Discussione:Gianfranco Ravasi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Auguri a Wikipedia[modifica]

Dopo averne discusso informalmente con .mau., ho aggiunto una frase di Ravasi da Twitter: la fonte è inconsueta, ma la frase è certamente interessante per l'argomento Wikipedia. Questo potrebbe non bastare, ma pare che sia anche rappresentativa di una caratteristica rilevante del personaggio cioè la propensione alle citazioni dotte; ci vorrebbe forse una fonte su questo suo "citazionismo", ma per ora abbiamo una sua ammissione del 2012.

Quanto al mettere quella frase in Giordano Bruno, per il momento evito perché dovremmo prima verificarne l'esatta provenienza: mi pare facile, come minimo, che sia una parafrasi o "traduzione" in italiano moderno. Nemo 13:52, 28 gen 2016 (CET)

Ah, peraltro ha pubblicato una serie di opere che commentano citazioni: non solo la rubrica ma anche Breviario laico nel 2006 e una serie di versioni successive con titoli simili o meno. Bisognerebbe decidere quali eventualmente rappresentare in voce con una sezione apposita. Nemo 14:02, 28 gen 2016 (CET)
confermo - da messaggi di amici miei - che Ravasi è un citazionista :-) --.mau. 10:05, 19 mar 2016 (CET)

Citazione di Paul Klee dal Corriere della Sera[modifica]

Con la modifica oldid 1007850 del 22 settembre 2019 ho inserito n. 3 citazioni proveniente da questo sito, che a sua volta cita nell'intestazione un articolo del Corriere della Sera (Armando Torno, 8 ottobre 2011). L'articolo non è presente nell'Archivio del 2001 del Corriere della Sera.

Ho citato quindi una fonte non primaria, dato che lo stesso titolo era ed è presente anche nella Rassegna Stampa del Ministero della Pubblica Istruzione, che fornisce la scansione dell'articolo originale cartaceo. Il testo corrisponde esattamente a quello citato, così come i metadati di attribuzione (data, titolo e autore). La copia non è archiviabile altrove, ma ad oggi 23 settembre 2019 può essere liberamente verificata.
[@ Sun-crops]: La citazione è fontata, mi sembra rilevante ed enciclopedica.Micheledisaveriosp (scrivimi) 09:40, 23 set 2019 (CEST)

Senza fonte[modifica]

  • Il libro di Benedetto XVI [Gesù di Nazareth] ha voluto rimettere al centro proprio questa unità fondante del cristianesimo, riproponendone la compattezza contro ogni tentazione di dissociazione. Sì, perché – se stiamo solo alla ricerca moderna – si è assistito a un processo di divaricazione o anche di separazione e persino di negazione di uno dei due poli di quell'unità [umano divina di Gesù]. (da Avvenire del 14 settembre 2007)*L'amore è un canale di conoscenza diverso da quello della ragione e per questo in esso non si deve "dimostrare" tutto, "spiegare" ogni cosa. (da Avvenire del 27 settembre 2002)