani, perché non vogliono rendersi complici in alcun modo dello sfruttamento degli animali. Non indossano né lana né pelle, dimostrando così che la loro posizione non si basa solo su preoccupazioni per la propria salute. Molti vegani comunque affermano che non consumare prodotti animali è più salutare sia per se stessi sia per il pianeta. Tuttavia la dieta vegana è controversa, perché se è vero che i vegetariani esistono da migliaia di anni, il veganismo, almeno su larga scala, è un fenomeno relativamente nuovo.
  • Oggi i vegani, che non mangiano alcun prodotto di origine animale, sono numerosi quanto in passato i vegetariani. [...] E non sono soltanto i vegani a dimostrare una certa consapevolezza riguardo al cibo. In tutti i paesi sviluppati, la gente sta imparando a fare domande coraggiose sulla provenienza e le modalità di produzione degli alimenti che acquista.

Ruediger Dahlke[modifica]

  • La lunga lista di malattie che possono alleviarsi grazie all'alimentazione vegana comincia con le due più frequenti cause di morte: le malattie cardiache e i tumori. Ma anche la nostra condizione psichica può trarne grande giovamento e migliorare, poiché noi stessi diventiamo più sensibili e aperti.
  • Nessuna azione ecologicamente paragonabile è efficace a tanti livelli, e niente è più efficace contro la fame nel mondo. In questo senso l'alimentazione vegana che qui presentiamo merita l'appellativo di Peace Food: ci si alimenta per la pace, la propria, quella con il proprio ambiente e addirittura quella mondiale.
  • Per me è stupefacente constatare quanti pazienti abbia visto guarire dopo essere passati alla dieta vegana e in quale misura siano diventati persone felici e libere.

Forchette contro coltelli[modifica]

  • [Difendendo i benefici per la salute di una dieta vegana contro chi la definisce estrema] E invece, che cosa garantisce la dieta occidentale? Mezzo milione di persone in questo Paese si troveranno con il corpo squarciato su un tavolo di sala operatoria, a cuore aperto verranno prelevate le vene delle gambe e ricucite al cuore: a me questo sembra estremo. (Caldwell Esselstyn)
  • Niente in medicina apporta così tanti benefici come una dieta vegana. E sostengo con assoluta certezza che le autorità nazionali non vogliono parlare e discutere di questo schema nutrizionale per preservare lo status quo. In teoria, se tutti adottassero questa dieta, potremmo ridurre la spesa sanitaria del 70-80%. (T. Colin Campbell)
  • Ritengo che più ci si avvicinerà a una dieta vegetariana, o meglio vegana, più saremo tutti più sani. (T. Colin Campbell)
  • Sono cresciuto mangiando carne come la maggior parte delle persone, ma quando ho iniziato a riflettere sulle mie scelte alimentari ho capito che non volevo mangiare gli animali, e più mi informavo più mi rendevo conto che era più sano evitare la carne, e che il mio impatto sul pianeta sarebbe stato meno dannoso. Secondo le Nazioni Unite l'industria del bestiame contribuisce al riscaldamento globale più di quella dei trasporti, per cui mangiando carne, latte, uova al ritmo attuale danneggiamo la nostra salute, uccidiamo dieci miliardi di animali innocenti all'anno solo negli States e distruggiamo il pianeta. (Gene Baur)
  • Tutti mi ripetevano che, in quanto atleta, avevo bisogno almeno di pesce e pollo nella dieta per avere un giusto apporto proteico. Questo è uno dei tanti miti da sfatare. Così ho deciso di eliminare di colpo sia pesce sia pollo. Credo che sia uno stereotipo comune pensare che i vegani siano i più smilzi. Credo di non rientrare minimamente in quello stereotipo. Ho provato questa dieta per ragioni personali e ha funzionato. Mi sembra di avere più energie ora di quando mangiavo carne, e mi riprendo anche più in fretta dalle sessioni di allenamento. Non voglio far parte di nessun club esclusivo, faccio questa cosa per me stesso e credo che non mangerò carne e latticini per il resto della mia vita. (Mac Danzig)

Jeffrey Moussaieff Masson[modifica]

  • Diventare vegani è semplicemente una manifestazione d'amore.
  • È meglio anche per la nostra salute scegliere prodotti biologici, ed è un buon inizio chiedere come sono tenute le galline quando si comprano le uova o come vivono le mucche delle quali si beve il latte. In realtà sarebbe buona norma visitare gli allevamenti da cui provengono questi prodotti, un'esperienza che può essere illuminante. Non credo che sarei diventato vegano senza una conoscenza diretta di questo tipo.
  • Molti anni fa, quando ero solo vegetariano, incontrai il fantastico Cesar Chavez, che mi disse: «Se vuoi prevenire la sofferenza degli animali, la prima cosa a cui dovresti rinunciare sono uova e latte, perché gli animali che li producono conducono la più infelice delle esistenze. Faresti meglio a mangiare carne e smettere di mangiare uova e latticini». Ero sconvolto, perché non avevo alcuna intenzione di mangiare carne, ma non avevo mai pensato di rinunciare a uova e latticini. Ma quando esaminai a fondo la questione capii che aveva ragione, e adesso, a distanza di anni, dopo aver studiato l'argomento da vicino, so per certo che era nel giusto, per via del trattamento crudele inflitto agli animali allevati per questi prodotti.
    I vantaggi di una dieta vegana sono enormi e riguardano la nostra salute, l'ambiente e gli animali.

Paola Maugeri[modifica]

  • Il mondo sta vivendo una meravigliosa "vegan era" in cui ogni giorno migliaia di persone decidono di mettersi nei panni di chi non ha voce, ma solo grandi occhi dentro i quali se ci fermassimo a guardare potremmo attingere a piene mani sensibilità e saggezza che farebbero di noi, uomini e donne ipertecnologizzati, degli individui migliori.
  • Mangiare vegan è il gesto più concreto, politico e militante che possiamo compiere per permettere a questo mondo una distribuzione equa delle risorse.
  • Mangiare vegan non significa privarsi dei piaceri del buon cibo, preparare ricette con ingredienti introvabili, carissimi o insapori, piuttosto che fare una vita di sacrifici, come in molti temono che accada. È tutto il contrario! Vuol dire piuttosto imparare a volersi bene per davvero!
  • Mangiare vegano ci insegna ad assumerci la responsabilità dei nostri gesti e a prendere coscienza delle conseguenze delle nostre azioni.
    Cosa può renderci, dunque, più liberi? E allora unitevi anche voi alla più pacifica delle rivoluzioni! La rivoluzione vegana!

Will Tuttle[modifica]

  • A differenza di molti insegnamenti religiosi, che sono principalmente teorici e riguardano l'interiorità dell'individuo, il veganismo è del tutto pratico. La sua motivazione è la compassione. [...] È uno stile di vita concreto e visibile, che nasce da un senso di amore e di connessione, e li rafforza.
  • Il movimento vegano contemporaneo si fonda sull'amore, sul rispetto e sulla consapevolezza delle conseguenze che le nostre azioni hanno sul prossimo. È rivoluzionario poiché trascende e abbandona il fondamentale carattere violento della cultura dell'allevamento in cui viviamo.
  • Il termine «vegano» è più nuovo e provocatorio di «vegetariano», poiché si riferisce a ogni essere senziente e considera tutte le forme di crudeltà non necessaria da un punto di vista essenzialmente etico. Più che sulla salute o sulla purezza, la motivazione si basa sulla compassione e rimanda a un antico concetto enunciato per molti secoli nelle principali tradizioni spirituali.
  • Mentre ci sono molti «ex vegetariani», è improbabile che «ex vegani» siano mai stati realmente vegani; perché è difficile perdere la compassione raggiunta autenticamente.
  • Una dieta a base vegetale non è una limitazione, ma la realizzazione armoniosa della nostra visione interiore. In un primo momento, crediamo che sia un'opzione, però col tempo ci rendiamo conto che, più che una scelta, è la libera espressione della nostra vera natura. Astenersi dal mangiare e dallo sfruttare gli animali è il risultato naturale di un punto di vista che non è più incatenato nella segreta buia e rigida del ristretto interesse personale. Da fuori, questo atteggiamento può essere considerato e definito come «veganismo», ma è semplicemente la consapevolezza e l'espressione del nostro senso di interconnessione.

Donald Watson[modifica]

  • Il veganesimo dà a tutti noi l'opportunità di esprimere attraverso il nostro comportamento cosa è veramente importante nella nostra vita. Oggi perseguire l'ideale di una esistenza salutare e umana è facile grazie ai mezzi di trasporto moderni, che ci forniscono cibo vegano proveniente da tutto il mondo.
  • Non sappiamo quale sarà l'avanzamento spirituale che il veganismo avrà a lungo termine, nelle prossime generazioni, per la vita umana. Certamente sarà una diversa civilizzazione, e la prima in tutta la storia che meriterà questo nome.
  • "Veganismo" denota una filosofia e uno stile di vita che cerca di escludere – per quanto possibile e fattibile – tutte le forme di sfruttamento e di crudeltà nei confronti degli animali per l'alimentazione, l'abbigliamento o qualsiasi altro scopo; e, per estensione, promuove lo sviluppo e l'utilizzo di alternative non animali a beneficio degli esseri umani, degli animali e dell'ambiente.

Gary Yourofsky[modifica]

  • Il veganismo non riguarda solo la salute ma è etica, compassione, decenza e altruismo.
  • Il veganismo ricreerebbe il paradiso terrestre, un luogo dove gli esseri umani vedono gli altri animali come esseri da ammirare, creature ispiratrici, mentre gli animali ci osservano con curiosità. È arrivato il tempo di riconnetterci con il mondo naturale, per il bene degli altri animali, dell'ambiente e degli esseri umani. Proteggere il più debole è il primo passo per elevare lo spirito, per essere veramente civilizzati.
  • La gente mangia altri animali e i loro derivati per 4 ragioni: abitudine, convenienza, gusto e tradizione. Con l'aggiunta del profitto economico queste sono le sole ragioni per cui la gente mangia altri animali. Quindi, non c'è alcuna valida ragione per non essere vegan.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]