Difret - Il coraggio per cambiare

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Difret - Il coraggio per cambiare

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Difret

Lingua originale amarico
Paese Etiopia
Anno 2014
Genere Drammatico
Regia Zeresenay Berhane Mehari
Sceneggiatura Zeresenay Berhane Mehari
Produttore Angelina Jolie, Mehret Mandefro, Leelai Demoz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Difret - Il coraggio per cambiare, film del 2014, diretto da Zeresenay Berhane Mehari.

Frasi[modifica]

  • È sempre stato violento. Ma prima non beveva così tanto. Invece ora fa solo quello. Beve e quando torna a casa mi picchia. Mi sono rivolta a dei parenti. Hanno detto: "ti picchia perché ti ama. Tuo marito è un brav'uomo. Devi tornare a casa tua, ora".(Sig.ra Belaynesh)
  • Rapire una moglie è tradizione. E non soltanto qui anche i montanari del nord lo fanno. E anche le genti del sud. Insomma, anch'io ho rapito mia moglie. Però lei è una donna saggia, ha rispettato la tradizione. Non ha preso il mio fucile. (Contadino 1)
  • Io dico che la colpa è del suo maestro. Non solamente sua. C'è anche la cattiva educazione in casa. È questa gente di città con le giacche e le cravatte, i libri che rovina le nostre tradizioni. (Contadino 2)
  • Gli uomini se s'innamorano, rapiscono. Tadele si è arrabbiato perché lei non lo voleva, anche se la famiglia gli aveva trovato un'altra sposa, lui non voleva rinunciare a Hirut. (Alemayehu)

Explicit[modifica]

Tra il 1995 ed il 2002 l'organizzazione di Meaza ha aiutato oltre 30.000 donne e bambini. Dopo il caso di Hirut, il rapimento a scopo di matrimonio è diventato illegale e punibile con 5 anni di reclusione. Mel 2003 Meaza Ashenafi ha vinto il Premio Nobel Africano (The Hunger Project Prize). Hirut vive in Etiopia e lavora per contrastare i rapimenti a scopo di matrimonio. (Testo in sovrimpressione)

Altri progetti[modifica]