Enrico Cialdini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Cialdini

Enrico Cialdini (1811 – 1892), generale e politico italiano.

Citazioni di Enrico Cialdini[modifica]

  • Di Pontelandolfo e Casalduni non rimanga pietra su pietra.[1]

Citazioni su Enrico Cialdini[modifica]

  • Cialdini fiero, vanaglorioso, insofferente di comandi e anche di consigli, ambizioso all'eccesso: era quegli che faceva verso la fine della campagna[2] il viceré a Strà, altero con tutti quasi fosse un sovrano, era quegli che da Padova appena occupata faceva staccare una locomotiva con un solo vagone per lui, per correre ad accettare l'invito a pranzo da una signora, bellissima vicentina, che l'aveva ospitato e curato quand'era stato ferito a Monte Berico nel 1848, senza pensare che gli Austriaci occupavano ancora la città a pochi passi da lui, e che potevano con ben lieve fatica catturare il generale in capo italiano!
    Si può dare maggior prova di leggerezza?... (Gian Giacomo Felissent)
  • I Proclami di Cialdini e degli altri Capi sono degni di Tamerlano, di Gengiskhan, o piuttosto di Attila. (Giovanni Nicotera)

Note[modifica]

  1. Citato in Giovanni De Matteo, Brigantaggio e Risorgimento: legittimisti e briganti tra Borbone e i Savoia, Guida Editore, Napoli, 2000, p. 210.
  2. Nella terza guerra d'indipendenza del 1866.

Altri progetti[modifica]