Ettore Bonora

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Ettore Bonora (1915 – 1998), critico letterario italiano.

  • Si avverte nella Morra una cultura letteraria non volgare; ma quello che contraddistingue i suoi componimenti, più che il comune denominatore petrarchesco, è un'accorata meditazione sulla vita. È forse esagerato parlare per questo di originalità stilistica, ma è certo che nel breve canzoniere c'è qualcosa di più che la grezza testimonianza autobiografica, e se nella canzone alla Fortuna qualcuno ha riconosciuto accenti che fanno pensare al Tasso della canzone al Metauro, l'accostamento non sembra davvero gratuito. (da Critica e letteratura nel Cinquecento, Giappichelli, 1964, p. 96-97)

Altri progetti[modifica]