Discussione:Michele Besso

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

la seconda citazione di Einstein (quella che inizia con "Egli mi ha preceduto...") va corretta con quella presente alla fine (cioè subito prima della sezione Note) della pagina https://it.wikipedia.org/wiki/Michele_Besso Quest'ultima, infatti, è tratta dal testo riportato in bibliografia (Corrispondenze ecc., a cura di G. Gembillo) che ho consultato in biblioteca. Apro questa pagina, invece di procedere alla modifica, perché non sono affatto esperto nella gestione di questo genere di problemi (magari c'è un altro modo di risolverli, se qualcuno me lo spiega lo ringrazio sin d'ora, e non sto facendo della ironia); ma soprattutto perché l'utente AssassinsCreed ha annullato almeno due volte un mio cambiamento (introdotto il 7 e nuovamente il 15 ottobre 2019) al riguardo. Lungi dalla mia indole è l'essere polemico, ma semplicemente gradirei molto capire la ragione per cui l'utente in questione rifiuta di accettare quella correzione da me proposta, preferendole una traduzione senza fonte, che potrebbe pure suonare migliore, ma probabilmente è stata condotta senza tenere conto del testo originale (inglese o, più probabilmente, tedesco che fosse) di Einstein. Chiedo quindi un parere a un amministratore di Wikipedia, che consideri la questione da un punto di vista imparziale, e mi fornisca una spiegazione razionale e comprensibile. Grazie PS: Il mio nome qui dentro è EorlVII

Gentile EorlVII, la ringrazio per non avere modificato la pagina. Apprezzo moltissimo la sua correttezza. Tento di chiarire qualche aspetto preliminare: le voci tematiche, come le sezioni Citazioni su, che all'interno di una voce costituiscono in qualche modo una voce tematica, sono soggette ad uno standard di doppio inserimento della stessa citazione. Il primo indispensabile, inaggirabile inserimento – condicio sine qua non per la validità del successivo inserimento in Citazioni su o voci tematiche, va fatto – con fonte – nella voce biografica dell'autore della citazione, nel nostro caso Albert Einstein, fatto questo, la stessa citazione può essere validamente inserita nelle voci e sezioni di cui sopra senza più indicare la fonte, che l'utente troverà nella voce dell'autore. Se lei per favore, legge la voce Einstein, per la sezione Lettere a Michele Besso, troverà la stessa citazione, l'ultima della sezione, corredata da una nota [fonte 284] che rinvia ai riferimenti bibliografici: Archivio Einstein 7-245. Citato in Pensieri di un uomo curioso, p. 45. Altri sono ancora in bibliografia: Albert Einstein, Lettere a Michele Besso (Correspondance 1903-1955, a cura di P. Speziali, Hermann, 1972), traduzione di Filippo Bertotti e Carla Rozzoni; in Opere scelte, a cura di Enrico Bellone, Bollati Boringhieri, collana Pantheon, Torino, 1988, parte sesta, Lettere, pp. 671-707. ISBN 978-88-339-0442-9. La citazione ha quindi tutte le fonti indispensabili a sostegno, fonti che – ripeto – vanno riportate nella sola voce dell'autore. Questo è il testo originale della lettera, citato in Tony Rothman: A Physicist on Madison Avenue, p. 50.
Michele has left this strange world just before me. This is of no importance. For us convinced physicists the distinction between past, present, and future is an illusion, although a persistent one.
A fronte di questo testo due sono le traduzioni ufficiali proposte:
  • 1 (inserimento Assassin Creed) Egli mi ha preceduto di poco nel congedarsi da questo strano mondo. Non significa niente. Per noi che crediamo nella fisica, la divisione tra passato, presente e futuro ha solo il valore di un'ostinata illusione.
  • 2 (inserimento EorlVII) Egli mi ha preceduto di poco nel congedarsi da questo strano mondo. Non significa niente. Per noi che crediamo nella fisica, la divisione tra passato, presente e futuro è una mera illusione, per quanto tenace.
    Entrambe le traduzioni – traduzioni ufficiali che restituiscono sostanzialmente lo stesso significato – sono "fedeli" e "infedeli" in qualche punto alla lettera del testo. Fino a che punto una traduzione letterale, aderente, è fedele al senso del testo? Fino a che punto una traduzione meno ancorata alla lettera del testo è "infedele" al senso del testo? È una querelle antichissima, mai risolta. Possiamo su queste incerte premesse sostituire l'inserimento di un collaboratore con un nuovo inserimento? Certamente no, in my very humble opinion. Se il primo ad inserire fosse stato EorlVII, io avrei protetto il suo contributo esattamente come ho fatto per quello di AssassinsCreed, per le stesse ragioni e anche – mi permetta di dire – per il rispetto dovuto all'utente che ha rilasciato il contributo. Questo non significa certo che un inserimento non possa essere sostituito solo perché precede. Per farlo, però, devono sussistere ragioni gravi e fondamentali che non mi sembra di vedere. Forse la mia risposta non le ha dato tutti i chiarimenti che desiderava, in questo caso può rivolgersi anche ad altri amministratori espertissimi che saranno certamente più che disponibili. La saluto cordialmente, --Sun-crops (scrivimi) 23:19, 14 nov 2019 (CET)
Grazie mille [@ Sun-crops], non avrei saputo spiegarmi meglio!--AssassinsCreed (scrivimi) 06:58, 9 dic 2019 (CET)