Discussione:Socrate

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search


si considera aforisma di Socrate tutto ciò che è da lui detto nel Fedone, nel Critone e nell'Apologia? Dov'è che Socrate sfocia in Platone? --Freeronin2--

Bella domanda. Qui si vede l'importanza della citazione delle fonti. Comunque ci sono anche parecchie citazioni riportate da altri autori antichi, mi pare. Nemo 23:02, 1 feb 2007 (UTC)

Probabilmente si... ma principalmente Socrate è il Socrate di cui parla Platone... probabilmente il primo periodo di Platone può essere attribuito a Socrate... --Freeronin2 09:16, 5 apr 2007 (UTC)

Cosí si fa generalmente, infatti; tuttavia è vero che resta una decisione piuttosto arbitraria. --Nemo 21:51, 5 apr 2007 (UTC)

Più gente conosco e più apprezzo il mio cane[modifica]

Dubito che l'affermazione presente in questa voce: "Più gente conosco e più apprezzo il mio cane" possa essere attribuita a Socrate. Se invece fosse un suo pensiero sarei curioso di conoscere la fonte. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 79.41.14.148 (discussioni · contributi), in data 02:37, 4 gen 2010.

In effetti non sembra molto una frase da Socrate, però vedo che in giro gli è attribuita spesso, quindi credo sia piú utile tenerla qui perché la gente si accorga che è senza fonte. --Nemo 11:58, 24 lug 2010 (CEST)
Ho trovato una buona spiegazione a questo problema, la inserisco sperando possa essere utile, di seguito il link: https://www.riflessioni.it/forum/filosofia/14702-socrate-e-i-cani.html --Marco 12:40, 28 lug 2018

Senza fonte[modifica]

  • Chi vuol muovere il mondo prima muova se stesso.
  • È meglio subire ingiustizia piuttosto che farla.
  • Ero veramente un uomo troppo onesto per vivere ed essere un politico. (apologia di socrate)
  • I cattivi vivono per mangiare e bere, mentre i buoni mangiano e bevono per vivere.
  • Il mio consiglio per te è di sposarti; se troverai una buona moglie, sarai felice; se non la troverai diventerai un filosofo.
  • L'esser contenti è una ricchezza naturale, il lusso è una povertà artificiale.
  • L'ignoranza è l'origine di tutti i mali.
  • L'uomo più ricco è quello che si accontenta di poco, perché la contentezza è la ricchezza data dalla natura.
  • La meraviglia è un sentimento assolutamente tipico del filosofo. La filosofia non ha altra origine che questa.
  • La morte è l'una o l'altra di due cose. O è un annullamento e i morti non hanno coscienza di nulla; o, come ci vien detto, è veramente un cambiamento, una migrazione dell'anima da un luogo ad un altro.
  • La vera saggezza sta in colui che sa di non sapere! Perché io so di sapere più di te, che pensi di sapere.
  • Non esitate a sposarvi. Se troverete una buona moglie sarete felici. Se troverete una cattiva moglie diventerete filosofi... e questa è un'ottima cosa per qualunque uomo.
  • Nulla può far danno a un uomo buono, né in vita né dopo la morte.
  • Perché ti meravigli tanto se viaggiando ti sei annoiato? Portandoti dietro te stesso hai finito col viaggiare proprio con quell'individuo dal quale volevi fuggire.
  • Più gente conosco, e più apprezzo il mio cane.
  • Praticare il bene è un affare. Se l'uomo non lo persegue è solo perché non ha la minima idea di dove si trovi il bene. Pertanto non è malvagio ma ignorante.
  • Quella che sul piano soggettivo è la felicità, sul piano oggettivo coincide con la realizzazione della propria essenza.
  • Sono un cittadino, non di Atene o della Grecia, ma del mondo.
  • Tutte le guerre sono combattute per denaro.
  • Viviamo intorno a un mare come rane intorno a uno stagno. [Allude al Mar Mediterraneo]

Attribuite[modifica]