Françoise Héritier

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Françoise Héritier

Françoise Héritier (1933 – 2017), antropologa, etnologa francese.

Citazioni di Françoise Héritier[modifica]

  • Ho più volte proposto di inserire nei programmi scolastici l'insegnamento dell'antropologia. Qualcuno crede ancora che sia una disciplina dedicata allo studio di popoli esotici e rivolta al passato. Invece l'antropologia parla al presente. Conoscere le regole e i meccanismi attraverso cui si costituiscono le società è importante quanto sapere che la terra gira intorno al sole.[1]
  • Il piacere di mangiare ciliegie direttamente dall'albero non è universale?[1]
  • In ogni società si ripropone la paura del diverso, lo spettro dei barbari, dall' etimo "quelli che non parlano come noi". Purtroppo in politica si usano termini come civilizzazione o cultura senza alcuna cognizione di causa.[1]
  • L'ineguaglianza tra i sessi si ritrova in tutte le società, insieme al tabù dell'incesto. La dominazione maschile inizia nella preistoria come risposta all'incapacità fisica degli uomini di procreare. Il corpo delle donne diventa una risorsa di cui disporre. In Occidente, nell'ultimo mezzo secolo, sono stati fatti progressi. Ma questa mentalità si tramanda e non si cambia per decreto. Ancora oggi è diffusa la convinzione che la principale funzione sociale delle donne sia quella riproduttiva e domestica. Non si può lottare contro un nemico che non ha volto. Per questo, ribadisco, lo studio dell'antropologia può aiutare le future generazioni.[1]

Note[modifica]

  1. a b c d Citato in Anais Ginori, Françoise Héritier Così, dopo Lévi-Strauss ho deciso di passare ai piccoli piaceri della vita, la Repubblica, 15 giugno 2012, p. 43.

Altri progetti[modifica]