Edward Grey

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Edward Grey

Sir Edward Grey, Visconte di Fallodon (1862 – 1933), politico britannico.

  • [Sulla dichiarazione di guerra alla Germania] Non ho agito in base a obblighi derivanti da un trattato o dall'onore, perché nessuno dei due sussisteva [...] C'erano tre interessi inglesi precipui che non potevo trascurare:
  1. Che la flotta tedesca non dominasse, a causa della nostra neutralità, il Mare del Nord e la Manica.
  2. Che [i tedeschi] non s'impadronissero della zona nord-occidentale della Francia, di fronte alle nostre coste, e non l'occupassero.
  3. Che non violassero l'indipendenza del Belgio e in futuro occupassero Anversa in modo da minacciarci in permanenza.[1]
  • [Sull'inizio della I guerra mondiale] Si spengono le luci in tutta Europa. Nel corso della nostra vita non le vedremo più riaccese.
The lamps are going out all over Europe: we shall not see them lit again in our life-time.[2]
  • Sono arrivato a pensare che la Germania sia la nostra peggiore nemica e il nostro pericolo maggiore [...] Credo che la politica della Germania sia quella di usarci senza aiutarci: di tenerci isolati per farci indietreggiare.[1]

Citazioni su Edward Grey[modifica]

  • Fino a prima del 1914 andava ancora di moda posare a taciturno, e nessuno ne trasse tanto profitto quanto Gray [...] Gli uomini più forti della storia non sono mai stati silenziosi [...] Possedeva a perfezione quella correttezza fraseologica e comportamentale che passa per essere (e talvolta è) diplomazia, nonché quella pacata facondia d’ineccepibile dizione che giova a farsi annoverare fra gli statisti – almeno finché una crisi non giunge a mettere simili manieratezze (urbanities) alla prova. [...] Continuò a perseguire la sua politica confessa consistente nell’attendere che l’opinione pubblica decidesse al posto suo quale fosse la direzione da prendere [...] Se egli avesse ammonito la Germania circa il punto su cui la Gran Bretagna avrebbe dichiarato la guerra [vale a dire l’occupazione del Belgio], combattendola poi con tutte le sue forze, l’esito [della crisi] sarebbe stato diverso.(David Lloyd George)
  • Quando nel 1908 la crisi bosniaca entrò in uno stadio acuto, [...] Sir Edward Grey per parecchi giorni non fu reperibile, perché era alla pesca in Scozia e aveva proibito che gli si spedisse qualsiasi missiva e si era sottratto a qualsiasi visita. [...] Concedo che solo il ministro di un Paese difeso dal mare si poteva permettere una simile imperturbabilità. (Bernhard von Bülow)

Note[modifica]

  1. a b Niall Ferguson, La verità taciuta, Corbaccio, Milano, 2002. ISBN 88-7972-404-5
  2. Da Twenty-Five Years: 1892-1916, 1925, p. 20

Altri progetti[modifica]