Discussione:Honoré de Balzac

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Senza fonte[modifica]

  • Ciò che forma le qualità del marito che si ama, forma spesso i difetti del marito che non si ama.
  • Credete a tutto ciò che sentite sul conto del mondo, nulla è troppo brutto per essere impossibile.
  • Da quando le società esistono, un governo, per forza di cose, è sempre stato un contratto d'assicurazione concluso fra i ricchi contro i poveri.
  • Dalla mollezza di una spugna bagnata fino alla durezza di una pietra pomice, ci sono infinite sfumature. Ecco l'uomo.
  • Dietro ad ogni grande fortuna c'è un crimine.
  • Fra due che amano, ce n'è sempre uno che ama di più e soffre; l'altro ama di meno e si annoia.
  • Gli incompresi si dividono in due categorie: le donne e gli scrittori.
  • Gli uomini rudi hanno solo sentimenti; quelli civilizzati non hanno solo sentimenti, ma anche delle idee.
  • I delitti sono proporzionati alla purezza della coscienza, e quello che per certi cuori è soltanto un errore, per alcune anime candide assume le proporzioni di un delitto.
  • Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.
  • Il matrimonio è un combattimento ad oltranza, prima del quale gli sposi domandano al cielo la sua benedizione.
  • Il piacere è come certe droghe medicinali: per ottenere sempre lo stesso risultato bisogna raddoppiare la dose.
  • Il sentimento che l'uomo sopporta più difficilmente, soprattutto quando lo merita, è la pietà. (da“La pelle di zigrino” )
  • Il vecchio è un uomo che ha mangiato e guarda gli altri pranzare.
  • L'amore che economizza non è mai vero amore.
  • L'amore è la poesia dei sensi.
  • L'amore prova orrore per tutto ciò che non è amore.
  • L'odio senza desiderio di vendetta è un seme caduto sul granito.
  • L'uomo che non è libero è proprio quello di cui le donne vanno ghiotte. Ciò prova che l'amore è veramente ladro.
  • La burocrazia è un meccanismo gigante mosso da pigmei.
  • La coscienza è uno di quei bastoni che ciascuno brandisce per picchiare il suo vicino e del quale non si serve mai per se stesso.
  • La felicità è la poesia della donna.
  • La felicità materiale riposa sempre sulle cifre.
  • La fortuna che uno si acquista è in proporzione con i bisogni che uno si crea.
  • La gloria è un veleno che bisogna prendere a piccole dosi.
  • La maggior parte delle discussioni deriva dal vedere un solo lato delle questioni e dal credere che esso sia il solo giusto.
  • La prerogativa di sentirsi a casa propria dappertutto è solo dei re, delle puttane e dei ladri.
  • Le donne, quando non amano, hanno tutto il sangue freddo di un vecchio avvocato.
  • Le donne vogliono avere emozioni a ogni costo.
  • Le leggi sono ragnatele che le mosche grosse sfondano mentre le piccole ci restano impigliate.
  • Le zie, le madri e le sorelle hanno una giurisprudenza particolare per i loro nipoti, i loro figli e i loro fratelli.
  • Mai un marito sarà così ben vendicato dall'amante di sua moglie.
  • Nella vita abbondano i maschi, ma scarseggiano gli uomini.
  • Per un marito non c'è goffaggine maggiore di quella di parlare della propria moglie, se è virtuosa, alla propria amante, a parte quella di parlare della propria amante, se è bella, alla moglie.
  • Quel che rende indissolubile le amicizie e ne raddoppia l'incanto è un sentimento che manca all'amore: la sicurezza.
  • Se tutto deve avere uno scopo, vi sono certamente quaggiù alcune esistenze di cui il fine e l'utilità rimangono inesplicabili.
  • Una delle sventure delle persone molto intelligenti è di non poter fare a meno di capire tutto: i vizi non meno che le virtù.