Errico Petrella

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Errico Petrella ritratto da Émile Perrin

Errico Petrella (1813 – 1877), compositore italiano.

Citazioni su Errico Petrella[modifica]

  • il Marco Visconti è tal lavoro da far venire in gran nominanza il nostro Petrella anche nel genere serio o tragico che sel dicano. Il carattere n'è sostenuto dal principio alla fine, e checché altri si dica, non abbiamo saputo rinvenirvi nessuna frase che sappia assolutamente di buffo, anche nei luoghi del dramma ove il maestro doveva esprimere la gioja: e ciò diciamo dopo avere accuratamente seguito a bella posta per questa ricerca fino i minimi arpeggi dell'istrumentatura. La quale nel suo insieme è veramente maravigliosa, specialmente ne' luoghi in cui per lo più suol riuscire monotona e stucchevole, cioè fuor de' pezzi concertali e ne' recitativi. (Emmanuele Rocco)
  • Il Petrella, non discostandosi dal moderno stile d'istrumentare in quel che ha di buono, ha saputo evitarne i difetti e gli eccessi; ed ha fatto in modo che l'orecchio dell'ascoltante nuoti per così dire sempre in mezzo al diletto, e non che esserne menomamente annoiato, non se ne sente neanche presso che mai frastornare. (Emmanuele Rocco)
  • Il Petrella onora i due generi, il buffo ed il serio, e in questi ultimi tempi nessuno vanta al pari di lui tanti continuati successi, sebbene per varii anni sembrasse che l'Italia non volesse udire altra musica che quella del Cigno di Busseto[1]. (Francesco Regli)

Note[modifica]

Altri progetti[modifica]